giovedì 16 aprile 2009

Cake pancetta, olive e pistacchi


Per Pasquetta io e il mio ragazzo abbiamo deciso di fare una scampagnata fuori porta, per la precisione quel celebre pic-nic che mai avevo fatto in vita mia. Per fortuna il tempo è stato clemente e, complice uno splendido sole e temperature miti, ci siamo recati al Parco Fluviale del Panaro, in località Marano sul Panaro, a una mezzoretta di auto da Modena.

Per l'occasione ho rinnovato il cestino da pic-nic che giaceva inutilizzato in mansarda, omaggio di non so quale promozione di vecchissima data (non vorrei sbagliarmi, ma devono aver incul...ehm...fregato i miei con qualche vendita telefonica di vino, sigh).

Già mi pregustavo il mio arrivo al parco: plaid a scacchi in una mano, cestino nell'altra, avremmo fatto faville in mezzo alla marmaglia di persone munite di thermos di dimensioni colossali, borse frigo dalle improbabili e improponibili fantasie anniottanta e panini comperi avvolti malamente nell'alluminio... ;-P

Sennonchè...



...Eh, sennonchè, alla resa dei conti, il cestino in questione si è rivelato avere la capacità più adatta a Barbie e Ken in gita a Fiabilandia che non a una giovane coppia decisamente di buon appetito, quindi l'arrivo al parco è stato molto meno chic del preventivato: cestino con le stoviglie, zaino con plaid + carte e giochi di società versione pocket, borsa di carta riciclabile del Naturasì (che tocco di classe, ragazzi!!) con i viveri e io tutta trafelata, nonchè leggermente scurrile, per aver preparato tutto in tempo record e nonostante questo aver realizzato di possedere la capacità organizzativa di un bambino di 3 anni :-D

Meno male che a risollevarmi al volo il morale ci ha pensato una lievissima brezza che favoriva il relax e, tra il resto, questo godurioso cake salato. Indubbiamente ricco, visto la presenza di gruyère, pancetta affumicata, olive verdi e pistacchi salati, mi ha particolarmente incuriosita e appagata l'utilizzo, tra gli ingredienti, del vino bianco, che gli conferisce un delicato aroma di fondo. Perfetto per il pic-nic, certo, ma anche per un buffet, un brunch o un aperitivo, essendo tra l'altro altamente scenografico al taglio della fetta.

La ricetta, proveniente dal libro
"Garden Party "di Nathalie Le Foll e Cléophée De Turckheim, l'ho trovata sul gradevolissimo blog di Antonella.

CAKE PANCETTA, OLIVE E PISTACCHI

Ingredienti:250 gr di farina 00
4 uova
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 bustina di lievito per torte salate
1 bicchiere di vino bianco secco
200 gr di pancetta affumicata a cubetti
50 gr di pistacchi salati sgusciati
150 gr di olive verdi snocciolate
150 gr di gruyère grattugiato (o emmenthal)
sale e pepe

Rosolare la pancetta in una padella e farla intiepidire. Nel frattempo, preparare l'impasto mescolando la farina, il lievito, le uova intere aggiunte una alla volta, l'olio e il vino bianco. Salare e pepare e sbattere con la frusta fino ad ottenere un impasto liscio. Unire la pancetta rosolata, le olive, i pistacchi e il gruyère grattugiato con una grattugia a fori grossi. Amalgamare bene il tutto e versarlo in uno stampo da plumcake precedentemente imburrato o rivestito di carta forno.
Infornare a 180° , forno ventilato, per 40 minuti circa, o comunque fino a quando il cake risulta cotto, alla prova stecchino.

58 commenti:

dolci chiacchiere ha detto...

Buonissimo!!!!Adoro i pistacchi e anche le olive...la pancetta dà il tocco finale.Alla prossima cena lo provo.E bellissima l'idea del picnic...solo che io con due figlie e marito dovrei partire con la valigia e non con il cestino....Baci

Tortino al cioccolato ha detto...

Con le belle giornate ke arrivano i pic nic sono sempre divertenti...se poi ti porti questo favoloso cake, la scampagnata è perfetta! complimenti, dev'essere molto buono e saporito! baci baci

Mirtilla ha detto...

un meraviglioso cake salato ;)

manu e silvia ha detto...

Ciao! proprio buono questo cake...perfetto per noi ch emettiamo ipistacchi in ogni dove! e ideale per la gita di pasquetta!!
ci mette fame pure adesso ;)
un bacione

minnie ha detto...

Grazie cara per questa ricetta!
Avevo proprio voglia di un cake salato (ho la nausea da dolci!!!) e capita proprio a "fagiuolo".
Scopiazzo subito e stasera metto in pratica.
Brava!!!

Pepe Rosa ha detto...

ah ah ah mi hai fatto morir da ridere con la fantasia anni 80!!
ma l'allegro cagnolino che corre e il freesbe che butta giù tutto c'erano?
tanti complimenti per il cake salato...

Mary ha detto...

che buono questo cake salato!

Onde99 ha detto...

Beh, tu almeno il pic nic l'hai fatto! Qui il tempo è stato incerto per tutta la mattina, cosa molto più snervante che se fosse direttamente venuto un bell'acquazzone e, alla fine, abbiamo pranzato a casa. Ovviamente, quando avevo già preparato il risotto, il sole ha squarciato le nubi... Ci siamo rifatti con una passeggiata nel pomeriggio... Il parco fluviale del Panaro è anche piuttosto carino, ci sono stata qualche volta, in estate :-) Bellino questo cake, sembra saporito e coloratissimo!

sweetcook ha detto...

Ihihihih Barbie e Ken, rido ancora.
E' un classico credere di avere tutto sotto controllo e rendersi conto di non averlo affatto ^_^

Cmq penso che il cake in questione avrebbe risollevato qualsiasi situazione, con me avrebbe funzionato, mi stuzzica da morire:)

Un bacione tesorino*

marta ha detto...

Non avevo ancora provato questo accostamento, mi sa che molto presto lo farò. grazie per la bella idea

Fra ha detto...

Il cake sembra delizioso e la gita, inconvenienti di organizzazione a parte ;D, deve essere stata decisamente piacevole...certe giornate non dovrebbero finire mai!
Un bacione
fra

Fiordilatte ha detto...

guarda, una domenica vado a mi faccio il picnic che il maltempo mi ha negato a pasquetta!in realtà il sole c'era, ma il prato era umido e inadatto grrrr
Cmq, l'abbinamento pistacchio e pancetta è insolito (per me eh) ma mi piace molto!

Betty ha detto...

meraviglioso questo cake, ottima idea per il pic-nic!
buona giornata.

Aiuolik ha detto...

Se porti questo cake al prossimo pic-nic vengo pure io :-)

Dolcetto ha detto...

Che goduria questo cake!! Con la fame che mi ritrovo me lo spazzolerei tutto!!

Arietta ha detto...

Ragazze, grazie a tutte. Provatelo davvero, perchè è molto gustoso!

Dolcichiacchiere, ovviamente il tono del mio post era fortemente ironico, io se avessi una bella famigliola come la tua non esiterei a partire con la valigia ;-) Si vive una volta sola! Baci!

Minnie, uh davvero? Fammi sapere, mi raccomando!!

Peperosa, cani a gogo, e altrettanti bimbi scatenati col pallone :-P Uno ha colpito in testa una vecchietta che dormiva!!

Onde, non avendo soldi per qualcosa di più particolare, abbiamo rimediato su un posto cmq carino a contatto con la natura: è stata una piacevole giornata (anche se siamo stati appena 3 ore)...

Un bacione a tutte!

Elga ha detto...

Mi piacciono tutti gli ingredienti che lo costituiscono, e il vino sicuramente evita il sapore di uovo che a volte caratterizza i cake salati.Bellissimo

Juls ha detto...

Cara Arietta!,ma che vieni anche a scusarti? ma io dico... =)
ho ben presente quale è la situazione, post su post, un sacco di ricette che ti interessano, commenti, foto che ti riempono gli occhi! Eh! Sei troppo carina!
Senti, per le foto, devo dire la verità: rubo la macchina di babbo, una reflex digitale, e uso la funzione macro zoomando molto sul soggetto.
La sfumatura vien da sè.. non so come, io provo e riprovo finché non viene il risultato che mi piace.
Prima ho provato con gli sfondi colorati, mi piacciono, sì.. ma la luce naturale e un bel tavolo di legno 'usato' sotto mi piacciono molto di più! Avercela la luce naturale!
Ah.. il cake te lo ruberei! buono!
baci
Juls

Micaela ha detto...

è perfetto questo cake salato!!! io di pic nic non ne ho in previsione ma credo che questo cake lo farò lo stesso. Devo solo procurarmi i pistacchi!! un bacione.

Virò ha detto...

Ci voleva un cake salato dopo l'indigestione di dolci pasquali! Usi sempre il forno ventilato per i lieviti? Trovi che sia meglio rispetto allo statico?...

stefi ha detto...

E' bellissimo e coloratissimo questo cake.
Ottimo per le gite nfuori porta.
Brava!!!!!!!

il_cercat0re ha detto...

è meraviglioso! complimenti :-)

Arietta ha detto...

Elga, a me non è mai capitato di avere sapore di uovo nei cake salati, a te sì? L'unica volta fu con un clafoutis immondo, di cui credo ti parlai!

Juls, grazie, sei sempre una dolcezza! Ecco, vedi, l'ho riconosciuto il tocco della maledetta reflex :-/ purtroppo io col macro non posso zoomare se no sfuoca di brutto :-( Grazie lo stesso!! Hai ragione sui colori naturali, putroppo però il colore del mio tavolo da cucina non mi piace e lo ritraggo di rado (amo il legno scuro grezzo, per intenderci..) e senza reflex non posso permettermi di non usare i cartoncini, si vedrebbero le orrende piastrelle della cucina, visto le inquadrature che sono obbligata a fare! sighsigh! Un bacione!

Micaela, provalo davvero, è troppo buono!! Un abbraccio!

Virò, pensa che per Pasqua ho fatto solo la Pastiera che postai l'anno scorso, per il resto solo gran lievitati! Ecco, quanto al forno, l'ho detto in passato e te lo ripeto qui perchè è magari non lo hai mai letto: il mio forno è alquanto datato e funziona a dovere solo sul ventilato. Mia madre ha sempre cucinato con quello, io ho imparato così e lo statico non lo usiamo mai. Le poche volte che l'ho usato, sono uscite delle schifezze perchè la roba non si cuoceva mai...probabile abbia qualche problema. In teoria, so che coi lievitati è più opportuno usare lo statico, ma io mi trovo benissimo col ventilato, ecco ;-)

Angy ha detto...

Ciao Arietta...che gustoso questo cake!

Secondo te però posso utilizzare la base cambiando gli ingredienti che so ad es. un più semplice olive formaggio e cotto? a mia figliapurtroppo non piacciono ne la pancetta ne tantomeno i pistacchi!

Arietta ha detto...

Ciao Angy, che peccato che a tua figlia non piacciano simili squisitezze! Certamente, puoi cambiare la ricetta con ingredienti a piacere, mantenendo le proporzioni all'incirca. Occhio però che questo cake prevede il vino bianco, magari per la bambina non è il caso...puoi sostituirlo con latte direi!

Antonella ha detto...

Ahahahah...mi hai fatto morire!!! :D
Che scena.....mi è sembrato di vedervi!!! :)))
Questo cake è favoloso e sono contentissima che ti sia piaciuto!
Un bacio grande

Virò ha detto...

Veramente ti capisco benissimo perchè anch'io ho sempre usato il ventilato per tutto e con risultati soddisfacenti ma leggendo qua e là mi è sorto il dubbio che lo statico a qualcosa dovrà pur servire...

katty ha detto...

buonissimo!!!! con i pistacchi e le olive non l'ho mai provato!!! baci!!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Ma che bontà questo cake salato!!!! Un abbraccio Laura

Camomilla ha detto...

Eccomi tesoro, finalmente riesco a venire a vedere questo delizioso cake! Mi hai fatto troppo ridere, mentre leggevo mi sono immaginata la scena... ;)
Un abbraccio! :*

Kitty's Kitchen ha detto...

Che voglia anche io di fare un pic nic! Poi con questo cake, cestino da barbie o no, è sicuramente un successone!

minnie ha detto...

Missione compiuta.
Preparato ieri sera con qualche piccola variante.
Veramente delizioso. Lo preparerò il 25 aprile per un picnic con amici!!!
Lo posterò presto.
Ciao

Juls ha detto...

...tornando a bomba.. i cartoncini colorati... a me vengono male perché mi si vedono tutte le piegheeeee!
ma che tipo di carta/cartoncini/cartonati o affini usi?
perché mi sa che io sbaglio tipo!!

giucat ha detto...

Ari, ma quante ricette mi sono persa in questo periodo di assenza (ho l'impressione di essermi persa qualcos'altro... ^_^)! Tutte buonissime! E complimenti per le foto! Adesso che ho un minutino di tempo me le leggo tutte! Cat

Antonella ha detto...

Altro che pranzo di Barbie, con tutto quello che c'è in quel bellissimo cake io sarei stata a posto per almeno due giorni :)

Lo ha detto...

eheh che ridere....mi ritrovo negli stessi sogni che sono in grado di fare su un cestino da picnic e sul pensiero sulla capacità di organizzazione, non mi resta che ritrovarmi a mangiare il cake!un bacione

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Veramente gustoso questo cake salato. Ma sai che non ho mai fatto caso se qui in Germania fanno la differenza tra lievito per torte salate e lievito per dolci? Controllerò.
Avevo fatto una volta un cake di sole olive, ma questo è decisamente più ricco e saporito.
Un abbraccio e buon WE
Alex

Cenerentola ha detto...

dev'essere saporitissimo...poi anche crocantino con i pistacchi...buono davvero...!complimenti per le foto!

Patty53 ha detto...

Ciao Arietta,sei molto brava,
a cucinare e a fare foto!!!!

Cannelle ha detto...

Uffi!!!L'avessi visto prima l'avrei preparato per il pic nic di domani.
Sarà per il prox!!!
Buona domenica:-))

NIGHTFAIRY ha detto...

mmm..che spettacolo questo cake!!!

Susina strega del tè ha detto...

Ottimo questo cake!!! preciso preciso per un pick nick!!! ^_^

v@le ha detto...

Che bella idea questo cake!!!! ecosi la passeggiata si conclude al meglio!!

vale

Denise ha detto...

Cara Arietta, provato anche se, come vedrai, ho apporatto qualche modifica per mancanza di tutti gli ingredienti (mi sveglio sempre troppo tardi!!). Comunque era buonissimo. Ne ho avanzata qualche fetta ed ho provato a congelarlo. Speriamo resti buono! Denise

Anonimo ha detto...

Ciao Arietta,
ti faccio i miei complimenti per questo cake dall'aspetto delizioso e per le tue ricette in generale, sono sempre fin troppo invitanti!
Il tuo blog è ormai un attentato costante alla mia linea! :-)
Per questo cake ho già tutti gli ingredienti a disposizione, ma ho un piccolo problemino... Come regolarmi con le dosi? Quelle che hai indicato tu vanno bene per uno stampo da plumcake di 30 cm o devo fare qualche variazione?
Potresti aiutarmi?
Ti ringrazio in anticipo
A presto
Maria

Arietta ha detto...

@ Maria, grazie dei complimenti molto graditi e dell'interesse con cui leggo che mi segui :-)
Ti dico subito che sono scesa a misurare il mio stampo da plumcake ed è 25x11 cm. Se l'impasto dovesse risultare troppo ti suggerisco di mettere quello eccedente in pirottini da muffin oliati/imburrati ed infarinati per ottenere delle simpatiche monoporzioni.
Sperando di averti aiutata e di rivederti presto tra i miei commenti :-) Un caro saluto!

Arietta ha detto...

Ups, dimenticavo. Lo stampo da cake che hai tu mi sembra di capire sia più grande, quindi potresti aumentare la dose che trovi qui della sua metà, mettendo l'eventuale eccedente in stampini da muffins! Scusa la distrazione ma sono un po' fusa dallo studio!

Anonimo ha detto...

Grazie Arietta dei consigli!
Il mio nuovo stampo misura 30 cm di lunghezza, ma non so quanto di larghezza (cmq meno di 11, credo), ma ora purtroppo non posso controllare perchè sono all'Università e rientro nel tardo pomeriggio...
Il cake volevo farlo stasera, tempo permettendo ovviamente!
Misurerò la larghezza dello stampo e mi regolerò di conseguenza...
Ti ringrazio dell'aiuto, ti farò sapere come mi riuscirà...
Per il resto, hai la mia soliderietà per la "fusione" da studio!
Salutissimi
A presto

Anonimo ha detto...

Ciao Arietta,
scusa se approfitto nuovamente della tua gentilezza e disponibilità...
Ieri sera non sono riuscita a preparare questo cake per mancanza di tempo, ma ho potuto misurare il mio stampo, che per la precisione è 32,5 x 8,5.
Non sono molto esperta, e si vede :-), ma ho calcolato che le dosi indicate da te dovrebbero andar bene anche per il mio stampo...
Puoi dirmi se per caso mi sbaglio?
Grazie ancora e scusa del disturbo.
A presto
Maria

Arietta ha detto...

Ciao Maria, scusa il ritardo ma ultimamente non ho molto tempo da dedicare al blog, perchè sto preparando un altro esame per mercoledì :(
Non sono praticissima di misure di stampi, ma dovrebbe andare bene anche il tuo. Al massimo il cake verrà un filo più basso ma non credo cambierà di molto il risultato ;-)
Che strana forma però il tuo stampo: sbaglio o è piuttosto lungo e stretto stretto?
Fammi sapere allora, un abbraccio!

Anonimo ha detto...

Ciao Arietta,
finalmente lo scorso fine settimana sono riuscita a provare questo cake!
Purtroppo però non mi è venuto benissimo... Oltre ad essere abbastanza basso, come c'era da aspettarsi date le dimensioni inusuali dello stampo (a proposito, è uno stampo della Kaiser con una base effettivamente lunga e stretta, anche se poi è svasato in altezza, e quindi è più largo in alto, non so se ti ho reso l'idea...:-)), aveva l'aspetto e la consistenza tipica delle preparazioni cresciute poco e male... Non era gonfio e biondo e bello panoso... Insomma, aveva ben poco a che vedere col tuo!
Credo comunque che sia stata colpa della mia imperizia e imbranataggine :-)) Infatti, pur seguendo passo passo il procedimento che hai indicato tu, non ho preparato in anticipo olive pistacchi e formaggio... Per cui mi sono ritrovata a denocciolare sgusciare e tagliare avendo l'impasto già pronto e con dentro il lievito... Insomma, per fartela breve, credo che il lievito abbia perso il suo effetto! E' possibile secondo te? Io l'ho usato per la prima volta, non lo conosco bene, ma poichè si tratta di lievito istantaneo (come quello per dolci, credo) avrei fatto meglio ad aggiungerlo alla fine, ossia un attimo prima di versare nell'impasto olive pancetta e tutto il resto... Mi sto sbagliando o è una spiegazione attendibile secondo te?
Ti ringrazio ancora per l'attenzione e ti faccio un grande in bocca al lupo per l'esame di domani!
A presto
Maria

Arietta ha detto...

Ciao Maria, scusa il ritardo ma come ho visto che ricordavi ieri avevo l'esame (anche se in ritardo ti ringrazio!);-)
Mi spiace davvero tanto il cake non sia riuscito a dovere :-( Lo stampo deve essere grazioso (il tipico da panbrioche, tipo?) però in effetti crea un po' di problemi nell'individuare le quantità, almeno così puoi regolarti per i prossimi tentativi!
Quanto ai problemi a cui mi accenni, direi che in effetti se è intercorso un po' di tempo fra le due operazioni il lievito - in quanto istantaneo - potrebbe aver perso un po' di efficacia, ma comunque non mi spiego come ne abbia persa così tanta, a me non è mai capitato. Non era scaduto vero? Considera che io l'ho messo all'inizio, ma va anche detto che non è passato molto tempo rispetto all'unire gli altri ingredienti. Più di così purtroppo non so dirti perchè non ne ho le competenze, ma spero che vorrai riprovare e non ti abbatterai! Un caro abbraccio e a presto!

Anonimo ha detto...

Ciao Arietta,
prima di tutto vorrei ringraziarti per la consulenza e per la disponibilità con cui mi rispondi sempre, grazie davvero! ;-)
Quanto al cake, riproverò di sicuro, non appena si potrà accendere il forno a casa senza crepare di caldo... e viste le temperature di questi ultimi giorni, mi sa che ne avrò di tempo da aspettare! Per ora mi concedo di sperimentare solo torte fredde e nient'altro! Ti dicevo, riproverò di sicuro il cake, anche perchè mi è stato esplicitamente chiesto dai miei, che hanno potuto apprezzare comunque l'accostamento di sapori gradevolissimo...
Pensa che si è trattato del mio primo cake salato e della prima volta col lievito istantaneo per salati (ho preso il Bertolini pochi giorni fa, mi sembra con una scadenza lunga un anno o due), però sai la prima volta i dubbi sono tanti!
La prossima volta farò più attenzione, aggiungerò il lievito alla fine e calibrerò meglio le dosi per il nuovo stampo(anche questo al primo utilizzo!);-)
Cmq, lo stampo è veramente carino, pensa che la superficie è anche martellata... somiglia davvero a quello del pan brioches e del pane in cassetta, anche se è più svasato in alto, ma a questo punto non saprei dirti se è concepito propriamente per il plumcake o per il pane... E non ricordo nemmeno cosa diceva l'etichetta, o forse non lo ricordo perchè era scritto in tedesco!!!
Vabbè, mi sono dilungata fin troppo, spero di non averti annoiato!
Grazie ancora a te, goditi il post esame, che è sempre un bel momento.
A risentirci presto, un abbraccio.
Maria

silvietta ha detto...

ciao Arietta,
è da poco che ho scovato il tuo blog e ti devo dire che mi piace un sacco!!! ieri sera ho fatto questo profumatissimo cake: che goduria!!! :D ho seguito passo passo la tua ricetta, ho dovuto solo sostituire l'emmenthal con il galbanino perchè era ciò che mi offriva il frigo... ;p
ho solo una domanda: perchè il vino bianco??? nel senso che è la prima volta che mi capita di metterne un bicchiere pieno in una preparazione simile...
un abbraccio!

Arietta ha detto...

Maria, scusa il ritardo, mi era sfuggito il tuo ultimo commento! Figurati, è un piacere aiutarti, per tutti noi c'è stata e ci sarà una prima volta con qualcosa, foss'anche solo il lievito istantaneo!
Sarei curiosa di vedere il tuo stampo, da come lo descrivi sembra interessante...io poi sono malata di tutto ciò che riguarda il cucinare ;-)))
Purtroppo il postesame è durato un giorno appena, sono di nuovo all'opera, anche se la voglia è poca! Un abbraccio, A.

Silvietta, benvenuta sul mio blog! O meglio, benvenuta tra i commentatori del mio blog :-) Come ti è venuto il cake? Ti è piaciuto?
Quanto al vino bianco non so dirti il perchè della scelta dato che la ricetta non l'ho creata io (ovviamente), però posso ipotizzare che la scelta sia avvenuta per due ragioni:
- maggiore fragranza e areosità dell'impasto
- conferire al cake un gusto/profumo peculiari
:-) A presto!

parentesiculinaria ha detto...

Ne ho fatti dei mini cakes davvero deliziosi... ovviamente sei citata come fonte.

Anonimo ha detto...

Ciao, ieri ho fatto questo cake ma ho dovuto apportare molte varianti perchè non avevo tutti gli ingredienti a disposizione. E' troppo buono, davvero, non smetterei mai di mangiarlo. Ti dico le mie varianti:
200gr di feta ( invece della pancetta), 150 gr di prosciutto ( invece delle olive verdi), 150 gr di formaggio di capra stagionato grattugiato ( invece del gruyere), una manciata di capperi. Ovviamente ho tenute ferme le dosi e ho solo cambiato l'ingrediente in base alla disponibilità del mio frigo. In tal caso non è necessario mettere sale, è molto saporito. Ovviamente appena possibile proverò a fare il cake seguendo la tu ricetta ;). Grazie per le ottime ricette. Giovanna

Alessia ha detto...

Giovanna, in effetti la base da cake salato si presta a un'infinità di varianti ed esce sempre una bontà :) Grazie della tua idea, sarà venuto saporitissimo a leggerlo! Un saluto e a presto! E grazie a te di seguirmi! A.