giovedì 8 ottobre 2009

Cornetti alla crescenza, prosciutto cotto e timo


Cucina Moderna ha colpito ancora. Fessa io che mi faccio tentare dalle proposte golose ma inaffidabili? Forse, vi concedo il beneficio del dubbio. Però, suvvia, chi avrebbe resistito all'idea di cornetti di pasta sfoglia farciti con un cremoso e profumatissimo ripieno di crescenza, prosciutto cotto e timo? Io no: umana sono, e pure golosa, ahimè. I problemi ci sono stati, e non pochi. Primo, il fatto che il ripieno sia decisamente troppo per la quantità di sfoglia indicata dalla ricetta, il che mi ha obbligato a rimediare in extremis impastando della brisèe. Secondo, il fatto che la delicatezza della pasta sfoglia richiede una farcitura minore della cucchiaiata indicata, pena la difficile chiusura della stessa e la sua apertura in forno, con conseguente spatasciamento dell'80% del ripieno sul fondo della teglia, provvidenzialmente rivestita di carta forno. Il ripieno era ottimo, ma vi garantisco che avrei preferito mangiarlo convenzionalmente, che non raccattandolo alla benemeglio con un cucchiaino.

Oh insomma, se a volte il titolo di questo blog mi sembra stupido, infantile e lontano dal mio gusto attuale, altre volte riconosco che la ritrosia a cambiarlo, oltre ad essere frutto dell'affezionamento, rimanda ad un buon livello di obiettività in ordine al fatto che io pasticciona lo sono davvero. Magari a volte l'imprecisione delle riviste potrebbe delineare un concorso di colpa, la butto lì eh...


Comunque sia, i cornetti che si sono salvati non erano buoni, erano ottimi! Chiudeteli bene bene, perdeteci tutto il tempo che vi occorre, ma chiudeteli BENE (chiaro il concetto?! ;-)) La versione con la sfoglia, per la sua delicatezza, ha riscosso più favori di quella con la brisèe. Quelli di brisèe, di contro, erano esteticamente più presentabili, ma sottolineo che qui non si son fatti particolari problemi a sbafarsi gli uni e gli altri. Con buona pace della rivista, che stavo per scaraventare fuori dalla finestra con un lancio da standing ovation olimpica.


CORNETTI ALLA CRESCENZA, PROSCIUTTO COTTO E TIMO

ricetta tratta e modificata da Cucina Moderna - ottobre 2009

Ingredienti x 6 persone:

300 gr di pasta sfoglia surgelata (se non la trovate prendete due dischi di sfoglia, ve ne avanzerà un po' ma con un solo disco il ripieno previsto dalla ricetta è eccessivo); in alternativa potete farli con della pasta brisèe, come ho fatto io

175 gr di crescenza

100 gr di prosciutto cotto in una sola fetta

2 tuorli

30 gr di parmigiano reggiano grattugiato
un mazzetto di timo
semi di sesamo q.b.
noce moscata

sale e pepe


Scongelate la pasta sfoglia, se l'avete trovata surgelata.
In una ciotola lavorate la crescenza con un tuorlo, il parmigiano grattugiato, una grattata di noce moscata, una macinata di pepe e un cucchiaio di foglioline di timo. Tagliate il prosciutto cotto a dadini minuti e amalgamatelo alla crescenza. Insaporite il tutto con un pizzico di sale e un'altra macinata di pepe.

Su di un foglio di carta da forno stendete la pasta sfoglia (o la brisèe) a uno spessore di mezzo cm scarso (o srotolate i dischi di pasta sfoglia) e ritagliate 8-12 triangoli a seconda delle dimensioni che vorrete ottenere. Tirate delicatamente i triangoli di pasta, dal lato del vertice, in modo da ottenere dei triangoli piuttosto lunghi: in questo modo i cornetti verranno più carini.
Mettete una cucchiaiata di ripieno (senza eccedere, altrimenti il ripieno uscirà in cottura) vicino alla base di ogni triangolo e, partendo da questa, arrotolate strettamente la pasta sul ripieno, sigillando bene le aperture e curvando le estremità dei cornetti. Trasferite la carta forno con i cornetti su di una placca, quindi spennellateli con il tuorlo rimasto sbattuto con un pizzico di sale, cospargeteli con il sesamo e cuoceteli in forno a 200° per 18-20 minuti, fino a doratura.


Auguro sin da ora un buon weekend a tutti, ci risentiamo la settimana prossima perchè io domani, finalmente (!!!), parto per Stoccarda! Peace, love...& cooking!

50 commenti:

Albertone ha detto...

Che belle le brioches salate. Stavo proprio cercando qualche ricettina salata da preparare e le tue brioches sono troppe sfizione.
Poi con i consigli che ci hai dato.
Grazie e bravissima
Alberto

Carolina ha detto...

L'importante è aver messo in pancia (qualche!) tale bontà! ;)
Capita spesso anche a me di provare una ricetta trovata su una rivista o in un libro (e che libro...) e rimanere totalmente delusa. Ma non per il gusto della ricetta, ma per l'errato procedimento indicato nel testo.

A me il titolo del tuo blog piace molto. In particolare "gli sbuffi di farina sul naso"... :)
Un bacio!

SUNFLOWERS8 ha detto...

Ciao! Anche a me Cucina MOderna ogni tanto mi "frega" eppure è della stessa famiglia di Sale e Pepe che adoro. Comunque sapendo la loro approssimazione, sarei partita con ridurre la dose degli ingredienti o raddoppiare la pasta sfoglia, tanto anche qui, golosi come siamo, non si butta via niente! Alla faccia della rivista ti sono usciti benissimo, sono proprio belli. Brava brava
Sonia

Simo ha detto...

Mamma mia quei cornetti li avevo notati anch'io...e comunque hai ragione, spesso le ricette vanno modificate...anch'io sono una pasticciona nata, però.......
Comunque il risultato che hai ottenuto è stato favoloso, sicuramente saranno stati spazzolati in un nanosecondo!
Buona vacanza, a presto

Camomilla ha detto...

Buongiorno tesoro! Come ti dicevo ieri è capitato più volte anche a me di trovare qualche ricetta non proprio affidabilissima sulle riviste (ma anche in alcuni libri) e capisco che in quei momenti venga un bel nervoso... Comunque alla fine guarda che bei cornetti che hai tirato fuori, credo che anch'io avrei mangiato entrambi i tipi senza fare troppi complimenti ;)
Beata te che vai a Stoccarda, statemi bene e divertitevi. Salutami M.
Un abbraccione

p.s.: ieri è andato tutto bene ;)

Benedetta ha detto...

pasticcio o no, cara ari, sono bellissimi e ci credo che il ripieno fosse buono!e poi bisogna sperimentare, sbagliare, senno ad azzeccarle tutte al primo colpo che gusto ci sarebbe? io nell'ultima settimana ho dato il meglio di me,hai presente quando ti cade pure tutto dalle mani?ecco...cosi'!
buona giornata, un abbraccio

sabrine d'aubergine ha detto...

E brava Arietta! Per fortuna ci sei tu a provare le ricette in anticipo, così quando ce le passi ci fai anche l'analisi "punti di forza, punti di debolezza"... e i ripieni in genere sono dei punti di debolezza! Almeno al momento della preparazione... Si trasformano in punti di forza solo al momento dell'assaggio! Grazie dunque anche per questa bella e fattibile ricetta (io mi sto un po' stufando di certe cose improponibili a tavola che vedo in giro...), che mi hai fatto venir voglia di riproporre a casa mia (mi chiedo se con della pasta brioche... vedrò, dipende dalla voglia). Intanto buon viaggio a Stoccarda e... peace, love &... eating! a te (a meno che non parta con mestoli e pignatte per cucinare anche in trasferta...). A presto Arietta

Marilì di GustoShop ha detto...

Mi unisco anch'io alla "standing ovation olimpionica", chè queste riviste spesso sono una sola (o aperta mi raccomando). Io non ne compro più da anni, mi "nutro" solo di blog e di fantasia...COmplimenti però perchè il risultato, checchenedicatu, è invece davvero invitante e guardando quei cornetti soffici mi sono guardata intorno qui in ufficio come preoccupata che gli altri potessero sentire il profumo di queste delizie appena sfornate !!! Ciao!

Arietta ha detto...

Albertone,non so se si possano proprio definire brioches, perchè la consistenza è diversa, ma fatto sta è che sono buone, e se ti ispirano mi fa molto piacere! Sei sempre molto gentile, grazie! :-)

Carolina, non ne è rimasto nemmeno UNO! VO-la-ti-liz-za-ti! Ed eravamo in 4 eh...Le delusioni sono sempre dietro l'angolo, poi io precisa come sono mi indispettisco anche di fronte al minimo inconveniente ;-) Che pesa che sono!! :-P Un bacione ciccina!

Sunflowers, a me ha fregato anche Sale & Pepe...maledetti! :-P Ancora sono un po' impedita nel captare le dosi farlocche, ma per fortuna a impastare un po' di brisèe non ci è voluto niente. Dovrei prendere anche la (sana?) abitudine di comprare della sfoglia in più, da congelare all'occorrenza, ma temo sempre la reazione di mia mamma, già provata dai miei acquisti indisciplinati in fatto di cucina! Bacio!

Simo, i pasticci ci accomunano, di nome e di fatto? ;-) L'importante è salvarsi sempre per quanto possibile e che gli altri apprezzino: è la maggiore soddisfazione. Vederli mangiare così di gusto mi ha ridato il sorriso e ho riso pure io della mia arrabbiatura iniziale! Buona giornata!

Camomilla, sono tanto felice che ieri sia andato tutto per il meglio: sarai molto sollevata! :-) Festeggiamo!! (pèpè pèpèpepè!)
Quanto al resto, hai azzeccato, al momento viene un gran nervoso, ma poi mi passa se vedo che tutti apprezzano lo stesso, non figurandosi nemmeno ci fosse stato un problema! Un bacione e a presto! ;-)

Fra ha detto...

Capita capita eccome se capita di seguire una ricetta di una rivista e trovarsi con dei veri e propri disastri. Sinceramente molto spesso dalle riviste mutuo l'idea e poi seguo un po' il mio istinto...comunque questi cornetti hanno un aspetto delizioso e il ripieno deve essere davvero goloso
Un bacione e buona giornata
fra

Arietta ha detto...

Benedetta, il ripieno era strabiliante, ho sbavato per mezz'ora ;-) Hai ragione che c'è sempre da sperimentare, sbagliare e correggere, ma a volte....che nervoso viene?!? Suvvia, che hai combinato tu? ;-) Bacioni!

Sabrine, in effetti non mi permetterei mai di pubblicare una ricetta senza averla prima debitamente riveduta e corretta, per questa ragione (ma anche per me medesima) riscrivo sempre tutto con precisione! D'altronde cerco sempre di proporre le cose, ai miei commensali e a voi, con precisione e in modo appetibile, anche l'occhio vuole la sua parte: io per prima avrei il rigetto se così non fosse. Posso chiederti a che tipo di ricette ti riferisci? Riviste o altro?
Per me sarà senz'altro eating...io mi riferivo invece a voi, che continuerete a cucinare per consentire a me di godere delle ricette e delle foto al mio repentino ritorno!! A prestissimo, dunque!

Marilì, e nonostante tutto io non riesco a rinunciarci: mi piacciono le idee e spesso la presentazione è fonte per me di grande ispirazione e immensi sospiri. Ne sono drogata, e pensare che mi limito a due o tre! Il risultato, impicci a parte, è stato mooolto soddisfacente, li rifarò ancora! Buona giornata :-)

Fra, infatti il mio blog è il tripudio delle lamentele a riguardo ! Forse sono io che non riesco a cogliere i problemi e a prevenirli, perchè vedo che poi in molte non riscontrate problemi,agendo di testa vostra: io pasticcerei comunque ;) Un bacione!

manu e silvia ha detto...

Eh...quante volte è successo anche a noi..segui pari pari la ricetta..ma poi tutto và in sfacelo..e tu ti chiedi cosa c'è di sbagliato..e cerchi le più strane soluzioni pur di rimediare!
Sei stata grandissima: questi cornetti ci sembrano una meraviglia..certo, un ripieno proprio sfizioso!!
un bacione

Sara ha detto...

Bellissimi e apparentemente veloci e d'effetto. Contro le ricette imprecise io vorrei un giorno indire una manifestazione di piazza un boicottaggio o che ne so, però sto anche imparando che con l'esperienza ci si fa l'occhio, e dopo un po' gli errori si smascherano già sulla carta ad una prima lettura e possono essere corretti prima di fare un poccio o consumare ingredienti.
Queste io le faccio con la feta tagliata sottilissima che è solida e non cola, il prosciutto e sopra i semi di sesamo. Però con la brisèè mi soddisfano di più.
Buon(meritato)viaggio, noi ti aspettiamo qui.

Odeline ha detto...

Ahha che golosità che vedo...mamma mia ogni volta che vengo qua proverei a rifare tutto..sei bravissima!

Federica ha detto...

sfiziosissimi questi cornetti!!

Sara ha detto...

Uhhh quante volte mi è successo, meno male che non sono l'unica, cmq sembrano buonissimi, e son venuti molto bene quelli della foto....

sweetcook ha detto...

Ummmmm...quindi...si devono chiudere bene. Afferrato il concetto!! Li sto ammirando da mezz'ora, segno che li farò al più presto:)) Bbbbbbbbboni ^_^

Immagino il "fastidio" di recuperare il ripieno sulla teglia, ihihh^_^ Bacetti:)

Milla ha detto...

Inconvenienti che possono capitare, però anche io su alcune ricette più volte non mi sono trovata bene al momento dell'esecuzione, un pò troppe imprecisione della rivista in oggetto e ovviamente la mia inesperienza hanno fatto il patatrac!!!Ma cmq inconvenienti a parte l'idea di questi cornetti è ottima veramente!

Babs ha detto...

che belle!!!! lo scorso anno ho provato a riempirle di broccoli e taleggio, neppure io ci credevo a quanto fossero buone! non si sbaglia mai con questi cornetti salati!

Arietta ha detto...

Manu e Silvia, mal comune mezzo gaudio, si dice, no? ;-) Alla fine è stata meno tragica del previsto: erano veramente gustosi! Ciao!

Sara, per la manifestazione ci sto, ho sempre desiderato ribellarmi :-P Io è già un po' che cucino, eppure mi faccio sempre fregare, almeno che non si tratti di cose proprio plateali. Ma dimmi una cosa: come ti trovi con la feta nei salati? Io ho provato quest'estate uno strudel salato di cui ero -sulla carta- entusiasta e che all'assaggio era una ciofeca indescrivibile (almeno per me, i miei l'han mangiato boh): era salatissimo, la feta gli aveva dato un gustino acido e salaticcio orripilante. Dimmi, dimmi, svelami tutti i segreti della feta in cottura...

Odeline, mi fa molto piacere, grazie mille!

Federica, grazie

Sara, quelli della foto sono esattamente tutti quelli fatti ;-) (quelli che mi han dato problemi sono quelli si sfoglia, in alto, di quelli di brisèe ne ho messo solo qualcheduno di rappresentanza!)

piera ha detto...

mi sembra che il tempo perso per chiuderli sia meritato, se il risultato è quello delle foto! bisogna sempre sperimentare per migliorere..giusto?..bacioni

Arietta ha detto...

Sweetcook, tesorina, mi fa piacere che ti gustino: il ripieno è speciale davvero! Ahahahah: chiudili bene eh?!! Ma sono sicura che ti verranno benissimo: quando rivedo le ricette che ho proposto io da te mi sembrano sempre diverse dal gran che ti riescono bene, anzi meglio! Il ripieno sulla teglia....che odio....ma che buono!! Mica potevo buttarlo no? Bacio!

Milla, in effetti a volte basterebbe qualche dettaglio in più, che immagino per fretta e spazio sulle riviste tralascino....grr....Per fortuna che li frego sempre alla fine!

Babs, broccoli e taleggio mi ispira da matti, devo provarlo! Anche se, sul fatto che non si sbaglia mai, dopo questa ricetta avrei, ehm, qualche postilla....ihihih!

Piera, forse sembrano meglio, nella massa, di quanto in effetti fossero. Quelli di sfoglia erano bruttarelli e un po' rotti dove la sfoglia si era inumidita a causa del ripieno fuoriuscito...sigh...Meno male che al palato eran divini!

Micaela ha detto...

Ale è vero, a volte le ricette che si trovano sulle riviste non azzeccano le dosi, così ti ritrovi o troppo ripieno o al contrario troppo impasto! tutto sommato devono essere squisitissimi!!! un bacione

Edi ha detto...

Anche a me è capitato di cimentarmi con ricette che poi mi hanno lasciata di stucco.. un'imprecisione qui, un'ammaccatura lì.. insomma... già pasticcio di mio se poi ci si mettono anche loro non ne esco più!! comunque tu testi.. io copio.. bhè.. direi che mi va proprio bene!!! sono stupendi ed immagino squisiti!!

kristel ha detto...

Capita spesso conle ricette delle riviste, poi chissà perché visto che dovrebbere essere perfette. Dalle foto mi sembra che tu abbia rimediato benissimo. Anche io voto per quelli con la sfoglia!!!! Buon week-end!

Onde99 ha detto...

Ma lo sai che ho finito ora di parlare con una mia amica di certi involtini di phyllo, fatti giorni fa, seguendo una ricetta che prevedeva una quantità di ripieno assolutamente esagerata rispetto alla pasta? Saremo anche pasticcione, ma mi sembra che anche le ricette a volte siano poco precise. I tuoi cornetti sembrano comunque molto appetitosi e io un ripieno così lo mangerei spesieratamente anche raschiandolo dal fondo della teglia, meglio se un po' bruciacchiato!

dauly ha detto...

che dire???....sarai una pasticciona,ma a me sembrano perfetti!!!!
buon viaggio
dauly

dolci a ...gogo!!! ha detto...

wow buonissimi e golosi!!!!ottimo abbinamento!!baci imma

Morena ha detto...

Non riesco a capire perchè la maggior parte delle riviste e dei ricettari non riporti le dosi giuste degli ingredienti...spesso bisogna provare e riprovare le ricette fino a trovare il giusto compromesso...anch'io mi faccio spesso tentare da libricini e giornali per poi buttarli nella spazzatura (come stamattina) una volta che mi son resa conto che sono assurdi...Comunque sia, te la sei cavata benissimo!!!i cornetti hanno un ottimo aspetto!!!Brava!!

fiOrdivanilla ha detto...

ma che belle briochine!!
altro che cucina moderna... devis criverle tu le ricette anzi, TRAscriverle! ahhaah tutto il procedimento un poco errato insomma.. fortuna che ci regali i tuoi suggerimenti e le dovute precisazioni.. così possiamo farle evitando certi danni!
proprio belle comunque, brava!

Virò ha detto...

Non azzardarti a cambiare nulla del tuo blog: nè il nome, nè l'impostazione, nè la passione con cui lo curi!

I cornetti sono interessanti ma i giornali, ne avevamo già parlato, mi hanno stancato: sono ormai in quasi definitivo sciopero da carta stampata, ormai solo food-blog, affidabili, interattivi, divertenti e...veri!

Buon fine settimana: fotografa, assaggia e, soprattutto, riposa!

dada ha detto...

Noo, non cambiare il titolo è troppo carino e dà voglia di tuffarsi nel tuo mondo!
Adesso pero' mi hai conquistata con questi cornettini passati ai raggi X ;-) Buona serata!

Libri e Cannella ha detto...

Certo che le riviste a volte proprio non ci prendono eh? Ma io dico non le provano le ricette? Bha! Comunque alla fine il risultato mi pare ottimo e ti devo confessare che forse non avrei mai pensato di abbinare timo e prosciutto...

Fiordilatte ha detto...

Nooooooo non ti azzardare a cambiare titolo al blog!Non saresti più tu...per me ormai Arietta = Muffin+Cookies+Pasticci ^__^ cambia header, cambia colori, cambia layout ma il nome no. E' troppo carino.

Mi stai scoraggiando sai? Non ho mai comprato cucina moderna...ma non mi ispira! Le idee sono ottime, ma devi sempre correggerle :)

minnie ha detto...

Beh, a guardare queste foto non si direbbero venuti così male!!!
E, a dir la verità, mi hai messo una voglia di provarli ^__^
Buon w.e. a Stoccarda!!!

Antonella ha detto...

Il bello è proprio questo.....sperimentare, riadattare e... gustare! ;-9
Buoni.....li chiuderò...benissimo! ;D
Un abbraccio

Piccipotta ha detto...

del resto se in cucina non si pasticcia non ci si diverte..e per cucinare è soprattutto divertimento...
immagino quanto dovevano essere buoni....
buon fine settimana..
Giulia




piccipotta
www.amaradolcezza.blogspot.com

FairySkull ha detto...

che spettacolo !!!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Spero che a Stoccarda ora il tempo sia più clemente e tu ti stia godento la festa della birra (e il mercato!!!).
Io intanto mi gusto qualche cornettino virtuale.
Baci
Alex

Shari ha detto...

Wonderful!

ღ Sara ღ ha detto...

sno bellissimi! anche io adoro Cucina Moderna !! un bacione e buona domenica !

:: Anemone :: ha detto...

Ari ti son venuti perfetti!!
Che brava!

Un bacione e facci sapere di Stoccarda!!

Moscerino ha detto...

eh eh eh...come ti capisco! anche io dopo tanto tempo mi ritrovo spesso a fare disastri. e quanto mi arrabbio quando una ricetta si rivela poco accurata e contribuisce al disastro! ma a me sembra che tu abbia salvato egregiamente la situazione!

silvia ha detto...

Ho l'acquolina in bocca! Mmmmm...proprio il genere di stuzzichini che piacciono a me!!! Mi hai fatto venire una fame neraaaaaaa!!! Nella foto sono spettacolari chissà in bocca!

Elisabetta ha detto...

Ciao Arietta,
il tuo blog è una meraviglia!!
Anche io ho fatto questi deliziosi cornetti...però qualche mese fa (sicuramente prima dell'estate), seguendo una ricetta pubblicata da Sale&Pepe. Era uguale,stessi ingredienti,stesse dosi e procedimento (e stessa difficoltà nel riempire i cornetti vista la quantità di ripieno ;-)). Possibile che due note riviste di cucina pubblichino la stessa ricetta a qualche mese di distanza? Mah! Comunque erano buonissimi, e le tue foto rendono giustizia!

salsadisapa ha detto...

aaaahahahhh invece il nome del tuo blog è carinissimo, e diciamocelo: siamo tutti un po' pasticcioni in cucina qualche volta! anzio io quasi sempre :D questi cornetti sono una delizia agli occhi e certamente anche al palato! ciao!

Alessia ha detto...

Sai che il tuo post un po' mi consola? Sì perché io con le riviste ho avuto già diversi match e mi sono sempre incolpata della non riuscita nel dimensionare, farcire, cuocere, decorare, ecc,ecc..che rabbia guarda! uno si aspetta di avere i consigli degli esperti e poi scopre che con quegli ingredienti o fai dosi industriali di cose o fai da mangiare per le bambole. Insomma..i tuoi cornetti salati sono strepitosi a vedersi, ma questa è opera tua, altro che Cucina Moderna..brava, come sempre! un bacione

Arietta ha detto...

Buona sera a tutti, eccomi a rispondere, ritardataria come al solito ;-) Sono tornata domenica sera, ma mi ci è voluto tutto ieri per riorganizzarmi e riprendere le redini! Un grazie generalizzato per tutti i vostri commenti è d'obbligo!

ps. okok, il nome del blog non lo cambio ;-)))))

Alex, ha piovuto tutto il tempo: appena si sparge voce che vado "in vacanza" arriva puntuale la nuvoletta dello sfigato :-/

Moscerino, ma bentornata!!! :-)))

Elisabetta, molto piacere di conoscerti! Ecco dove avevo già visto quei cornetti...mi erano familiari! Mah! Comunque è facile queste due riviste ripropongano le stesse ricette a distanza di poco tempo, perchè sono della medesima casa editrice: diciamo che Cucina Moderna è la versione meno patinata di Sale & Pepe...che tristezza però , eh? A presto!

Un abbraccio totalizzante!

Marti ha detto...

Arg, questi mi erano sfuggitiiii °_°
che boni, adoro la crescenza, maaaaaaaaaamma miaaa!

Anonimo ha detto...

E' una bella ricetta, semplice e da fare al volo.
Grazie, trovo l tuo blog interessante e ricco di spunti, complimenti.
Angela