venerdì 26 febbraio 2010

Girelle con 'nduja, stracchino e noci

Girelle nduja, stracchino e noci

Chi di voi sfoggia orgogliosamente nella propria libreria culinaria "Il libro del cavolo" di Sigrid non troverà in questo post nulla di nuovo. Ma queste girelline, questi piccoli soli come mi piace definirli, sono una piacevole realtà ed è impossibile non condividerli con chi, invece, il libro non ce l'ha (ancora). Inserite nella sezione dedicata alla Calabria e qualificate come "fusion calabrese", si tratta di girelle di morbidissima pasta di pane ripiene di
'nduja, il celebre salame piccante spalmabile calabrese, stracchino a ingentilire e noci a donare croccantezza all'insieme.

Le varianti sono infinite, dalle più tradizionali a quelle più originali, potete veramente sbizzarrirvi. Ad esempio, sostituendo lo stracchino con la ricotta, o la 'nduja con la neonata piccante calabrese, la così detta "sardella" o "rosamarina" (ma voi ve le ricordavate le
girelle alla rosamarina - 19/08/2005 e una foto di anni luce fa, che fa ben sperare anche un'impeditona come me che prima o poi avverà il miracoloso salto di qualità?!?). E poi salame piccante, caciocavallo, scamorza, caprino...insomma, puntate su sapori robusti, in grado di dare tempra e carattere a questo finger food davvero originale e tanto gradevole con un po' di bollicine.

Girelle 'nduja, stracchino e noci

GIRELLE CON 'NDUJA, STRACCHINO E NOCI


ricetta tratta da "Il libro del Cavolo" di Sigrid Verbert, Cibele, pag. 100

Ingredienti per una trentina di girelle:

400 gr di farina Manitoba
20 gr di lievito di birra

acqua tiepida q.b.
4 cucchiai di olio extravergine d'oliva

mezzo cucchiaino di sale

2 cucchiai di 'nduja [io ho utilizzato quella spalmabile in barattolo, tipo questa]

100 gr di stracchino
una decina di noci

Fate sciogliere il lievito in mezzo bicchiere di acqua tiepida e versatelo in una ciotola contenente la farina, 2 cucchiai d'olio e il sale, aggiungendo ancora poca acqua alla volta fino ad ottenere un impasto morbido. Impastate per 10 minuti fino a quando il composto sarà elastico, liscio ed omogeneo. Coprite con pellicola alimentare e fate lievitare per 1 ora.
Trascorso questo tempo, dividete l'impasto in due parti e stendetene una con il mattarello, ottenendo un rettangolo di 3 mm di spessore. Mescolate la nduja con i restanti 2 cucchiai d'olio e spalmate metà di questo composto su tutta la superficie del rettangolo; aggiungete metà dello stracchino a tocchettini e metà delle noci sbriciolate. Arrotolate il tutto partendo dal lato più largo. Procedete nello stesso modo con l'altra metà dell'impasto e gli ingredienti rimanenti. Tagliate i rotoli a fette di 2 cm di spessore e sistemateli con la parte tagliata appoggiata su una teglia rivestita di carta da forno. Lasciate lievitare di nuovo per una ventina di minuti e cuocete in forno a 180° per circa 20 minuti o finchè le girelle non saranno dorate.

50 commenti:

Virginia ha detto...

Incredibile rivedere le vecchie foto di Sigrid!
Ale, oggi hai dato una carica di speranza a tutti quelli che passano di qui!

Alem ha detto...

ricettina già sperimentata!!
ha sempre un gran successo....
:)

manuela e silvia ha detto...

Ciao! ma che gustose devono essere! un ripieno delicato che si sposa con un ingrediente saporitissomo come la njduia!!
Sai che ne abbaimo sempre sentito parlare, ma mai provata? eh si che sarebbe perfetta per noi che amiamo i sapori molto forti e piccanti!
Bellissima la tua idea e molto sfiziosa!
un bacione

Alessia ha detto...

Virginia, parli proprio tu, che fai delle foto favolose? tzè...tzè...queste ragazze d'oggi...tzè! ;) Però devo dire che, rispetto agli inizi, un po' siamo migliorate tutte, vero?

Alem, anche qui sono andate a ruba, non sono nemmeno particolarmente piccanti (anche se per mia mamma lo erano lo stesso)...

Manuela e Silvia, grazie ragazze ma l'idea non è mia, è presa paro paro dal libro di Sigrid! Non ho alcun merito se non quello di averle riproposte ;) Se vi piacciono i sapori piccanti, dovete provare assolutamente anche la neonata calabrese, ne ho un vasetto proprio ora, che mi è stato regalato come segno del destino pochi giorni addietro!

lise.charmel ha detto...

che belle che sono! a me sembra che le tue foto siano diventate molto più belle nel corso degli ultimi mesi (e infatti questo fa ben sperare anche me, che prima o poi anche le mie diventeranno un po' più dignitose).
ho quel libro e non ho ancora fatto una ricetta, devo darmi una mossa, questa sembra davvero appetitosa (lo sembrano quasi tutte a dire il vero)

Ale ha detto...

ciao, io ho provato qualche ricetta dolce di Singrid e sempre ben riuscita. Ovviamente ora dovrò provare anche questa meraviglia di girelle che sembrano quasi roselline. Le foto sono stupende. A presto, Ale

La cuoca Pasticciona ha detto...

Ciao Ale.. a dire la verità io non c'è l'ho ancora il libro del cavolo... cmq mi deciderò bene a comprarlo, visto il ben di dio che ci si trova su.. bacetto

Maurina ha detto...

Mi piacciono le girelle dolci... ma quelle salate sono le mie preferite!!!

Alessia ha detto...

Lise.charmel, meno male che qualche piccolo miglioramento c'è, altrimenti ci sarebbe da deprimersi un filino! Purtroppo è da mesi e mesi, ormai, che mi rendo conto che più di così la mia fotocamera automatica non può dare, l'ho veramente spremuta, ma al momento continuo a non potermi permettere la spesa che una reflex e un cavalletto comportano! Resta sempre nella lista delle cose da avere, però ;) Anche per me era la prima ricetta del libro del cavolo, anche se devo dire che mi piacciono (quasi) tutte! E' veramente ben fatto...

Ale, quali ricette hai provato? Io ne ho una discreta quantità che mi solleticano...ma cerco di suddividermele un po', altrimenti rischierei di far diventare il blog un Sigrid-ricettario ;)

La cuoca Pasticciona, meno male che qualcuno non ce l'ha ancora, se no questo post sarebbe sostanzialmente inutile o quasi ;) Comunque non posso non consigliarlo, a me piace moltissimo!

Maurina, tra quelle dolci e quelle salate siamo proprio su due piani completamente differenti, io francamente non disdegnerei nè queste nè i pain aux raisins, che adoro!

terry ha detto...

Come fai a sapere che mi han appena portato un vasetto di nduja dalla calabria!?:)
stupende ste girelle!

Marta ha detto...

spettacolari!!!!
Brava e brava anche Sigrid!

Onde99 ha detto...

Aaaahhhhh, bedda mia, quando ho letto 'nduja mi si sono illuminati gli occhioni da calabbbbbrisella mia che mi ritrovo, mi fai venire nostalgia, così... Buonerrimi. Poi, sì, è vero, la foto che hai linkato fa ben sperare anche me ;-)

Riccardo Troiani ha detto...

ottime:)

Elga ha detto...

Intramnotabili e perfette per ogni antipasto o buffet in piedi, una vera leccornia!

Saretta ha detto...

Se ti almenti delle tue foto io che faccio, mi sotterro?
Bella ricetta,davvero sfiziosa!

cavoliamerenda ha detto...

eh... =P questo è stato l'unico assaggino che ho fatto alla presentazione del libro a Firenze(non perché gli altri non fossero invitanti, anzi, è che non mi piace avventarmi sul buffet in queste occasioni) e devo dire che ancora me le ricordo!

cavoliamerenda ha detto...

Alessia, lascia fare, il salto di qualità è un po' che l'hai fatto... =)
poi che si può sempre migliorare è un altro discorso ma che parli di foto brutte TU... =)

Micaela ha detto...

troppo buone! ce l'ho anch'io quel libro e nemmeno me le ricordo!

Alessia ha detto...

Terry, eheh, sono veggente! :) Ora sai come utilizzarla!

Marta, grazie!

Onde99, ti ho toccato il cuore, ho visto :) che bello quando si riesce a suscitare qualche ricordo o emozione! Quanto alla foto, non che fosse brutta, eh, ci mancherebbe altro...ma visto che cambiamento?! Vabbè che il cambiamento lo noto anche su di me, quando riguardo certi obrobri...penso che tanto è già stato fatto e tanto è ancora da fare (mai fermarsi!)

Riccardo Troiani, grazie

Elga, sì, in piedi o seduti non sfigurano mai! :)

Saretta, ma no dai! Queste sono anche venute abbastanza bene, quelle della torta precedente, invece, le trovavo inguardabili...non sono mai contenta, lo ammetto! :D ma della ricetta lo sono stata eccome...

Cavoliamerenda, io di solito ai buffet, come vuole il nome, mi abbuffo...che grezza che sono! Certo alla presentazione del libro di Sigrid sarebbe stato poco signorile, ma io avrei cercato di assaggiare tutto...ahaha! Quanto alle foto non intendevo dire che le mie sono brutte (in assoluto, anche se alcune lo sono!), non lo erano nemmeno quelle di Sigrid, ma si nota la differenza, eccome...si vede una diversa maturità, come poi nelle foto di tante altre blogger. Certo, uno guarda sempre più in alto e quindi ha la vertigine e si sente piccolo, piccolo. Il bello è che io associo il salto di qualità alla reflex, e poi non so manco se sarei capace di cavarci fuori un ragno dal buco :D

manuela e silvia ha detto...

Ehi..dopo un invito così??!
ma sai anche dove possiamo trovarla? qui son merce rara!! pensa che approfittiamo delle rare manifestazioni in cui si riuniscono prodotti da tutt'italia, per acquistare la crema di peperoncino clabrese (una volta all'anno) e in sicilia abbiamo approfittato per acquistarne un vesetto molto simile!
ma la ndjuia non si trova!! e se la chiedessimo a te? sapresti aiutarci (naturalmente ti rimborseremmo!)
eh si..son cose preziose!!
Un bacione e rimaniamo in attesa!

Federica ha detto...

wow che meraviglia!!!! complimenti!!

Lydia ha detto...

Ma sono una meraviglia, complimenti!!!!

maddalena ha detto...

certo che c'è l'ho il libro del cavolo!!!!cmq buonissime!

Gabri ha detto...

...fanno una gola tremenda...splendide!!

v@le ha detto...

Che carine!! buonissime devo provare tutte le varianti ciao
vale

Romy ha detto...

Io il libro non ce l'ho e quindi...gradisco, ohhhhh se gradisco! Sono uno spettacolo, e molto molto ben fotografate!...brava davvero!

Alessia ha detto...

Micaela, mmm, mi sa che nn ti sono rimaste molto impresse allora! Io ormai, sfoglia che ti risfoglia, quel libro lo so a memoria! Speriamo ora ti abbiano colpito, meritano davvero un sacco! Buon weekend!

Manuela e Silvia, purtroppo non posso aiutarvi perchè io non la compro, se è disponibile (il che accade ogni tot mesi) me la regalano con un certo numero di punti nella pizzeria dove di solito la prendiamo da asporto, che sono calabresi (hanno anche il peperoncino in vasetto e altri prodotti tipici)! L'unica è cercare in qualche alimentari di nicchia oppure su Internet, in siti come Expedia o La compagnia del cavatappi, avete provato?

Federica, grazie

Lydia, vergognati :D

Maddalena, eh si, mi sa che l'abbiamo in tante, d'altronde merita!

Gabri, ti ringrazio

V@le, avrai il tuo bel da fare, sono molto versatili. Comunque ti suggerisco caldamente di provare anche questa versione, è divina!

Romy, grazie, sono molto felice che ti piacciano, girelle e foto! :)

:: Anemone :: ha detto...

Meraviglia delle meraviglie!! Complimenti Ale, sei bravissima!
Complimenti
complimenti
complimenti
complimenti
complimenti
complimenti
complimenti!!

^____________^

Dài, non te la prendere!!! Ah ah ah!

Virò ha detto...

Ma davvero così semplici?

Appena ho visto la foto chissà cosa immaginavo!

Bene: altra ricettina da provare!

P.s. ma, prima o poi, ti cimenterai anche con la Eszterhazy? (Tanto, dopo il rumblecoso, a te i nomi complessi non spaventano, no?!)

Dodò ha detto...

quella trentina di girelle bastano solo a me! che fameee!

sabry ha detto...

... prendo spunto spesso dal tuo sito brava ... queste però anch'io le ho già sperimentate e son davvero sfiziose ... grazie al cavoletto blog!!!

Fiordilatte ha detto...

uff ho troppe cose da dire e spero di non dimenticarmele

1. non ho mai assaggiato la nduja e devo rimediare al più presto. Un amico di mia mamma ha detto che me la porterà dalla calabaria :) quindi queste girelle mi sembrano un ottimo inizio.
2. vedere quella foto di sigrid mi ha risollevato non poco il morale XD
3. anche io associo il salto di qualità al possesso di una reflex ma alcune amiche che l'han comprata han faticato non poco a ottenere dei buoni risultati. Non sembra così facile ecco. Io per ora mi accontento della compatta.
4. ho appena visto la nikon D3qualchecosa sul volantino del carrefur e ci ho sbavato sopra per mezz'ora. E' che spendere tutti quei soldi (anche se scontata eh!) per una digitale mi fa mancare il fiato. Credo me la concederò non appena avrò delle entrate più consistenti :)

Fiordilatte ha detto...

ah dimenticavo..."bello, bellissimo, buonissimo" ahahah :P anzi no "meraviglioso, fantastico!"

GuyaB ha detto...

Lo sai che spesso anch'io vado a vedermi le primissime foto di Sigrid? Mi dà un po' di speranza anche per le mie..penso:"Se lei è migliorata chissà ch non succeda anche a me!"

cmq tempo fa sono andata a vedermi anche le tue primissime foto!!!(e anche tu sei migliorata!)

Firesil85 ha detto...

Bellissime queste girelle...con la nduja!

dada ha detto...

D'accordo con Virginia, grazieee! (e le tue foto sono belle, curate, fresche quindi...)
Anch'io lo sfoglio orgogliosamente questo libro e adesso sei tu che mi hai dato voglia di farle (sempre che trovi gli ingredienti)
Bacioni e buon fine settimana

dada ha detto...

Sempre io...giusto per dirti che l'accenno alla vertigine mi ha colpito...molto vero e profondo.
Adesso vado ;-)

Francesca ha detto...

Belle a vedersi... Ho la 'nduja in frigo.. ci ho fatto pure la pizza tempo fa... queste girelle sono un'altra buona idea di impiego!!
Franci

ViaggiandoMangiando ha detto...

il mio barattolino di 'nduja nel frigo comincia a scalpitare!! :P

Gaia ha detto...

le ho assaggiate alla presentazione del cavoletto, qui a FI, e non riuscivo a smettere di allungare la mano tutte le volte che mi passavano di sotto gli occhi!!
brava!

Fra ha detto...

Mamma mia potrei impazzire per queste girelle. Hanno un aspetto così dorato, croccante e con un ripieno incredibilmente cremoso e invitante. Devo proprio provarle e poi lo sai che io impazzisco per ogni tipo di lievitati!
Un bacione
fra

Giulia ha detto...

è un'ottima idea per un antipastino!

Ho un premio per te, passa da me a ritirarlo!
http://afuoco-lento.blogspot.com/

Ramona ha detto...

Ricetta invitante! BRAVA!

emilia ha detto...

Devono essere ottime ! Mi piace da matti la 'nduja...non la compro più altirmenti la faccio fuori con mille grissini.
Buona serata :-)

Alessia ha detto...

Ciao a tutti! Scusate se non ho avuto e non ho il tempo di rispondervi singolarmente, ma ci tengo a ringraziarvi del vostro apprezzamento, sempre gradito :)

Virò, sì, di una semplicità estrema :) Che cos'è quel "robo" (impronunciabile) che mi hai buttato lì? Devo farmi una ricerca o mi racconti qualcosa tu?...ora ci dò un occhio intanto...

GuyaB, lo spero, le mie prime foto erano inguardabili!!!

Giulia, scusa ma non ritiro premi da molto, molto tempo! E' una scelta che ho fatto oltre un anno e mezzo fa, perchè mi era impossibile starci dietro. Nulla di personale, ti ringrazio ugualmente e spero non ti offenderai!

A tutte le altre....un abbraccio grandissimo!

Virò ha detto...

E' una bellissima torta (mi pare con le noci) pubblicata sempre nel libro di Sigrid...aspetto che la faccia tu e poi ti seguo!

Alessia ha detto...

Virò, ho capito qual'è il dolce a cui ti riferisci ma non credo lo vedrai su queste pagine! Troppo complicato e lungo, tutti quei dischi alle noci...non fa per me ;) Mai dire mai, ma quasi...

Paola ha detto...

Ciao Alessia,
ti ringrazio per questa ella ricettina. ho giusto della 'nduja in frigo da finire e qualche ospitino in casa da deliziare :)
la proverò sicuramente e credo che farò un pensierino per il libricino del cavoletto di Bruxelles :)

a presto

Paola

Ramona ha detto...

Queste girelle sono F E N O M E N A L I

sciopina ha detto...

oh che bonta! Fammi vedere in frigo che pare ci sia ancora un pò di ndujetta...