lunedì 4 gennaio 2010

Cake alla feta ed erbe

Cake feta ed erbe

Per definire l'ultimo mese del 2009 mi viene in mente una parola sola: disontissicazione. Non certo alimentare, suvvia, chi ci crederebbe? ;-) Trattasi piuttosto di chiaro esempio di disintossicazione da blog, ossia quello status mentale per cui:

1. cucini e non ti passa manco per l'anticamera del cervello di sbatterti per fotografare il risultato;
2. non ti senti in colpa con te stessa per cucinare qualcosa dopo le 14, ergo "non fotografabile";
3. ti rifiuti di sottrarre il piatto ai tuoi commensali (familiari) per evitare che lo finiscano e in modo tale da poter scattare qualche foto l'indomani, sempre che il tempo ti faccia la grazia di essere clemente (ovvero, mai)
4. provi ricette a ispirazione, senza pensare al fatto che qualcuno le abbia già proposte o che non rispettino il turn-over delle categorie e altre (diciamolo!) menate simili;
5. fai tutt'altro che seguire il tuo blog ed altri foodblog che ti facciano sentire in colpa per come stai bistrattando il tuo ;-) (vedi i 4 punti precedenti).

Insomma, anno nuovo, solita vita. Riprendiamo le buone, vecchie abitudini e chissene se questa è una ricetta che già gironzola per la rete, se la foto è abominevole (nonostante mi sia procacciata, su consiglio di Fiordilatte, Photoscape, e le abbia provato a dare una sistematina), se l'ho fatta...uhm...diciamo più di un mese fa, se le erbette sul davanzale sopravvissute alla fine dell'estate sono tutte defunte sotto la coltre di neve pre-natalizia (erba cipollina, menta e prezzemolo, R.I.P.)...esistono pur sempre i supermercati, no?

Non sono stata convincente, lo so, ma diciamo che ci ho provato ;-) Comunque sia, date una possibilità a questo fantastico cake salato, che mi ha consentito di rivalutare a pieno la feta nelle preparazioni cotte, dopo una sola esperienza con uno strudel a dir poco abominevole: è davvero profumatissimo, delicato, sapido senza risultare invadente, con la crosticina friabile e l'interno bello umido. In una parola, perfetto!

CAKE ALLA FETA ED ERBE

ricetta tratta "Cakes dolci e salati" di Ilona Chovancova - Guido Tommasi Editore

Ingredienti:
180 gr di farina
3 uova
10 cl di latte parzialmente scremato
10 cl di olio d'oliva
100 gr di gruyère
200 gr di feta
2 o 3 manciate di erbe aromatiche fresche (basilico, menta, prezzemolo, erba cipollina)
1 bustina di lievito per torte salate
sale e pepe

Scaldate il forno a 180°. Tagliate la feta a dadini, grattugiate il gruyère con una grattugia a fori larghi e tritate grossolanamente le erbe. Imburrate e infarinate uno stampo da plumcake.
In una ciotola, sbattete leggermente con una frustina le uova con l’olio e il latte. Aggiungete la farina, il gruyère grattugiato, la feta a dadini e le erbe tritate. Salate e pepate. Mescolate e incorporate delicatamente il lievito.
Versate l'impasto nello stampo e infornate subito. Fate cuocere per 50 minuti (a me ne sono bastati 35). Lasciate raffreddare il cake prima di sformarlo.

Varianti:
- potete aggiungere anche una bella manciata di olive nere denocciolate al composto
- potete sostituire il gruyère con emmenthal, oppure variare utilizzando al suo posto 60 gr di parmigiano grattugiato.

48 commenti:

Romy ha detto...

Aaaaahhhh....quanto ti capisco! A volte tenere in vita un blog può essere alquanto impegnativo...ma quanta soddisfazione! E dopo un po' che non lo si coltiva...come manca! un bacio e complimenti per la ricetta stuzzicante e di grande effetto pur nella sua semplicità! :-)

Daphne ha detto...

Beh innanzitutto buon anno e bentornata! ^_^
Sono le stesse 4 motivazioni per cui ultimamente non posto più di tanto anch'io; il tempo non aiuta per niente con le fotografie! Qua danno neve n'altra volta O_o
Evvabbè, ad ogni modo, anche se dici che questo cake è già visto io ne mangerei una bella fetta all'istante!Adoro la feta!
^_*

Ogni tanto fa bene staccare dai :)

...meglio che fare le cose tanto per

Carolina ha detto...

Io non rientro tanto in quei 4 punti... Nel senso che cucino e bloggo ciò che mi va senza preoccuparmi di quel che gira in rete o sul mio blog... E forse tutto ciò lo rende un po' confuso, ma a me piace seguire l'ispirazione! ;)
Secondo me hai fatto bene a postarlo, ecco tutto!
Buona serata Arietta!

marifra79 ha detto...

BUON ANNO!!! La ricetta è fantastica,tenere in vita un blog porta via parecchio tempo ma ne vale la pena...come mi trovo daccordo con te nei punti elencati!!!UN ABBRACCIO

Micaela ha detto...

carissima che bello rileggerti!! mi sei mancata durante la mia assenza!!! be, non è che il mese di dicembre per il mio blog sia stato molto ricco di ricette, anzi!!! e poi non bisogna dar mai niente per scontato!!! ottimo questo cake e perfetta la foto, almeno per me! un baciotto

dada ha detto...

Sei simpaticissima, sottile e mi ritrovo in tutti punti :-) Per la mancanza di luce (a volte neanche prima delle 14) anch'io ho deciso di non sentirmi in colpa e continuare a cucinare e mangiare.
E poi c'è sempre da imparare da te, sorridere, farsi venire l'acquolina come in questo caso...ce lo porgi cosi'? ;-)

Felice, luminoso e tenero anno!

Milla ha detto...

Oh bhè elucubrazioni mentali a parte, la foto non è male, la ricetta poi mi sembra ottima, io almeno non l'ho vista da altre parti e cmq non me ne importerebbe, capita che si postino già ricette viste e riviste, ma in fin dei conti il blog non è un nostro personale ricettario, dove annotare perbenino tutte le nostre sperimentazioni culinarie??

Su su Arietta torna a postare, mi sei mancata.
Buon 2010

Arietta ha detto...

Romy...sei proprio tu?! Ti credevo persa per sempre, erano mesi e mesi che vedevo il tuo blog fermo, credevo fossi una delle tante che avevano definitivamente abbandonato! Mi fa molto piacere questo tuo ritorno! A presto e...auguroni! Un abbraccio!

Daphne, grazie cara, auguri anche a te :-) Diciamo che ho un po'-volutamente- esagerato per scherzarci un po' su, ma devo dire che il fatto di non essere vincolata alle foto e al blog mi ha molto rilassata e sono pronta a tornare con più entusiasmo! Proprio perchè anche io non amo le cose fatte a comando, ecco! Un bacione!

Carolina, come anticipavo a Daphne, ho un po' esagerato, dai ;-) Sono sempre autoironica al punto di prendermi un po' in giro, anche quando mi prillano per la testa paranoie che non mi stanno a genio, ecco! Ho sempre cucinato quello che mi andava, in verità, ma cercavo almeno di postare le cose un po' alternate: non mi è mai interessato, invece, evitare di riproporre ricette altrui, prova ne sia che se ne trovano davvero una caterva qui! Comunque io non trovo affatto il tuo blog confuso, ma interessante e genuino! Baci grandi!

Marifra79, auguri anche a te! Hai ragione, di tempo ne occorre, ma fa piacere quando poi il proprio impegno viene apprezzato e può aiutare qualcuno a preparare qualcosa di buono e nuovo! :-)

Micaela, ma bentornata!!! Anche tu mi sei mancata, nonostante nell'ultimo mese non sia riuscita a passare da nessuno, ogni tanto sbirciavo al volo qui e là e si sentiva che non c'eri! Mi fa piacere che sia il cake che la foto siano di tuo gradimento: provalo, non te ne pentirai affatto, e poi anche tu sei un'estimatrice del libro della Chovancova!

Arietta ha detto...

Dada, come si dice in francese? Abbass' les paranoyèes? :-P (si vede che so il francese veeeeeero?!)Ti dirò che questo mese ho cucinato davvero tanto, in proporzione - le feste...- ma non ho fotografato nulla: e sto bene lo stesso! Meglio fare le cose quando si è bendisposti! Auguri a te, che sei sempre una dolcezza!

Milla, confermo che la ricetta, elucrubazioni a parte appunto ;-), è davvero valida! Concordo con te sulla finalità del blog: cucinare ciò che va, postare ciò che passa dalle nostre cucine! Tranquilla, con i miei ritmi da bradipo ma sono qui, sono mancata per impegni vari et molteplici...ma vedrò di organizzarmi! Un abbraccio!

Elisabetta ha detto...

ciao Arietta:)piacere di conoscerti.sono Elisabetta.complimenti per il blog e per le tue ricette,questa è davvvero invitante e sembra saporitissima.Mi ha incuriosito anche il tuo risotto al radicchio e mandorle..dev'essere squisito!!chissa' che non lo provi per l'ultima festa...dopodomani^;^cari saluti..alla prossima

Fiordilatte ha detto...

Beh dai non mi sembra orribile come dici tu questa foto! E pou su photoscape la luminosità gamma fa miracoli ^^
Cmq, parlando di cose serie, sai che anche io avevo provato a usare la feta per una torta salata e mi aveva fatto schifissimo? Un saporaccio... spero di rivalutarla presto ;)

PS spiega un po' il turnover delle categorie! cerchi di farle rotare senza ripeterti? io le etichette le ho tolte perché mi creavano troppi problemi ed errori :(

SUNFLOWERS8 ha detto...

Ciao cara intanto Buon Anno e complimenti per la deliziosa ricetta, anch'io tempo fa postai un cake con la feta ed era veramente ottimo proverò di sicuro anche il tuo e, detto tra noi, photoscape o no a me la tua foto piace un sacco! ^^

Arietta ha detto...

Elisabetta, piacere mio e benvenuta qui! Grazie dei tuoi complimenti! Questo cake è davvero come dici, ma ti confermo che il risotto non è da meno, ogni tanto lo preparo, cambiando il formaggio, ed è davvero gustoso e versatile! Fammi sapere se ti piacerà ;-) Un caro abbraccio

Fiordilatte, mi sa che devo ancora imparare ad usarlo, perchè ieri l'ho scaricato, ci ho smanettato un pochino e poi, non avendo tanto tempo, me la sono fatta andare bene così ;-) Guarda, non mi ricordare quello strudel (pensavo di aver inventato una bella ricettuzza greek style, era uno strudel con melanzane, feta, olive nere e non so che altro perchè l'ho rimosso con orrore!), era salatissimo e nauseante! Forse la feta calda? Con questo lo rivaluterai di sicuro, è davvero gradevole e affatto persistente!
Quanto alle categorie, nulla di trascendentale: cerco da sempre, ricette in archivio permettendo, di non postare troppi piatti della stessa categoria tutti in fila, giusto per togliere un po' di monotonia e monotematicità al tutto ;-))Posso chiederti che problemi hai avuto con le etichette? Un abbraccio!

Sunflowers8, grazie, sei davvero molto cara, buon anno anche a te! Verrò sicuramente a vedere il tuo cake alla feta, ora che l'ho scoperta sono curiosa di sperimentare nuove versioni...edibili! ;-)

essenzadivaniglia ha detto...

Ciao Ale! buon anno!
siamo proprio vittime di una strana patologia (foodbloggite direi!) e anch'io ho spesso bisogno di staccare un po' dal blog, altrimenti comincerei a vivere quella che è una passione come un lavoro.
Cmq tu sei sempre troppo severa con te stessa perché la foto non è per niente male!
un abbraccio :-)

Marta ha detto...

ahahah mi hai fatto sorridere!
Buon anno e complimenti per il cake, con la feta così bianca è propio bello!

Onde99 ha detto...

A parte che questo cake io in giro per la rete non l'ho visto, se non mi è nuovo è solo perché abbiamo lo stesso libro da cui l'hai tratto; a parte che la foto è proprio carina; a parte che mi hai fatto venire il dubbio che anche le mie erbette siano passate a miglior vita dopo la gelata e che mi sento in colpa perché non ho ancora controllato; a parte tutto, sono molto contenta che tu sia tornata!

Virò ha detto...

Non avevo mai visto la feta nelle preparazioni cotte ma solo nelle insalate...

Non so perchè ma il gusto un po' neutro non mi ispira un granchè...invece il cake salato sì.

E a proposito di etichette ti sei mai resa conto di quanto stiano diventando ricche le tue? Sono una vera fonte di ispirazione!

Gloria ha detto...

A me invece la foto non dispiace affatto! E nemmeno questo cake... Poi sono una di quelle persone che adora la feta, quindi questo è una di quelle preparazione che "prenderò in prestito" ;)

tartina ha detto...

innanzitutto, non sai quanto piacere mi abbia fatto il tuo commento al blog, arietta :) quando ancora spulciavo i foodblogs senza averne uno mio, il tuo era tra i miei preferiti in assoluto!
comunque sia, che mi leggi nel pensiero? 200 grammi di feta giacciono sul secondo ripiano del frigorifero da una settimana, senza che nessuno abbia il coraggio di consumarla fredda (a me non fa impazzire, i miei li ho convinti che l'insalata greca è un piatto tipicamente estivo e neanche tutta questa bontà, per cui non si azzardano a toccarla). e ora vengo nel tuo blog e tà-dah, la tua ricetta che arriva provvidenzialmente :D grazie davvero, hai evitato l'infausto destino di una caciotta poco amata ;)

baci!
*

Fiordilatte ha detto...

eheheh io ero andata sul classico, zucchine ricotta e feta. Brrrrr che orrore era venuta. Chissà perché poi!

Cmq, le etichette mi creavano dei problemi con l'indicizzazione dei post su google. Usando gli strumenti per i webmaster, mi ero resa conto che google non trovata i post contenuti i molte etichette con conseguente calo visite...e non comparivo nemmeno più su google se mi cercavo! per togliere ogni problema ho tolto tutto e se mai le rimetto cercherò di usarne pochissime.

Tra l'altro, parlando di etichette, ti segnalo questo post:
http://creareblog.blogspot.com/2009/10/table-of-content-per-blogger-lelenco-di.html

perché le etichette da sole, senza un table of contents, risultano inutili se hai molti post per ciascuna categoria ;) Così invece crei un bell'elenco suddiviso per categoria.

dolci a ...gogo!!! ha detto...

io trovo sempre spettacolari le tue foto e questo cake è delizioso e cmq niente sensi di colpa nn si puo stare sempre dietro un blog e cucinare per fotografare sarebbe paranoico:-)bacioni imma

Piccipotta ha detto...

arietta! intanto tantissimi auguri!!!
sono pienamente d'acordo te, anche a me non va difarele cose per forza..se una ricetta mi è piaciuta, la foto è carina (decente)lo metto, e poi se gira in tutta la rete o è una cose mai vista è uguale..
ti abbraccio
giulia

Polinnia ha detto...

ah h ah condivido in pieno i tuoi blogproblemi , anche io ne sono vittima...e non credo mi disintossicherò mai!!!!
BUON ANNNOOOOO

manuela e silvia ha detto...

Ciao! Bè con tutte queste erbette profumate la feta ci sembra il formaggio perfetto!
semplice e leggero questo cake..l'ideale epr disintossicarsi dai piatti molto elaborati di queste feste.
baci baci

Luciana ha detto...

Ciao dall'aspetto è molto buono...una domadina so che la feta ha un sapore particolare, si sente molto? grazie baci

colombina ha detto...

buonissimo!!! adoro la feta e adoro le erbe... un abbinamento meraviglioso, come le tue foto!!! Grandiosa, grazie!!!

terry ha detto...

Amo i cake salati...e adoro la feta...di solito ci faccio dei muffins con feta e zucchine! :)

Credo che ogni tanto un periodo di disintossicazione ci voglia!...anche per tornare più cariche ed entusiaste di prima! :)

(uso anche io photoscape e non mi trovo male!)

ciao

Terry

Anonimo ha detto...

Ciao Arietta, buon anno!
Oggi ho fatto la prima torta di pane amaretti e cioccolato del
2010.
Adesso è ancora lì tiepidina che occhieggia dallo stampo.
Poi mi dedicherò ai cake!
Ciao e bravissima.
Charlie

Afrodita ha detto...

Eheheh, anch'io mi sono disintossicata un po'! Quanto mi rispecchio nelle tue parole :)) Hai visto il film julie and julia? Buon anno, Cat

Arietta ha detto...

Essenzadivaniglia, auguri a te e alla tua deliziosa famiglia, mia cara! Sì, e ti dirò che questa foodbloggite mi sembra anche piuttosto diffusa, ahinoi! Ti ringrazio molto dei tuoi complimenti, sempre gentili e sinceri! Un bacione!

Marta, auguroni anche a te! E' molto scenografico vero? E' "quasi" a pois! ;-)

Onde99, quel libro è davvero provvidenziale, vero? Ci sono davvero tanti spunti interessanti da applicare in poco tempo! Purtroppo sulle mie erbette ci era finita la neve e si sono cotte...Un bacione!

Virò, io la apprezzo molto nelle insalate, dalla classica greca a quella di pollo che avevo proposto mesi addietro; ho provato una volta a farne uno strudel ed era uscito disgustoso. Questo cake invece è decisamente saporito e gustoso, e la feta, pur essendo cotta non risulta salata in modo immangiabile, come l'altra volta! Grazie mille dei complimenti, sei sempre cara, un bacio!

Gloria, grazie mille, sono più che certa che ti piacerà! :-)

Arietta ha detto...

Tartina, a me la feta piace molto, ma la uso solo d'estate e con parsimonia, essendo estremamente salata e quindi non molto salutare per la mia cellulite! Ne avevo comprato giusto un panetto a fine settembre, che è rimasto in frigo per un paio di mesi, fino a quando non ho deciso di utilizzarla prima che giungesse a scadenza: questo cake ha subito guadagnato un posto nel mio cuore, sono certa che vi piacerà! ;)

Fiordilatte, anche tu colpita dalla maledizione della feta cotta, dunque? Mi viene forse da pensare che fosse la feta calda, a dare quel gusto nauseabondo, perchè questo cake, che va mangiato freddo, è delizioso!
Gulp, la tua descrizione superdettagliata mi ha fatto capire che sono molto più ignorante di te in materia, ma mi informerò di certo. Da ex-blogger freelance, sapevo che per l'indicizzazione contava prevalentemente il titolo (es. il titolo della ricetta o una qualifica generica valeva di più di titoli ad effetto), ma al tempo lo facevo "per lavoro", ora non mi preme tanto di avere delle visite, ma piuttosto che i commenti siano di qualità! Grazie della segnalazione del post, ora vado a vedermelo!

Dolci a gogo, grazie Imma, sei sempre molto carina! No, infatti, lungi da me i vecchi sensi di colpa...sto mese sono stata impegnatissima, ma benissimo! Un bacio

Piccipotta, ricambio ovviamente! Un caro abbraccio e tanti auguroni!

Polinnia, ho anche io questo timore, che sia un virus periodico :P Auguroni!

Arietta ha detto...

Manuela e Silvia, feta ed erbe fresche si sposano a meraviglia. Sicuramente, però, non è una pietanza particolarmente leggera o dietetica, o meglio sarebbero ben altre le cose di cui avrei bisogno, ora, per disintossicarmi.... ;)

Luciana, la feta è molto salata, ma in questa preparazione risulta davvero delicata. Si sente, ma in modo piacevole, ecco, non infastidisce, almeno a mio gusto...Se lo provi fammi sapere il tuo parere!

Terry, interessante anche il connubio feta e zucchine! Mi viene da pensare che forse in cake e muffins la feta renda bene, mentre come farcia di uno strudel sia troppo. Il mio era abominevole, l'ho dovuto lasciare, anche se i miei l'avevano mangiato senza particolari storie (avevan forse fame?). Dopo la disintossicazione da blog ora mi ci vorrebbe quella alimentare, altrochè!

Colombina, grazie mille, sono contenta ti ispiri!

Anonimo (Charlie), la torta di pane di Sabrina? Com'è venuta? Mmm, ancora la ricordo con piacere, magari più avanti la rifaccio anche io, era andata a ruba! A presto!

Afrodita, ma ciao Cat! E' sempre un piacere rileggerti, come stai? La piccola? Sì, sì, l'avevo visto, ci avevo anche fatto una relazioncina...ma prima di diventare fulminata come lei fermatemi, eh?! ;-) Auguroni!

Dodò ha detto...

ma quant'è buona la feta?? così poi..con quei pezzetti in bellavista.mi è rivenuta fame!

dEleciouSly ha detto...

Interessante questo cake... molto molto invitante e di bell'aspetto per giunta!

Ele :)

Fiordilatte ha detto...

eheheh no ma hai ragione, in fondo la cosa bella è che i tuoi lettori ti seguano!il fatto è che, nel mio caso eh, spesso mi cercano con la dicitura "fiordilatte blog" su google. E se non compaio è un problema!Mi piacerebbe tanto reintrodurre le ricette, non tanto con le portate (quelle ci sono nell'elenco ricette) quanto per gli alimenti o le diciture del tipo "gluteen free" :(
Se inserirai l'archivio blog per categoria ti faccio un monumento anche se tu sei già ordinata e hai l'elenco ricette!

Per i titoli hai ragione :P più generici e banali sono e meglio è per l'indicizzazione.

Fiordilatte ha detto...

ovviamente volevo dire "reintrodurre le etichette" son fusa XD

Cecilietta ha detto...

Mi sembra davvero eccezionale!!
Complimenti la proverò di sicuro

artetecaskitchen ha detto...

Complimenti, giuro che questa te la rubo e la provo.
Spero ti piaccia il mio blog.
Fabrizio

Serena ha detto...

Complimenti per la ricetta!
E anche per la cura con cui fai le foto delle tue creazioni!

parentesiculinaria ha detto...

Davvero splendida. E' stata un successo. Grazie!
Ti ho citata come fonte nel mio neonato blog (varato oggi).
Vuoi venire a vedere?

http://parentesi-culinaria.blogspot.com/2010/05/feta-cake-il-primo-effetto-speciale.html

Anonimo ha detto...

Ho fatto questo cake e devo dire che è davvero buonissimo. Ho fatto qualche piccola modifica sulle erbe, ho usato semi di finocchio, timo fresco, erba cipollina secca e menta secca. Il risultato è delizioso. Grazie della bella ricetta. Giovanna

Alessia ha detto...

Giovanna, grazie mille di avermi reso partecipe di aver fatto questo cake e che ti sia piaciuto, ne sono estremamente felice! Lo ricordo ancora con l'acquolina in bocca :) Proverò senz'altro anche la tua variante con i semi di finocchio e il timo: tu, però, giurami che lo rifarai con le erbette fresche, tagliarle è una gioia olfattiva! a presto!

ps. colgo l'occasione per ringraziare anche Parentesi Culinaria, che lo fece due anni fa e a cui non avevo, mea culpa, mai risposto!

Anonimo ha detto...

Ciao Alessia , in Olanda dove vivo è difficile avere una pianta di basilico per piu' di un mese... sai non c'è molto sole :( Quando tornero' in Italia ti prometto che usero' le erbette fresche :)
Complimenti ancora per il blog, l'ho messo tra i miei preferiti e ho intenzione di provare tantissime ricette. Alla prossima. Giovanna

Alessia ha detto...

Giovanna, capisco...davvero un peccato! Anche perchè nei paesi nordici ci sono piante e fiori favolosi, ma si vede che il povero basilico non ce la fa :D non lo vendono nemmeno nei supermercati? Grazie ancora delle tue parole, tienimi aggiornata e...aspetto di rileggerti presto! :)

Piovonopolpette ha detto...

Ho provato questo cake diverse volte e ha sempre avuto un gran successo! Oggi l'ho postato sul mio blog, citandoti ovviamente! Non è bello come il tuo, ma c'ho provato :D

Annalisa ha detto...

CIAO DONNA FORMIDABILE!! ^_^ ..
ti scrivo per farti i complimentissimi per questo blog fantastico, sono capitata per caso da queste parti e ormai il tuo blog è diventato una vera droga!!!
Complimenti a parte, volevo avere anche un tuo consiglio su questo cake (da me già sperimentato e dagli altri super apprezzato): secondo te, c'è una modalità per poterlo congelare??
si fa veramente in pochi minuti, ma mi chiedevo se riuscivo a velocizzare ancor di più il tutto, congelandolo.... magari, è una castronata, ma prima di far disastri, chiedo a chi ne sa sicuramente più me!!
un saluto cara, e continua così...
tanti auguri di felice Natale!

Alessia ha detto...

Piovonopolpette, grazie..ne sono estremamente felice! Mi scuso per il ritardo della risposta ma ricordo di averti già ringraziata di aver provato alcune ricette tratte dal blog..e non demoralizzarti, tutti possiamo sempre migliorare, me compresa :*

Annalisa, aspetta che mi riprendo dal rossore (grazie dei tanti complimenti!!!)...sono felicissima che il mio spazietto ti piaccia!
Venendo alla tua richiesta di consiglio, la risposta è: assolutamente sì! Io congelo anche le focacce e i tranci di pizza cotti, quindi anche con i cake salati il congelamento funge benissimo. Il mio suggerimento è di avvolgere fetta per fetta in carta stagnola, in modo da evitare che col congelamento si appiccichino e per disporre, così, di comode monoporzioni! Un saluto a te e...spero ci risentiremo prima di farci gli auguri di Natale, vero? ;)

Annalisa ha detto...

GRASSSSIIIIEEEEEEEEE!!!
ORA NON MI FERMA PIU' NESSUNO!!!
sfornerò cake salati a tutto andare... con il Natale in vista sono ottime alleate queste ricettuzze pratiche pratiche...
thanks a lot!!!
baciooooooooooooo............