martedì 13 ottobre 2009

La torta di pane di Sabrina


Diciamocelo. Diciamocelo che avere un blog e tenergli dietro, curarlo con dedizione, non è sempre semplicissimo. Ci vuole tempo, non basta la passione. Ci vuole tanto, tantissimo tempo, quel tempo che - tiranno - spesso manca, sfuggendoci via dalle dita. Non vi sto a dire da quanto vorrei sistemare la grafica del blog e mettere in atto alcune ideuzze che ho maturato: ma mi manca il tempo, e mi mancano anche le capacità tecniche per farlo con sufficiente immediatezza. Però il blog è un po' la nostra creatura, ci rappresenta: attraverso di esso le persone che ci leggono si fanno un'idea di come siamo, di come viviamo, dell'aria che si respira in casa nostra, dei profumi che aleggiano nelle nostre cucine.

Capita, a volte, che queste persone non abbiano a loro volta un blog e decidano di scriverti un'e-mail in privato, chiedendo consigli e suggerimenti, facendoti complimenti, aprendoti a volte un pezzetto delle loro vite, raccontandoti cosa fanno e cosa amano, proponendoti a loro volta ricette. E' un momento di interazione molto bello e piacevole: mi regala un sorriso e mi vizia aprire la posta la mattina e trovare queste e-mail. Con alcune persone si creano anche dei rapporti più stretti e duraturi, fatti di contatti più frequenti, a volte di vere e proprie conoscenze. Ed è a una di queste persone, che ho avuto la fortuna di conoscere e che sto sentendo e frequentando con piacere, la cara Sabrina di Modena, che dedico questo post. La ricetta è sua: ho voluto rendere omaggio a lei e a chi, come lei, legge ogni giorno con passione e affetto il mio blog e dà un senso a quello che, credo con umiltà e passione, ho messo su in questo lasso temporale.
Grazie a tutti della vostra stima!
La torta di pane è una ricetta tipica di molte zone d'Italia. Ognuno la fa a suo modo, è la classica torta di cui ciascuna famiglia ha la sua ricetta, con le sue piccole o grandi varianti. Ne avevo già provata una molto buona, quella con le mele, uvetta e pinoli. Sabrina ha avuto piacere di farmi conoscere la sua versione, che so essere tradizionale della nostra regione: quella con amaretti e cioccolato fondente. La torta ha una consistenza umida ed è assolutamente perfetta per far fuori le onnipresenti scorte di pane raffermo che - ne sono più che certa - stazionano, e spesso si moltiplicano a tradimento durante la notte, nella dispensa di ciascuno di noi. Se è ora di dichiarare guerra al pane vecchio, ecco la ricetta che fa per voi. Altrimenti compratelo e fatelo invecchiare apposta, che questa non potete proprio perdervela ;-)


TORTA DI PANE, AMARETTI E CIOCCOLATO di Sabrina


Ingredienti:

200 gr pane finemente grattugiato

200 gr di amaretti sbriciolati

150-200 gr di cioccolato fondente a pezzetti (per me 200 gr)

150-200 gr di zucchero (per me 150 gr)

2 uova

1 bustina di lievito per dolci

250 ml di panna fresca

1 bicchierino di Sassolino
zucchero a velo q.b.

Utilizzando le fruste elettriche montare molto bene le uova con lo zucchero, quindi, rimestando con un cucchiaio di legno, aggiungere la panna, il Sassolino e gli altri ingredienti: il pane finemente grattugiato, gli amaretti sbriciolati, il cioccolato fondente a pezzetti ed il lievito. Versare il composto in una tortiera a cerchio apribile di 24-26 cm di diametro imburrata e cosparsa di pangrattato (o spruzzata con lo spray staccante) e cuocere in forno caldo a 180° per circa 40 minuti, verificando la cottura con uno stecchino. Far raffreddare la torta, sformarla e cospargerla di zucchero a velo.

50 commenti:

Saretta ha detto...

Hai proprio ragione..il blog chiede ma dà anche molto.
Bellissima questa torta, di quelle che piacciono a me!
bacione

Babs ha detto...

ciao arietta! la torta di pane è veramente un dolce dalle variabili infinite, qui da noi è un must, soprattutto in inverno. io ne ho fatte diverse versioni e a dirla tutta, ogni volta che avnza del pane ne invento una nuova, generalmente in base agli ingredienti che ho in casa. se ti interessa ne trovi un paio di versioni anche qui:

http://chezbabs.blogspot.com/2008/11/pane-ambizioso.html

http://chezbabs.blogspot.com/2009/01/torta-di-pane-seconda-versione.html

ciao e buon pomeriggio!

Libri e Cannella ha detto...

Buona la torta di pane...almeno a me piace, mentre mio nonno non la poteva proprio vedere!! Questa versione mi ispira molto!

Micaela ha detto...

é vero che sono le persone che ci seguono a farci andare avanti nel nostro "lavoro" di foodbloggers! è anche vero che ci vuole tempo, tanto tempo che a volte manca!!!
per quanto riguarda la torta di pane io non ne ho mai assaggiata una! strano ma vero! io sono una di quelle che non hanno neanche una briciola di pane vecchio però mi impegnerò a farlo invecchiare a posta! non posso perdermi questa tortina un bacione.

dada ha detto...

E' vero, il blog richiede tanta dedizione, riflessione e tempo. E questo traspare sempre nelle tue pagine golose :-).
Molto interessante questa versione della torta di pane resa ancora più preziosa dal contesto affettuoso. Bello questo post Arietta, da tutti i punti di vista :-)

Carolina ha detto...

Che bello questo post...
Aldilà della torta di pane di Sabrina, che suppongo essere deliziosa, è bella la relazione e sono belle le parole, i pensieri e tutto ciò che ruota attorno...
Hai ragione quando sostieni che il blog necessita di passione e tempo. E proprio per questo motivo più ci rappresenta e più è semplice portarlo avanti e svilupparlo sempre in meglio.
Perché il blog siamo noi. In tutto e per tutto.
Un abbraccio affettuoso.

Fiordilatte ha detto...

Interessante la torta di pane :) mai fatta, ma quindi posso usare il pan grattato? Io di solito me lo faccio quando avanza il pane... questa ricetta è l'ideale se devi improvvisare un dolce!

PEr quanto riguarda la gestione del blog, hai ragione. E' impegnativo ma allo stesso tempo rilassante... mi spiace sempre molto quando non ho abbastanza tempo da dedicargli. Ma mi consola leggere che siamo tutte umane e non sempre il tempo c'è :)

v@le ha detto...

hai proprio ragione... ci vuole proprio tanto tempo per curare un blog... peccato anche io ne ho veramente poco... son felice per te..
anche a me le persone che seguono il blog metteno felicità e carica allo stesso tempo!

complimenti per questa bella torta

ciao
vale

Mary ha detto...

Questa è una gran signora torta!

Milla ha detto...

Quanto hai ragione cara Ari, il tempo non basta mai, e poi a parte le normali attività gionaliere "programmate", non so a te, ma a me capita sempre qualche imprevisto. Oggi per esempio doveva essere un pomeriggio di relax, dopo una mattinata passata al lavoro ed invece, è arrivato il freddo e mi è toccato tirar giù le scatole per fare il cambio dei panni grrrrrr!!!!

Meglio cambiare argomento, la torta è bellissima e mi immagino il sapore anche se non ho mai assaggiato una torta di pane, ultimamente non ho molti avanzi di pane, ma sicuramente appena si riformeranno la farò!a presto

Morena ha detto...

hai ragione, per curare il blog ci vuole molto tempo e spesso non si riesce a trovarne abbastanza...anch'io ricevo spesso mail ed ho instaurato delle amicizie virtuali..con una in particolare mi sono anche incontrata ed ho perfino scoperto che abita dietro a dove abitavo io e non ci eravamo mai viste!!!

che bel pensiero che hai avuto nel provare la ricetta e dedicare il post a Sabrina!! anche perchè a dire il vero sembra ottima!!
Ma si può usare il normale pan grattato del super?..io faccio il pane in casa, ma non ne avanzo mai!!

ciao Morena

cristina ha detto...

anche a me è successa la stessa cosa! :D tramite il mio blog, ho conosciuto una mia compaesana, ci siamo incontrate e adesso siamo amiche! che bella cosa, che è... ti capisco benissimo!
e capisco anche perchè istighi a far raffermare il pane di proposito: la torta di pane è una delizia! :P yumm!
baci, Cris

Marti ha detto...

Condivido perfettamente i tuoi discorsi sul blog, che ci vuole tempo, e non solo passione... Io sono agli inizi, e devo dire che di giro di conoscenze per blog ne ho ancora poche.. ecco perchè mi fa piacere sapere che forse un giorno potrà capitare anche a me di postare una ricetta d'una persona inizialmente qualunque, che mi ha dato un pezzo di lei, e che possiede un pezzetto di me... è bello!

per la torta, beh, mooolto bella|! Da noi si usa farla con il pane intero, lasciato in ammollo nel latte.. ma quando l'ho fatta anni fa, non è che fosse venuta proprio bene :-P ihih, ritenteròòò!

Arietta ha detto...

Saretta, è vero: un sacrificio a volte, ma comunque una passione da coltivare e un bel mezzo per conoscere persone stimolanti dagli interessi comuni ai nostri! Buona serata!

Babs, a me piace molto: l'altra versione che ho fatto era umidissima e compatta, questa sembra più una torta classica, davvero ottima! Verrò sicuramente a vedere le tue proposte :-))

Libri e Cannella, anche io la trovo ottima! Alla fine gli ingredienti del pane non differiscono molto da quelli che separatamente useremmo per il dolce ;-)

Micaela, io lo faccio anche per un piacere personale, ci mancherebbe, ma la condivisione e l'interesse di chi ci segue è indubbiamente un elemento che ci sprona a continuare e a migliorarci. A volte non ti nego di sentirmi un po' sotto esame: io ce la metto tutta, ma tutti possiamo toppare! Ti consiglio caldamente questa torta: visti i nostri gusti spesso simili non può non piacerti! Un bacione bella!

Dada, è un gran bel complimento, grazie! Lo sai che la stima è reciproca, vero? Ti suggerisco questa torta, è davvero gustosa :-) oltre che frutto di un'amicizia preziosa!

Arietta ha detto...

Carolina, sei sempre molto delicata e gentile, è un piacere leggerti ogni giorno! E soprattutto cogli sempre le sfumature dei rapporti e dei contesti. Il blog siamo noi, è vero: e spero che traspaia sempre ciò che mi caratterizza, da esso! Ti abbraccio anche io!

Fiordilatte, sì, si usa il pangrattato, esatto! Almeno in questa versione, in altre occorre il pane ammollato e strizzato. Questa ricetta è davvero fantastica, di una semplicità disarmante per una resa ottimale! E' stato un piacere pubblicarla, in onore a Sabrina, ma anche per condividerla con voi! Baci!

V@le, eh già, il tempo è poco, e ogni cosa, dalla scelta della ricetta, alla sua sistemazione, alla scrittura del post, alle foto e al ritocco delle stesse, alla risposta ai commenti e al commento degli altrui blog...occupa tanto tempo! Si fa come si può, ma vedo siamo tutte nella stessa barca! Grazie, buona serata!

Mary, grazie!

Milla, gli imprevisti sono dei guastafeste con cui tocca convivere: ti dico solo che ho perso la mattinata in giro per sbrigare burocrazia, che condanna! Mi raccomando, ora l'imperativo è far avanzare del pane!! Baci!

Lauretta and Mary ha detto...

Stupenda questa tortuzza!!! Complimenti per tutte le ricette che proponi sono super!! baci

Fra ha detto...

E' verissimo avere un blog richiede tanto tempo e a volte ho come l'impressione di non riuscire a gestirlo come vorrei...però regala davvero tante emozioni e gioie...io sono contetissima di essere in contatto con nuove persone che nonostante non conosca personalmente trovo fantastiche. Questa torta è davvero un dolcissimo esempio di ciò che i nostri piccoli spazi ci regalano, perchè dietro a questa deliziosa ricetta sono sicura si nasconda una ragazza altrettanto speciale
Un bacione
fra

valina ha detto...

posso aggiungere che richiede anche denaro?? :-P
io ho comprato la refelx praticamente sl per il blog...poi tra piattini, ciotoline...:-D

Sara ha detto...

Eh si in effetti ci vuole un sacco di tempo per aggiornare e curare il blog, in effetti anch'io vorrei apportare un sacco di cambiamenti, ma non trovo mail il tempo!!! Questa preparazione mi piace, innanzitutto perchè mi piacciono molto le ricette tipiche delle varie zone italiane, e poi li da voi si dice che si mangi davvero bene...

manu e silvia ha detto...

E c'hai proprio ragione....è proprio il tempo che ci vuole per mandare avanti un blog.
Le amicizie nate con questo mezzo però, secondo noi, son proprio da coltivare, una passione che unisce c'è comunque alla base, quindi perchè non portarla avanti anche fuori dalla rete?
Buonissima questa torta! Anche secondo noi ci sono mille versioni, e quella che ti ha dato sabrina sembra davvero buonissima: amaretti e cioccolato è un ottimo connubio.
baci baci

magik ha detto...

Ciao sono una tua coetanea sto cercando anch'io di fare un blog di cucina, o più che altro dei miei tentativi in cucina, e ho girato e navigato parecchio in cerca di ispirazione e volevo farti i complimenti perchè finora il tuo blog è davvero uno dei più carini che ho visto!! io non ho molto tempo, mezzi nè tantomeno capacità tecniche ma spero di riuscire a farne uno che sia almeno un decimo del tuo!! Bella la torta, domani la provo subito!Ciao

Virò ha detto...

In questi giorni si parla tanto di ricicli e questa ricetta capita a fagiolo.

Con il pane avanzato preparo una versione simile che arricchisco con le noci oppure lo utilizzo, ammorbidito nel latte, per le polpettine di pesce: l'importante è non sprecarne neppure una briciola...

Lydia ha detto...

Come è tutto verissimo quello che dici: tempo, dedizione, ma anche idee e fantasia.
Ammetto la mia grande lacuna, non ho mai fatto una torta di pane

Camomilla ha detto...

Come ti capisco! E' proprio un grande impegno quello del blog. Curarlo, abbellirlo, renderlo interessante dal punto di vista grafico e dei contenuti non è sempre una passeggiata. Vogliamo parlare anche del fatto di mettersi sempre in cerca di nuove idee?

Hai ragione, come dosi questa torta di pane è molto simile alla mia, io ci sono particolarmente affezionata perché questo dolce è sinonimo delle grigliate in famiglia e mi fa tornare alla mente sempre ricordi piacevoli. Io seguo sempre la ricetta di mia zia. Sono certa che anche questa sarà ottima :)

Buona giornata!

SABINA ha detto...

posso dire che condivido tutto quello che hai scritto! :)) compresa la torta di pane, che sembra davvero morbidissima e buona!

Arietta ha detto...

Morena,sono proprio preziose queste conoscenze vero? Allora, la torta puoi farla anche col pane grattugiato del super, a patto che sia fine: spesso io lo trovo solo un po' grossolano, nel qual caso ti consiglio di frullarlo ancora un po' al mixer per ottenere una texture ottimale!

Cristina, vedo che siamo tutte accomunate da queste conoscenze grazie al blog! Che bello! Istigarvi? No, dai...è solo un caldissimo suggerimento ^_^

Marti, non preoccuparti, anche per me l'inizio è stato lento e abbastanza in sordina, è normale credo. Dopo un po' che si commenta ci si fa un giro di conoscenze, alcune durature, altre fugaci, e si diventa come una famiglia virtuale :-) Quando parlo delle "amiche di blog" ora non mi guardano più così strano come un tempo! ;-)
Ti consiglio senz'altro di riprovare con questa torta: è buonissima, non ti deluderà! Un bacio!

Lauretta & Mary, grazie, come sempre molto gentili!

Fra, condivido la tua impressione: mi sembra sempre che manchi qualcosa sai...eppure i riscontri sono sempre positivi! Sabrina è proprio una signora speciale: penso di avere parecchie cose da imparare da lei e dalla sua esperienza! Buona giornata!

Arietta ha detto...

Valina, purtroppo è vero. Io per forza di cose devo limitarmi molto, guadagno una fesseria col mio lavoretto da babysitter e ora ci sono decisamente altre priorità :-( Non ti nego che questo mi crea molti malumori...faccio la voglia praticamente su tutto...

Sara, che dramma...avanti così non lo farò mai! Rimando sempre, mi dico: se non lo faccio bene subito non lo faccio proprio...e via che rimando! Sul cibo emiliano non posso che confermare, ma io sono golosissima anche delle pietanze delle altre regioni!

Manu e Silvia, sì, sono senz'altro amicizie da coltivare: non è affatto facile conoscere persone che condividano a pieno la nostra passione e non ci guardino come se fossimo aliene, lo so bene :-D Questa torta, qui, è un classico: provatela! Baci

Magik, benvenuta tra noi allora e in bocca al lupo per questa avventura! Ti ringrazio molto, mi fa piacere questo complimento: sono sicura che col tempo imparerai a organizzare il tuo blog nella maniera migliore, che è sempre quella che ti rispecchia e ti descrive! Fammi sapere per la torta, mi raccomando! A presto!

Virò, qui viviamo di ricicli. Non mangiando tanto, come famiglia, ci son sempre avanzi in giro, e io posso cucinare davvero poco. Un dolce dura giorni. Questa è sparita, volatilizzata. Buon segno direi ;-) Il pane non si butta mai, si trova sempre qualcosa di buono: torte, canederli, polpette, crostini per le vellutate... Sono curiosa delle tue polpettine di pesce: ne mangiamo sempre poco per colpa di mia madre che non lo tollera. Mi faresti avere la ricetta? Grazie!

Arietta ha detto...

Lydia, idee ne ho tante, ma pochissime vengono attuate. E' bello lavorare di fantasia, ma a volte vorrei anche concretizzare un po' di più. Questa cosa spesso mi deprime :-/ Beh, direi che è ora di colmare la lacuna, che ne dici? :-)

Camomilla,tu ci riesci egregiamente! Il tuo blog è sempre curatissimo, aggiornato e preciso, nonostante gli impegni te lo gestisci a meraviglia! A volte credo faccia bene alla nostra salute mentale uscire un po' dagli schemi e dai dogmi, ma non è sempre facilissimo, vero? Appena Sabrina mi ha dato quella torta di pane, mi sono ricordata che l'avevi proposta anche tu, ho confrontato un po' le ricette e ho notato la quasi totale similitudine: saranno buonissime entrambe! Un abbraccio bella!

Sabina, è davvero come dici! Ciao, buona giornata!

Onde99 ha detto...

E'verissimo, senza i commenti dei lettori che ci seguono, nessuno di noi avrebbe voglia di curare il suo blog: io ho cominciato per soddisfazione personale, ma poi ho scoperto il piacere di trovare seguito alle mie ricette, per non parlare delle (rarissime) volte in cui qualcuno ha pubblicato una ricetta ispirata alle mie... in quei momenti sembra davvero di fare qualcosa di buono!
Questa torta mi piace molto, perché utilizza il pane grttugiato, che in casa mia non manca mai, a differenza di quello raffermo, che invece non avanza nemmeno a comprarlo apposta per farlo invechiare, come tenterei di fare in estate per la panzanella, che infatti non riesco mai a preparare

Fantasilandia ha detto...

Condivido con quello che hai scritto, purtroppo il tempo e la vita quotidiana non riesce a liberarci totalmente in ciò che ci piace fare ma, si cerca sempre ad ogni modo di accontentare i ns desideri e passioni. E' verissimo su ciò che scrivi sulle amicizie e rapporti grazie a questo mezzo (blog). Ogni volta che giro fra di voi e leggo i vs commenti sono felicissima e mi sento parte di una cosa bellissima. E' difficilissimo mantenere una certa costanza nel scrivere e passare a trovare tutte, aiutooooo!!! Ma, non per questo....io penso ad ognuna di voi e mi lega un nastrino dal cuore di tutte al mio!
Bene ....ammetto di essere stata prolissa ma, era per confermare tutto ciò che hai scritto.
Ahhhhhhhhh....dimenticavo, la torta...... che spettacolo!!! Sai che non l'ho mai fatta? Ma guardando le immagini deve essere slurposissima!!!!
Bacissimiiiiiiiiiiiiiiiiii

dolci a ...gogo!!! ha detto...

ooooooooh davvero un incanto questa torta!!!con il pane è una vera novita per me davvero deliziosa!!bacioni imma

Maurina ha detto...

Stampo anche questa ricetta perche' e' troppo buona!

Chiara ha detto...

bellissimo questo post!!le tue riflessioni, osservazioni sono così vere!
il blog, questo angolo, questa parte di noi che ogni giorno ci fa raccontare, condividere con passione, dedizione, amore!
quell'amore e quella passione, curiosità, ricerca....che ogni giorno metti in questo tuo meraviglioso mondo!
la cosa più bella sono le amicizie, i rapporti che pian piano nascono per poi crescere e diventare ogni giorno più belli, scambiarsi, ricordi, ricette, emozioni!
baciii

iana ha detto...

Mai sentita pane e cioccolato, ma sembra troppo invitante1

il_cercat0re ha detto...

è un dolce che non ho mai assaggiato perchè dalle mie parti non si usa, ma l'ho visto spesso in giro per la rete e questa versione mi attira molto, per cui penso che la proverò!

minnie ha detto...

Hai ragione Arietta cara, il blog richiede tanto tempo e dedizione.
Penso che la maggior parte di noi abbia iniziato così per gioco tanto per tenersi le ricette e poi, spronata dai successi abbia continuato mettendoci tutto l’impegno, l’amore e la passione.
I nostri blog un po’ ci rappresentano, sono come la nostra seconda casa e ovviamente tutti ci teniamo a tenerla un po’ “in ordine”, a presentarla sempre al meglio.
Non nego che anch’io mi sono lasciata un po’ prendere la mano ma, per evitare di uscirne pazza, ho rallentato un pochino i ritmi; nonostante tutto sono pienamente ripagata e questo penso che succeda anche a te.
Il tuo blog è proprio bello ed è sempre un piacere passare qui da te!
Qualche idea si trova sempre!!!
p.s. a proposito di idee quando posti qualche ricettina del famoso libro “gnocchi, canederli ecc.”???

Morena ha detto...

Grazie Arietta....io a differenza tua trovo solo il pane finie fine!!

allora la segno!!!ciaociao!!

Carolina ha detto...

Tienes un Blog precioso! Muchas felicidades!

Un beso desde España

Albertone ha detto...

Son daccordo anch'io, il blog richiede tempo, ma è anche vero che da molte soddisfazioni e fa conoscere persone speciali molto vicine al nostro modo di vivere e sentire.
Venendo al dolce... lo segno subito: dalle nostre parti la facciamo come nella versione con le mele, ma questa versione di Sabrina con cioccolata ed amaretti va provata.
Alberto

sweetcook ha detto...

Così come ti ho copiato l'altra torta di pane, mi sa che ti copierò anche questa, sembra altrettanto deliziosa, poi tu sai quanto io ami il cioccolato :)

LAle ha detto...

cara ciccetta hai proprio ragione......ci vuole tempo.....tanto tempo....questa torta è splendida sai??? e le tue foto sono veramente bellissime...

sabrine d'aubergine ha detto...

Cara Arietta, mi piace così tanto che ci sia anche tu nella blogsfera... mi piacciono le tue ricette, certo, ma ancor di più quello spirito giovane eppur gentile che ogni tuo post lascia trasparire. E' bello quello che scrivi a proposito del contatto con i lettori, un rapporto se vogliamo virtuale, ma che diviene consuetudine e finisce per far parte della nostra vita...
Ti saluto, non voglio invadere il tuo spazio, ma ci tenevo a dirti che mi piace questa tua... "arietta" gentile! (dedica alla tua amica Sabrina compresa). A presto (possibilmnte con torta di pane fatta, ma sono in giro per l'Italia con pochissimo tempo...). A presto
Sabrine

Moscerino ha detto...

certo che a guardare il tuo blog non si direbbe ti manchi il tempo per curarlo. ci sono sempre nuove ricette e tutte particolari e molto curate. è davvero un piacere da guardare! so che hai letto del mio momento di crisi, e dato che voglio superarlo ho deciso, in attesa di trovare nuova ispirazione, di visitare più assiduamente i vostri blog sperando che mi torni la voglia di cucinare!

Anonimo ha detto...

http://riposto.wordpress.com/2009/11/04/torta-di-pane-al-cioccolato-e-ammaretti/
in questo blog hanno usato la tua stessa foto.....
stavo cercando gli ingredienti di questa torta buonissima per passare al supermercato e rifarla stasera... e ho trovato un foto che mi ricordava la tua.
Saluti.

Alessandra

Anonimo ha detto...

Carissima, non ti ho mai lasciato messaggi, ma sappi che ti seguo sempre! Sei bravissima, e ti auguro con il cuore di raggiungere tutti i tuoi obiettivi.
Ti lascio questo commento per dirti soprattutto grazie.
Grazie Arietta per questa ricetta.
Sì sì. Tu non sai da quanti anni era che la cercavo. Una prelibatezza dispersa nella mia infanzia. Una prelibatezza ritrovata che inonda di profumo e ricordi la mia cucina. Veramente grazie anche da mio marito, che oramai somiglia di più a questa torta che all'uomo che ho sposato.
Charlie.

Gabriella ha detto...

Cara Arietta, da quando ho visto questa torta, la sua immagine mi è praticamente rimasta impressa e temo che non mi abbandonerà finchè non la preparerò... A questo punto, avendo una cena lunedì sera, ho pensato di approfittarne per togliermi questa ossessione, certa che sarà così buona che svilupperò l'ossessione consequenziale (di rifarla ogni volta che sarà possibile). Il problema è che lunedì sarò tutto il giorno impegnata, perciò volevo sapere se secondo te posso prepararla domenica.

Grazie.
Gabriella.

Arietta ha detto...

Gabriella, spero non sia troppo tardi, purtroppo non mi connetto di frequente nel weekend: comunque sì, puoi farla tranquillamente oggi per domani! Spero ti piacerà, fammi sapere! A presto!

Rita ha detto...

Ciao Arietta, ho fatto questa torta e devo dire che è fantastica. In più mi permette di riutilizzare il pane e per me che odio gli sprechi è proprio l'ideale. Ho solo un dubbio: nella ricetta ci sono 250 ml di panna fresca. Va aggiunta liquida o montata? Io l'ho aggiunta liquida e la torta è venuta bene, ma il dubbio mi è rimasto.

Alessia ha detto...

Cara Rita, ma sei tu! E' tanto tempo che non ci sentiamo, stai bene? :) Chiamami pure con il mio nome, sono anni che non utilizzo il vecchio nickname e d'altronde ci conosciamo anche di persona :)
Mi fa piacere che tu abbia provato questa torta deliziosa, una delle mie preferite in assoluto, sia per il sapore, sia per le ragioni antispreco che condividi, sia perchè si tratta di una ricetta della nostra tradizione!
La panna fresca va aggiunta proprio così com'è, senza montarla, quindi la ricetta così come l'hai seguita è corretta.
Un saluto!

Rita ha detto...

Ciao Alessia! Sì, il dubbio che fossi tu mi era venuto... Modena, Alessia... ma il nome sulla foto e nei commenti mi ha fatto pensare di ricordare male... e invece no!

Questa è una delle mie torte preferite e ha di bello che è anche veloce da preparare (meno male che non si deve montare la panna), voglio insegnare a mia figlia 15enne a prepararla, così quando devono fare autofinanziamento con gli scout è autonoma.

Che piacere risentirti! Ti auguro buone vacanze e buona estate!