mercoledì 4 febbraio 2009

Torta di pane con mele, uvetta e pinoli


Era da tanto che ero incuriosita dalla torta di pane e che volevo provarla. Delle molteplici ricette che avevo in casa, tuttavia, tutte prevedevano l'uso di amaretti, che non avevo a disposizione, quindi ho cercato in rete una variante che facesse al caso mio e sono approdata a questa di Sara.

A metà tra una torta di pane e una torta di mele, questo dolce, che ho deciso di arricchire con uvetta e pinoli, è veramente buonissimo, estremamente umido e per questo motivo piuttosto saziante. Data l'assenza di burro/olio e uova, tutto sommato è un dolce anche relativamente leggero...e allora perchè non dargli una botta di vita, accompagnandolo con una deliziosa salsa alla vaniglia calda, che è la morte sua?

Ovviamente la torta di pane, oltre ad essere una ricetta molto semplice, è un piatto estremamente povero (peccato che la raccolta di Precisina sia già scaduta...), adatto per riciclare avanzi di pane raffermo, che potrete arricchire con cioccolato e frutta secca a piacere.


TORTA DI PANE CON MELE, UVETTA E PINOLI
Ingredienti:
300 gr di pane raffermo
1 litro di latte
150 gr di zucchero

4 mele

60 gr di uvetta

20 gr di pinoli
1 bicchierino di Sassolino, rhum o altro liquore a piacere

cannella q.b.

burro q.b.

pane grattugiato q.b.

zucchero di canna q.b.

Ammollare il pane raffermo nel latte fino a quando non diventa morbido; occorreranno una ventina di minuti. Qualora il latte non ricopra tutto il pane, abbiate l'accortezza di mescolarlo ogni tanto per permettere a tutto il pane di assorbire il latte ed ammorbidirsi.
Mettere l'uvetta a mollo nel liquore.
Aggiungere lo zucchero, le mele sbucciate e tagliate a pezzetti, l'uvetta con il liquore, i pinoli, la cannella a piacere. Mescolare accuratamente.
Imburrare e cospargere di pangrattato uno stampo del diametro di 24-26 cm. e versarvi il composto, pareggiandolo con il dorso del cucchiaio. Qualora usiate uno stampo a cerniera, vi consiglio di incastrare tra il fondo e l'anello un foglio di carta forno per impedire al latte non ancora assorbito di fuoriuscire.
Cospargere la superficie di zucchero di canna e ultimare con qualche fiocchetto di burro. Infornare a 180° per 45 minuti circa, fino a doratura della superficie. Fate la prova stecchino: l'interno deve essere umido ma non bagnato.

E' ottima servita con una salsa calda alla vaniglia.




SALSA ALLA VANIGLIA

Ingredienti:

2 tuorli
4 cucchiai rasi di zucchero

2 cucchiai di farina
1 bustina di vanillina (o 1 stecca di vaniglia, o 1 cucchiaino di estratto)
120 ml di latte (più altro, se necessario)


Mettere i tuorli con lo zucchero in un tegamino d'acciaio inox e lavorarli con un cucchiaio di legno, unire la farina, la vaniglia/vanillina ed amalgamare bene; diluire col latte caldo e cuocere a fiamma bassa per un minuto.
Se si dovesse addensare troppo o raggrumare, aggiungere poco latte e frullare con il minipimer. Servire la salsa calda.

45 commenti:

Denise ha detto...

Una torta con il pane?? Ma che meraviglia!!! Brava!!

Camomilla ha detto...

Adesso ho capito cosa intendevi ieri... come sai anch'io feci la torta di pane, ma la mia ricetta è completamente diversa, tra l'altro ci sono particolarmente affezionata perchè è quella della mia famiglia.
Avendo utilizzato tutti ingredienti che mi piacciono (mele, uvetta, pinoli) sono certa che farebbe davvero al caso mio. E il Sassolino? Io lo adoro nei dolci, trovo che gli dia un profumo delizioso...
Un abbraccio!

Mary ha detto...

Arietta non sai che piacere vedere questa tua splendida ricetta che mi riporta indietro nel tempo pensa , a quando andavo ancora a scuola e facevo scuola di cucina ( parlo delle medie) e questa torta la facemmo, mi piaque tanto perchè si utilizzo ingredienti che mi piaccono . grazie , baci!

essenza di vaniglia ha detto...

Buongiorno cara!
anch'io un paio di mesi fa ho preparato la torta di pane,ma la mia ricetta prevede il cioccolato e le mandorle tritate.
Cmq di versioni di questo dolce ce ne sono davvero tantissime... in puglia, per esempio, la mangiai con la marmellata di mandarini.
A quest'ultima, niente di eccezionale, preferirei decisamente la tua torta di pane: mele e pinoli rientrano molto di più nei miei gusti.
Anche a casa mia si usa da sempre il Sassolino nei dolci, lo trovo insostituibile!

un bacio!

ps: ho letto il post precedente... va meglio oggi?! :-)

Onde99 ha detto...

Arietta, adesso te lo rispiego: questa non è torta di pane avanzato eccetera, questa si chiama Flan di Pain Perdu al profumo d'autunno, servito con LA SUA salsa alla vaniglia del Madagascar ;-) (Grazie ancora per il supporto di ieri pomeriggio!)

Lo ha detto...

anche io ho fatto la torta di pane in questi giorni ...e che meraviglia...devo provare la tua versione...anche perchè adoro le mele! Grazie ancora, ieri ho scritto le conclusioni della tesi..grazie a tutte le riflessioni e il tuo contributo è stato essenziale! quindi puoi capire perchè ti sto abbracciando strettissimo! :)

lenny ha detto...

Mi hai incuriosita: ho sentito parlare molto di questo dolce, ma ho sempre avuto una certa reticenza, perchè secondo il mio sentire, pane (per giunta raffermo) e dolce non sono concetti conciliabili, uno dei pochi preconcetti che ancora ho in ambito gastronomico.
Ma devo ricredermi: le tue foto lo mostrano come un dolce molto goloso.
Ciao

Arietta ha detto...

Denise, grazie mille cara :-)

Camomilla, visto cosa intendevo? ;-) In effetti avevo sbirciato anche la tua ma non avendo in casa nè amaretti nè panna non faceva a caso mio, per questa volta...anche se la proverò di sicuro,sembra ottima! Quanto al Sassolino, qui è tradizione usarlo nei dolci...non posso farne a meno, mi piace moltissimo e per me le torte del ricordo son tutte profumate con questo liquore! bacioni!

Mary, lieta di aver evocato in te un piacevole ricordo! un abbraccio!

Essenza, anche la tua versione deve essere squisita, la proverò come quella di Camo! Come dicevo qui sopra, il Sassolino per me è insostituibile: nonne e mamma han sempre usato quello nelle torte!! Ogni tanto cambio,quando occorre, ma se non ho indicazioni precise...Sassolino!! Grazie dell'interessamento, sto meglio e mi sento più serena e meno inutile :-)) baci!

Maurina ha detto...

E' senza dubbio buonissima! Io come al solito ci aggiungerei del cacao amaro .... per me la torta di pane deve essere scura, da noi si usa cosi'!!! E' una questione psicologica ... non ci fare caso!

Arietta ha detto...

Onde, sei sempre una forza :-P "Flan di Pain Perdu..." ahahahah! Per ieri niente, figurati, è stato un piacere aiutarti!! baci

Lo, questa cosa mi lusinga e mi rende felice per te, sto lavorando in via embrionalissima alla tesi e capisco cosa significhi raggiungere le conclusioni. Sono contenta di averti indirettamente aiutata, nel mio piccolo. Un abbraccio forte!

Lenny, in effetti posso immaginare che l'impatto con gli ingredienti non sia convincente, ma in fondo il pane è fatto proprio di farina, acqua/latte, olio, insomma tutti ingredienti che metteremmo singolarmente in una torta ;-) E d'altra parte si usa anche nelle polpette o nei polpettoni, rinvenuto in acqua o latte...insomma, ti consiglio di provare perchè non ha davvero nulla di strano come può sembrare :-) e come dici tu, l'aspetto è invitante! ciao!

sweetcook ha detto...

Buongiorno tesorino, questa torta incuriosisce molto anche me, chissà perchè l'ho sempre immaginato come un dolce dalla consistenza "ammassata", ma dalle foto non si direbbe proprio, poi con le mele, l'uvetta e i pinoli credo sia proprio "la morte sua":)))
I tortelloni di qualche post fa li ho segnati, e li farò sicuramente, una ricetta così preziosa non posso farmela scappare:) Baci!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

questo dolce ha il sapore e il profumo di una volta....deve essere buonissima,la terò mooolto presente:-)bacioni imma

Saretta ha detto...

Favolosa!Eppoi quella salsa sublime....mmmmmmmm!

Arietta ha detto...

Maurina, in effetti si può anche colorare con il cacao, che comunque con le mele ci sta decisamente bene, o sostituire le mele con le pere...insomma, come dicevo si presta a molte varianti! Essendo per me un dolce nuovo, mi è piaciuta anche cosi, senza cacao! baci

Sweet, eccoti! Dopo il mio commento per il tuo blogcompleanno non ti ho sentita più,temevo fosse successo qualcosa! Bhe, tutto ti posso dire tranne che non sia un dolce "ammassato", è molto molto compatto anche se incredibilmente umido grazie alla gran quantità di latte e alla mela. Però non è affatto pesante o stopposo, anzi...se poi ci piazzi la cremina va giù una meraviglia! Con queste dosi poi viene anche bello alto, nonostante l'assenza di lievito! Mi fa piacere che tu intenda provare i tortelloni,armati però di pazienza :-)) baci!

Imma, Saretta, grazie mille :-)

Claudia ha detto...

Mai fatta una torta di pane, soprattutto perchè in casa mia non c'è mai pane :-)! sembra davvero molto buona, ed arricchendola con uvetta e pinoli credo lo sa molto di più! Bacioni..

michela ha detto...

Una meraviglia di torta e la salsa poi....copiata subito.

bocetta ha detto...

Ne avevo lette di ricette dolci con il pane sempre sui ricettari inglesi,e mi hanno sempre lasciata scettica,ma se lo dici tu che è buona allora è da provare!

un bacio e a presto!

Babuska ha detto...

Che bella l'idea della salsa alla vaniglia. Se ti piacciono i semi di finocchio ne puoi metter un po' nell'impasto, io li adoro. Ciao!

salsadisapa ha detto...

ma è incredibileee ahahah :-D pensa che ho appena programmato un post su una torta di pane molto simile a questa! la mangio sempre in una specie di osteria dalle mie parti ed ho provato a rifarla uguale :) ora voglio confrontare le dosi! baci :-D

ღ Sara ღ ha detto...

is PERFECT!!!!!!!!!!!! bellissime anche le aggiunte!! con la salsa alla vaniglia è fantastica!! un bacino!!! e complimenti!!

Micaela ha detto...

Mi stai tentando con questa ricetta della torta di pane!! Ultimamente la sto leggendo spesso! Se poi tu mi dici che è anche buona non mi resta altro da fare che provarla!!! Poi visto che non ci sono né uova, né grassi è anche relativemente leggera!!! Mi hai convinta, la provo! Un bacione.

Carolina ha detto...

Non mi è mai capitato di assaggiare una torta di pane anche se ne ho sempre sentito parlare. La tua ha un aspetto delizioso! So che ce ne sono numerosissime versioni, praticamente per tutti i gusti... Sai che ho in programma per questo mese una torta di mele, pinoli e uvetta?!
Spero che ti senta meglio rispetto a qualche giorno fa... Non ti conosco per cui non mi sono sentita di darti consigli, sarei passata per invadente e avresti pensato "ma questa che vuole?". Però ho sperato per te che fosse un momento passeggero.
Buon pomeriggio!

Arietta ha detto...

Claudia, al contrario in casa mia non manca mai, e quando avanza lo conserviamo per grattugiarlo o per altre preparazioni...questo è un ottimo modo per farlo fuori! ciao!

Michela,grazie mille!

Bocetta, assolutamente approvata, puoi andare tranquilla. Dei ricettari inglesi mi sarei fidata poco anche io, specie se lo piazzano in quegli orripilanti pudding che tanto detesto ;-) baci

Babuska, i semi di finocchio li amo molto, nei dolci non li però mai provati: grazie dell'idea :-)

Salsa,ma dai? Che coincidenza. Fammi sapere le differenze, se ti va, altrimenti aspetterò che posti per scuriosare!! ciao!!

Arietta ha detto...

Sara, grazie ancora per la ricetta e l'idea di servirla con una cremina :-) era ottima!baci!

Micaela, a me è piaciuta molto, è ottima anche fredda e dopo alcuni giorni che è stata fatta (ne abbiamo ancora un pezzetto ed è ben conservato). E' sicuramente saziante ma visti gli ingredienti assolutamente leggera. Attendo il tuoi responso, intanto baci!

Carolina,amo molto l'abbinamento mele,uvetta e pinoli e quando ho visto la torta di pane con le mele non ho potuto non farci l'aggiuntina!Ti ringrazio inoltre per la tua discrezione, sto meglio e i dubbi hanno un po' abbandonato i miei pensieri. In verità non volevo allarmare nessuno ma solo manifestare uno stato d'animo che sarebbe magari passato attraverso un post frettoloso! baciioni grandi!

Romy ha detto...

Arietta...adoro questa ricetta ancor prima di averla assaggiata:1) perchè è una ricetta di recupero: 2)perchè ci sono le mele e le uvette: 3)perchè si serve con la crema calda e...4)perchè c'è il Sassolino, che mi ricorda i miei nonni che lo mettevano nel caffè ,e che ad ogni dolce, specie a quelli di questo periodo, dà un profumo... inimitabile! Un abbraccio :-)

Fra ha detto...

che bella ricetta!!!!! anche a me mi ha sempre incuriosito la torta di pane ma il mio dubbio è sempre stato
che tipo di pane uso?
e utilizzo anche la crosta o solo la mollica?
Un bacio e ancora complimenti
fra

Arietta ha detto...

Romy, non posso che condividere con te ogni motivazione! Mi fa proprio piacere che abbia evocato in te piacevoli e graditi ricordi ;-) bacioni!

Fra, io ho usato il pane che avevo, senza distinzione alcuna. Posso solo consigliarti di evitare i pani dalla crosta troppo dura e scura (tipo pugliese) o in questo caso di eliminarla perchè difficilmente si inzupperà alla perfezione. Per il resto la mollica di questi ultimi, o panini tipo comune o all'olio, vanno tutti benissimo! Spero di esserti stata chiarificatrice! Baci

FairySkull ha detto...

Sembra davvero ottima, l'avevo gia' vista da qualche parte, la tua con la salsa e' da provare !!! Baci !

Clà ha detto...

Arietta! ma è magnifica!! in casa mia avanza sempre un sacco di pane ogni giorno (i miei si ostinano a comprarne in quantità industriale) e da diverso tempo volevo provare una ricetta che lo riusasse..e poi con la salsa alla vaniglia..YUM!! YUM!!

Elga ha detto...

Sarebbe stata perfetta per la raccolta di Precisina "Poeri ma belli"! Arte povera casalinga, bravissima

Simo ha detto...

Davvero molto buona e ben riuscita...complimentissimi Arietta!

manu e silvia ha detto...

Ma sai che anche nostra nonna fa una torta molto simile a questa...ci siamo sempre chieste quale potesse essere la ricetta (la sua ovviamente è segreta!).
Ti è venuta proprio bene, alta, piena e morbinda, poi con la crema alla vaniglia...
bacioni

Arietta ha detto...

Fairyskull, con la salsina alla vaniglia è davvero impagabile, se la provi te la consiglio così

Clà, credo che i nostri genitori andrebbero d'accordo, per quanto siano notevoli consumatori di pane ne comprano sempre tanto che ogni tanto avanza e va in qualche modo riciclato. Spero che questa ricetta faccia l'opera pia e ti aiuti a smaltirlo! baci

Elga, eh si, ma appena 10 giorni di raccolta erano per me troppo pochi, ragion per cui non sono riuscita a partecipare. E' ben raro che riesca ad organizzarmi per cucinare "a tema"...peccato.

Simo, grazie!

Pepe Rosa ha detto...

:D Complimenti sembra proprio buona! se poi ha anche poche calorie il mio girovita ringrazia!
Ciao Pepe Rosa

Le Vinagre ha detto...

è una torta buonissima...l'ho mangiata dai miei suoceri...loro la chiamano la puttana...non la parolaccia, ma perchè fatta con gli
avanzi...ma è spettacolare!!!

Snooky doodle ha detto...

Mia nonna faceva una torta simile pero aggiungeva dei candidi e della ciocolata in polvere e noci.:)

Arietta ha detto...

Manu e Silvia, che peccato che la nonna vi tenga segreta la ricetta, provate a corromperla :) altrimenti avete questa, mal che vada! baci

Pepe rosa, grazie! in effetti non è molto calorica se guardi gli ingredienti, giusto un po' di frutta secca :-)) ciao

Le Vinagre, eheh, che nomino difficile!! Pensa se hai ospiti: vuoi assaggiare un po' della mia puttana? :-P aiuto!! per fortuna che è così buona! un abbraccio!

Snooky, in effetti si presta benissimo a tante aggiunte, frutta secca, cioccolata e perchè no, anche canditi (a me non piacciono però) bacioni!

Virginia ha detto...

Io vada letteralmente matta per la torta di pane. E' un sapore che mi piace tantissimo.

Fantasilandia ha detto...

Ciauuuuuuuu Aryyyyyyyyy
Ottimissima idea
e poi questa salsina che bontààààààààààààààà
un mega baciuzzoooooooooo

nini ha detto...

miam..che bella!io la faccio al cacao!dev'essere buona con le mele.

Arietta ha detto...

Virginia, ho scoperto che piace anche a me :-)

Fantasilandia e Nini, grazie mille ragazze!

sorbyy ha detto...

Bellissima!!
Ne ho già fatta una di una forumina di venezia con uvetta e pinoli ed è piaciuta, ora provero anche con l'aggiunta di mele
Ciao

eli ha detto...

golosaaaaa! avevo notato anch'io tempo fa la torta di sara, soprattutto perchè la versione delle mie parti di torta di pane è rigorosamente al cioccolato! tra l'altro l'ho fatta settimana scorsa ed è pronta da postare solo che, come tutte o quasi quelle ricette tramandate, è una serie di q.b. .... bacione rob!

Arietta ha detto...

Sorbyy, se ti è piaciuta con uvetta e pinoli soltanto non può che piacerti con anche le mele! ciao!

Eli, ho visto tante torte di pane con cacao e amaretti, in effetti, proverò anche quelle! ehm...scusa se te lo faccio presente ma...io sono Alessia, non Rob!!!! (non che abbia nulla contro la dolcissima Sweetcook, ci mancherebbe eh!) ciao ciao!

Miki ha detto...

Sono approdata qua perché avevo on casa più di un kg di pane raffermo e non sapevo cosa farmene.
L'ho appena messa in forno..
Poi vi farò sapere!!
Non avevo i pinoli e ho messo le noci. L'uvetta non piace granché ai miei figli e non l'ho messa. Ho messo dell'amaretto e da buona pasticciona ho lasciato le mele nel limone e vanillina..
Non vedo l'ora di assaggiarla!!!!!