giovedì 15 aprile 2010

Lasagne al pesto d'erbe, fagiolini e squacquerone

Lasagne al pesto d'erbe, fagiolini e squacquerone

Ci sono pochi piatti che facciano festa, almeno nella mia concezione di festa, come un piatto di pasta al forno. Potrebbe giusto competere con della pasta ripiena o un bell'arrosto succulento. In generale amo moltissimo i primi, anche se di rado preparo qualcosa di più particolare e degno di apparire su queste pagine. Tra le mie passioni ci sono le lasagne da declinare in mille modi diversi, quindi quando trovo qualche accostamento goloso non posso farmelo sfuggire. Queste lasagne, ad esempio, racchiudono tutto il profumo delle erbette aromatiche che in questo periodo dell'anno, complici le temperature non ancora proibitive e le giornate di sole non bruciante (quando c'è!) vivono i loro giorni migliori.

Un mesetto fa, in occasione dell'iniziativa che si tiene ogni anno nella mia città, Modenainfiore, ne avevo approfittato per rifarmi il parco-erbe (eh oh, c'è chi ha il parco-macchine e c'è chi ha il parco-erbe, embè?!?) e sono tornata carica di aneto, finocchietto selvatico, maggiorana, timo, timo limone e salvia all'ananas, che sono andati ad aggiungersi ai già presenti nonchè sopravvissuti rosmarino, salvia, erba cipollina e menta. In attesa del basilico, che invece abbiamo provato a seminare, beccatevi intanto questa prelibatezza tutta di stagione, profumatissima grazie al pesto di erbe, fresca grazie ai teneri fagiolini e resa più delicata e fondente dallo squacquerone (che se non trovate potete anche sostituire con dello stracchino o della crescenza, ovvio). Io l'ho presentata sulla tavola di Pasqua nella mia pirofilina nuova, che amo da impazzire e che volevo farmi un po' invidiare, essì!!! ;)))

LASAGNE AL PESTO DI ERBE, FAGIOLINI E SQUACQUERONE

ricetta tratta da Cucina Moderna - aprile 2010

Ingredienti per 4 persone:

200/250 gr di lasagne fresche all'uovo

10 gr tra finocchietto selvatico, prezzemolo, maggiorana e timo

40 gr di gherigli di noci
uno spicchio di aglio

30 gr di parmigiano reggiano e di pecorino romano grattugiati, in parti uguali

200/250 gr di squacquerone
(o stracchino, o crescenza)
200 gr di fagiolini

olio extravergine d'oliva
sale

Cuocete i fagiolini, puliti e lavati, per 5-6 minuti in acqua bollente salata; passateli sotto l'acqua fredda corrente per bloccarne la cottura e scolateli bene.
Frullate nel mixer le erbe (che avrete ottenuto staccando le foglioline dai gambi) con lo spicchio d'aglio, un pizzico di sale, i gherigli di noce, il parmigiano e il pecorino grattugiati e 6-7 cucchiai di di olio extravergine d'oliva, fino ad ottenere un pesto fluido.

Scottate le lasagne (una o due sfoglie per volta) in acqua bollente salata a cui avrete aggiunto un filo d'olio, scolatele prelevandole con delle pinze da cucina e disponetele ad asciugare su dei canovacci puliti.
Ungete una pirofila d'olio, stendete uno strato di lasagne, quindi nappatele con un velo di pesto, distribuitevi sopra un po' di fagiolini e dello squacquerone a fiocchetti. Continuate così, a strati, fino ad esaurimento degli ingredienti. Coprite la pirofila con un foglio di alluminio e passatela in forno a 180° per circa 20 minuti.

L'idea in più:
Non avete tempo di preparare le lasagne, neanche il giorno prima (cosa peraltro preferibile per far amalgamare tra di loro i sapori alla perfezione)? Niente paura, con il pesto di erbe potreste anche condirci una profumatissima pasta, meglio se fresca e magari all'uovo, eventualmente recuperando anche gli altri ingredienti di questa pasta al forno, ossia fagiolini e squacquerone!

34 commenti:

lydia ha detto...

Tutta la mia invidia per la tua pirofilina nuova, questo pesto di erbe deve essere davvero strepitoso.
Da provare assolutamente quanto prima

manuela e silvia ha detto...

Ciao! anche a noi piace molto variare con gli ingredienti per le lasagne...sono un tipo di piatto che permette di sbizzarrirsi in modo semplice....e comunque scenografico!
che bella la tua farcia! ciintriga moltissimo per il sapore finale e chissà che morbida con lo squaquerone!!
baci baci

Gloria ha detto...

Mi piace moltissimo questo pesto primaverile, sicuramente profumatissimo! Oltre alla pirofila ammetto di invidiare il tuo "parco-erbe", io sono un noto pollice grigio topo e nessuna pianta resiste alle mie cure, a parte il gelsomino - pare!

Alessia ha detto...

Lydia, sapevo che la pirofila ti sarebbe piaciuta! C'era anche verde e bluette, ma avevano delle sfumature bruttine, questa invece è stata amore a prima vista! Ed è perfetta per una porzione di lasagne x 4! Il pesto? Mi sono innamorata anche di quello! Secondo me anche con degli gnocchi di ricotta...

Manuela e Silvia, e hanno il merito di essere pronte in anticipo, cosa per me essenziale se ho qualcuno a pranzo! Detesto trabiccolare tra i fornelli mentre arriva la gente, mi distraggo :) Vi consiglio assolutamente questo abbinamento da urlo!

Gloria, sì, un profumo freschissimo! Quanto al parco-erbe non invidiarmi...di anno in anno ne ricompro parecchie proprio perchè si ammalano, si seccano, muoiono! E poi devo dire che mi dà una gran mano mia mamma, che si ricorda di annaffiarle, a differenza della sottoscritta... Se ti consola, dal mio moroso m'è morta una campanella viola in 3 settimane! Un record...sigh.

Diletta ha detto...

Anche io ho il parco-erbe...ma cosa è la salvia all'ananas??

Il pesto?...da provare subito!

Un sorriso green,
D.

La cuoca Pasticciona ha detto...

Davvero strepitose le lasagne fatte così, non ci avevo mai pensato!!! Mi sa che scappa di copiarti e poi ti farò sentire presto come sono diventate e se sono piaciute... bacio

Alessia ha detto...

Diletta, la salvia all'ananas è una salvia che però profuma di ananas! E' favolosa! Ti riporto quanto c'era scritto sul foglietto di accompagnamento.
SALVIA ELEGANS (SALVIA ALL'ANANAS)
Questa salvia dal profumo di ananas esalta i piatti di pollame, maiale e formaggio, aromatizza dolci, torte, macedonie, cocktails, aperitivi di vino, analcolici e liquori fatti in casa. Le foglie non troppo mature, passate nel burro e ricoperte di panna, sono una vera leccornia.
Io devo ancora provarla, per mancanza di tempo, ma ogni tanto le do una sniffatina ;)
Un abbraccio!

La cuoca pasticciona, ogni tanto le riviste sfornano qualche idea pronto uso molto garbata, a dispetto di altre volte che non mi piace niente! Ti consiglio di provarle, io le mangerei anche adesso! Spero piaceranno!

Carolina ha detto...

Buongiorno cara!
Ma sai che anche per me la pasta al forno è sinonimo di festa? Fa tanto famiglia allargata raccolta intorno ad una bella tavola imbandita... :)
Buona giornata a buon fine settimana!

Saretta ha detto...

Questi sono i primi che preferisco!ECcezionali alessia!
bacione

Alem ha detto...

Io non amo molto le lasagne tradizionali, preferisco quelle in "bianco" con le verdure, e le tue mi sembrano eccezionali!

GuyaB ha detto...

Che bella la tua teglia...invidiainvidiainvidia!

Buone anche le lasagne...come ci sta lo squacquerone?

Alessia ha detto...

Carolina, buongiorno, come procede il soggiorno svizzero? Devo dire che non sono avvezza a grandi pranzi di famiglia, da quando mancano i nonni siamo proprio pochini (in famiglia siamo in tre, le rare volte che ci riuniamo non superiamo la decina), però le lasagne sanno fare festa anche quando si è in due o tre :) Buon weekend anche a te!

Saretta, sono felice ti piacciano!

Alem, io essendo modenese non posso che amare anche le tradizionali lasagne al ragù, ma da un po' di tempo mi diverto a sperimentare gusti nuovi ;)

Alessia ha detto...

Guya B., bella vero? Eh, ognuno ha i suoi amori folli :P Lo squacquerone ci sta benissimo, è un formaggio cremoso e leggermente acidulo che, come dicevo, ingentilisce molto il sapore forte del pesto e dà carattere ai fagiolini. A me è piaciuto da matti, almeno!

Alice ha detto...

ma che delizia! e lo squaquerone è divino!!!
complimenti :)

Micaela ha detto...

e sei riuscita nel tuo intento... dimmi subito da dove l'hai comprata o ti taglio la gola! ;-) scherzo... ma quanto bella è? non ne ho mai vista una così!!! complimenti! per le lasagne devono essere spettavolari... anch'io ho un sacco di erbette fresche nel mio angolino aromatico, le proverò! un bacione.

Bietolin@ ha detto...

Wow, queste lasagne devono essere davvero sfiziosissime, credo proprio che le copierò e presto o tardi le proverò, complimenti davvero!!

Elga ha detto...

Il tuo suggerimento nei commenti per dei gnocchi alla ricotta non è da sottovalutare:) Anche io mi accodo per la pirofila, siamo donne, è inutile!

Alessia ha detto...

Alice, molte grazie! :)

Micaela, il bottino proviene dal mio supermercato (un mesetto fa ormai), ogni tanto si trova qualcosa di grazioso fra le mille cose di pessimo gusto! Non so aiutarti su dove altrimenti si possa trovare perchè non è di marca... Se anche tu devi far fruttare il tuo angolo delle erbe, devi assolutamente provare questo accostamento che mi è tanto piaciuto! Bacioni!

Bietolin@, confermo, erano davvero buone, credo le rifarò senz'altro se avrò ospiti! Se le provi fammi sapere che ci tengo a sapere l'altrui opinione!

Elga, sì, a posteriori credo che anche degli gnocchi di ricotta ci si sposerebbero benone, ma ci vedo bene anche delle linguine, o uno spaghetto alla chitarra, che ne pensi? Quanto alla pirofila...parli con una che ieri ha speso 75 euro alla svendita online di Emile Henry...glom!

Onde99 ha detto...

Non ho parole, Alessia, mi hai dato un'idea bellissima per usare le mie piante aromatiche, che, al momento, mi sembrano un po' troppo esuberanti ed andrebbero decisamente potate per evitare che si indeboliscano! Almeno quello che sono costretta a far fuori non andr� sprecato!!!

Alessia ha detto...

Adoro i pestati a base di erbe, danno molto sapore, colore e profumo alle cose. Una ricetta da provare.

Alessia ha detto...

Onde99, perfetto allora! Certo, buttare la "potatura" sarebbe proprio un sacrilegio, meglio riutilizzare il tutto. A riguardo posso suggerirti anche il cake feta e erbe, che dovrebbe prestarsi a meraviglia al tuo scopo :)

Alessia, io adoro in generale i pesti, nelle loro mille varianti: non mi sazierei mai di provarne! ;)

Morena ha detto...

Che bella che buona che meraviglia!!

bella ricetta!..ciao ciao

Acquolina ha detto...

ti invidio molto il parco erbe (io ne pochine causa poco posto) ma soprattutto la salvia ananas, chissà che profumo! Anche per me le lasagne fanno festa e le tue sono spettacolari, per lo squacquerone non è un problema, abito in Romagna!
Ciao!
Francesca

FairySkull ha detto...

davvero molto golose !!! ciao!!

BreadandBreakfast ha detto...

invidia invidia invidia! le ho viste in un negozio in centro...prima o poi, chissà (lista di babbo natale :D)! le lasagne al pesto sono tra i miei piatti preferiti (e a me il pesto coi fagiolini piace ancora di più :D), ricetta meravigliosa, immagino la gioia dei commensali :)

UnaZebrApois ha detto...

Aahhhh, lo squacquerone...una volta ho provato a dire ai miei amici romagnoli "ma non è quasi uguale allo stracchino!?" apriti cielo...eh eh eh e dire che l'avevo detto apposta per provocarli!mai visti più piccati di così!!! ;P

Le tue lasagne sono davvero gustose, ma fresche e leggere...

...e tanto per la cronaca...non sai uanto mi piacerebbe avere un parco erbe !!!

Alessia ha detto...

Morena, Fairyskull, grazie!

Acquolina, abitando finora in una villetta a schiera ho la fortuna di sfruttare il giardinetto :) Avendo a disposizione lo squacquerone non puoi mancare di provarle, allora!

Breadandbreackfast, ti riferisci alla pirofila? Io l'ho presa al supermercato, era un po' scontata e credo di averci dato 6-7 euro, non so se sia la stessa che hai visto tu, visto che parlando di "lista babbo natale" mi immagino qualcosa di più costoso! :) Hai ragione, pesto e fagiolini (ma anche patate) sono un accostamento perfetto; questo pesto, però, è più peculiare e complesso di quello classico, al basilico: ti consiglio di provarlo!

Unazebrapois, eh, da loro è un'istituzione, guai a toccarglielo (a ragione!), però detto tra noi, è poi della stessa razza dello stracchino ;) sostituiscilo senza remore!

Virò ha detto...

Bellissimo il tuo parco erbe: mi hai fatto venire voglia di crearmene uno!

Se la salvia ananas (davvero curiosa!)è così profumata, prova a friggerla dopo averla passata in una pastella semplice di acqua e farina. Io lo faccio spesso con la salvia gigante ed il risultato è uno splendido snack da aperitivo!

P.s. Davvero bello il condimento di erbe fresche per le lasagne!

Alessia ha detto...

Virò, la salvia fritta è una prelibatezza, però ho sentito dire che va consumata con moderazione in quanto la salvia possiede delle sostanze che se consumate in quantità eccessiva diventano nocive. Tu ne sapevi qualcosa?
In effetti potrebbe essere un'idea fare una pastella anche per la salvia-ananas (è favolosa, scoperta tramite i blog) e servirla, che so, con una spolverizzata di zucchero a velo! Nei commenti su, rispondendo a Diletta, citavo anche la preparazione consigliata dal foglietto che mi hanno dato all'acquisto, sembra golosa anche quella...

Virò ha detto...

Non sapevo nulla delle possibili sostanze nocive...non friggo spesso ma quando preparo la salvia in quel modo le quantità che ognuno si gusta sono 5 o 6 foglie: non credo sia una quantità sufficiente ad avere conseguenze...

Ho letto i tuoi appunti sulla salvia ananas e devo dire che mi incuriosisce proprio...

Serena ha detto...

giusto un rapido saluto per dirti che le tue ricette sono sempre strepitose, è un piacere leggerti
Ciao!
Serena

terry ha detto...

Queste son da provare...adoro le erbe aromatiche e queste lasagne son deliziose!!! :) complimenti!:)

Edda ha detto...

Mi ritovo nel simbolo pasta al forno-festa e nell'amore per le erbette. Queste lasagne mi sembrano strepitose (e mi hai fatto venire voglia di squaccherone che qui non si trova :-)

Alessia ha detto...

Virò, credo anche io che con quelle dosi non ci siano problemi, però avevo sentito dire questo e volevo sapere se tu ne sapevi qualcosa di più di me. Devo provare!

Serena, grazie delle tue parole, mi sono molto care, sappilo! :)

Terry, grazie, fammi sapere mi raccomando! :)

Edda, lo squacquerone si fatica a trovare anche qui che siamo in Emilia, quindi fuori dagli stretti confini romagnoli. Se trovi lo stracchino (spero di qualità decente, chissà!) puoi provarle anche con quello, vengono benissimo senz'altro! Un abbraccio mia cara!