venerdì 18 dicembre 2009

Coffee-cake con ciliegie e mandorle

Coffee-cake con ciliegie e mandorle

Preparatevi a un tour-de-force dolciario perchè ho la casella "Immagini" straripante di biscotti e torte. Una degna e calorica conclusione per questo 2009, insomma. Vi dico solo che se ne sta lamentando persino mia madre, notoriamente iper-golosa di dolci e intrattabile laddove non possa concludere il pasto col vizietto quotidiano.

Qualche settimana fa, in occasione di una cenetta a due col mio moroso e complice un vasetto di amarene provenienti dalla Croazia che chiedevano di essere usate, ho optato per questo caloricissimo dolce, trovato su quella fonte inesauribile di costumi, tradizioni e cultura che è Comidademama. Sapete già che solitamente snobbo le ricette che non sono provviste di foto esplicativa, ma in questo caso, non so dire perchè (forse perchè Elena è fantastica nel descrivere le ricette, così spontanea e colloquiale!) mi sono fatta rapire e convincere senza tanti complimenti.
A dispetto del nome, ci dice Elena, la coffee-cake non è una torta a base di caffè ma un dolce molto burroso della tradizione americana, ripieno di frutta sciroppata (solitamente ciliegie, ma anche pesche, albicocche ecc.) e con una copertura di streusel, perfetto per accompagnare una fumante tazza di tè o caffè. Questa ricetta è tratta da "Better Homes and Gardens: Cakes - Cooking For Today" di Joanne G. Fullan.

Coffee-cake con ciliegie e mandorle

COFFEE-CAKE CON CILIEGIE E MANDORLE

Ingredienti:

Per l'impasto base:
320 gr di farina 00
1 cucchiaino e 1/2 di lievito in polvere
un pizzico di sale
180 gr di burro
180 gr di zucchero
1/2 cucchiaino di vaniglia zuccherata (o 1 bustina di vanillina)
1/2 cucchiaino (o 1/2 fialetta) di aroma alla mandorla
3 uova

Per il ripieno:
1 vasetto di ciliegie sciroppate

Per la copertura:
160 gr di farina 00
60 gr di burro
3 cucchiai di zucchero
una punta di aroma alla mandorla
2/3 cucchiai di mandorle a lamelle

Per l'impasto per la base: con le fruste elettriche, sbattete il burro morbido con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e spumosa, quindi aggiungete la vaniglia, l'aroma alla mandorla, il pizzico di sale ed infine le uova, una alla volta. Unite gradualmente la farina mescolata con il lievito e setacciata e sbattete solo il tempo necessario ad amalgamare il tutto. Versate in una teglia rettangolare imburrata e cospargete con le ciliegie/amarene ben scolate dallo sciroppo.

Per la copertura: in una ciotola manipolate la farina con il burro, lo zucchero e l'aroma alla mandorla fino a formare delle grosse briciole (streusel), quindi cospargetele sulle ciliegie/amarene, ricoprendo il tutto. Completate con le mandorle a lamelle e infornate a 170°-180° per 40-45 minuti.

28 commenti:

Polinnia ha detto...

bravissima!!! appoggio il tour de force dolciario....anche io sono all'opera, riuscirò a postare tutto???? aspetto i tuoi biscotti...come l'anno scorso ;-)

meringhe ha detto...

Ciao mattiniera, questo dolce è splendido. Se avessi ancora un po' dei quintali di visciole portate a casa dalla croazia a prezzi stracciati lo proverei immediatamente!
Non avevo mai sentito parlare di questo dolce, a quanto dici la ricetta originale non prevede un frutto sciroppato specifico giusto? O nasce proprio con solo le ciliegie?(ultimamente ho la mania di genesi, storia e ricetta più o meno originale dei dolci tipici di altri luoghi!)
E sempre per dimostrare la nostra telepatia...i bicchierini!!
http://meringheallapanna.blogspot.com/2009/06/bicchierini-di-banana-gelatinosa-con.html
Buona giornata e buon WE, abbraccio
s.

Patrizia Gigliotta ha detto...

è un vero piacere vedere le tue ricette, questa a parte che sarà squisita, ma è proprio bella la foto e i colori, complimenti! io per foto devo migliorare parecchio....

Arietta ha detto...

Polinnia, pensare che son tutti dolci fatti due settimane fa o più ;-) da allora son praticamente ferma,ho solo ripetuto i biscottini speziati postati a inizio settimana e ho fatto dei normali biscotti di frolla da regalare! Uhm...di biscotti ne ho ancora un tipo a dire il vero, peraltro piuttosto celebre.... ;-)

Meringhe, dai, hai trovato le visciole sciroppate? I miei mi portano sempre le amarene in vasetto, al naturale: io non potrei , perchè non ci sono mai stata in Croazia, loro invece ci vanno spesso, ci tornano anche a Capodanno! Guarda, nemmeno io conoscevo questo dolce,prima, da quanto ho capito la ricetta tipica è questa con le ciliegie, poi si può fare, a piacere, con gli altri frutti indicati da Elena. Ricordo che i bicchierini li avevi anche tu...sono deliziosi, sia come portacandelina, sia per presentare piccoli dessert al cucchiaio, come avevi proposto! ;-) Bacio!

Patrizia Gigliotta, se ti vuoi consolare vai a vedere le mie foto degli esordi: erano terrificanti! :-)))) Con un po' di buona volontà, impegno e purtroppo tempo si migliora...anche se c'è sempre da imparare, molto anche! In bocca al lupo allora!

Saretta ha detto...

Arietta, con il freddo cane che c'è una fetta ipercalorica ci sta eccome!!!!
Slurp!
bacione

Alem ha detto...

mi piace il tour de force di dolci!!!!
questo è meraviglioso e io adoro le tue foto!

Gloria ha detto...

Leggendo il titolo ho pensato: "caffè e ciliegia?! non deve essere il massimo", poi per fortuna ho letto il post! Mi ispira, con questo freddo abbiamo bisogno di cotanta dolcezza...

Onde99 ha detto...

Cara, se tua mamma si lamenta, per spazzolare tutti gli esemplari dolciari che ha mi offro volontaria io, a partire da questo coffee cake senza caffè!!!

manuela e silvia ha detto...

Caspita davvero molto bello e scenografico! poi ciliegie e mandolre ci sembra un dolcissimo abbinamento!!!
un bacione

Ale ha detto...

Arietta, sembra davvero una delizia e la presentazione è perfetta ! complimenti

Elga ha detto...

E' bellissimo questo dolce, a partire dal nome. La sua consistenza traspare benissimo dallo schermo, una torta piena, come piace a me!"

Arietta ha detto...

Saretta, con questa scusa sto indulgendo un po' troppo in cibi ipercalorici....la vedo buia quando arriverà la primavera e con lei spariranno i piumini!

Alem, grazie,sei molto carina!

Gloria, già, in effetti caffè e ciliegie fa un po'rabbrividire anche me...ma come vedi il titolo era ingannatore!

Onde99,immaginati la situazione ora che sono arrivati ambedue i pacchi dello swap, ripieni di biscotti: ci manca poco che ne metta anche nella ciotola del gatto...

Arietta ha detto...

Manuela e Silvia, scenografico è la parola giusta: ad avercela, l'avrei visto bene su un'alzatina multipiano, magari con un assortimento di dolcetti e cioccolatini...

Ale, grazie davvero!

Elga, anche io sono rimasta colpita dal nome: i dolci stranieri han sempre una discreta forza attrattiva su di me! Esatto, la base è morbidissima ma piena, credo sia dato dalla dose industriale di burro ;-) che fortunatamente è ben bilanciato dall'asprigno delle amarene!

Carolina ha detto...

Buongiorno cara!
Anche da queste parti è un gran produrre di preparazioni dolci... Biscotti, cioccolatini, marmellate,... Ma bisogna o no preparare i regalini di Natale?! ;)
La tua torta sembra buonissima. E che carini quei "bicchierini"! Ikea?
Ti auguro un buon fine settimana!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

una goduria solo a guardarla immagino l'assaggio....io sono pronta al tour e prontissima ad ammirare le tue creazioni:-)bacioni imma

tartina ha detto...

sìsìsìì
le ricette dei dessert sono sempre quelle che più mi fanno impazzire!
soprattutto adesso che sto cercando un dolce da presentare a natale... :S
urgono consigli, cara arietta!

*

terry ha detto...

Gulp! che bello...e che buono che dev'essere! ottima presentazione pure! brava!

Terry

terry ha detto...

Gulp! che bello...e che buono che dev'essere! ottima presentazione pure! brava!

Terry

Virò ha detto...

Ho già iniziato l'assaggio di pandori e panettoni dunque per questa volta passo la mano...

P.s. come potro' sopravvivere a questo periodo stradolce senza avere problemi di glicemia?

Mah...forse basta non pensarci!

barbara ha detto...

Solo leggendo il titolo del post ho pensato che il dolce dovesse essere delizioso, e adesso che ho visto le foto ne sono ancora più convinta. Io sono pronta per il tour dolciario! :)

blunotte ha detto...

passo per augurarti un sereno Natale e buone feste.

Anonimo ha detto...

Ciao Arietta,
complimenti ti seguo sempre su questo favoloso blog.
Ma avrei bisogno di un'informazione circa gli sformatini di patate e funghi.
Visto che vorrei proporli la sera della Vigilia, posso prepararli in anticipo nel pomeriggio e tenerli in frigo fino al momento di metterli in forno? Credo di si, ma vorrei comunque conferma da te.
E intanto Buon Natale!!!

€llY ha detto...

Arietta hai fatto bene a prendere questa ricetta, sembra super deliziosa!!! Mhhhh...proprio non so resistere ai dolci, è una Mania! ih ih ih ;)

Arietta ha detto...

Scusate se arrivo a rispondere così in ritardo, ma avendo avuto di mezzo il cambio del pc e le feste non ho seguito più i commenti e non ho potuto rispondere a quelli che chiedevano qualcosa: perdono!

Carolina, hai indovinato! Sono proprio di Ikea, sarebbero portacandeline in verità ma li vedo deliziosi per dolci in formato mignon o come bicchierini da liquore, ad esempio!

Anonimo (Là) scusa scusa scusa! Spero tu sia riuscita comunque a farli ottenendo un buon risultato, comunque la risposta era sì! Io li feci proprio in giornata, tenendoli in frigo ricoperti di pellicola alimentare, per poi portarli a cottura al momento di andare a tavola! A presto!

Anonimo ha detto...

Cara Alessia,
bellissimo questo cake con un crumble sopra :) dev'essere davvero delizioso!
Potresti indicarmi le dimensioni della teglia da usare con queste dosi, altrimenti rischio di pasticciare! Ormai l'avrai capito, ne abbiamo già parlato tempo fa, con dosi misure numeri e roba del genere combino spesso guai!!!
Ah, un'altra cosa, per il ripieno vanno bene le amerene Fabbri, vero?
Scusami per tutte queste domande, ma vorrei preparare questo cake per portarlo da amici e non vorrei toppare alla grande!
Ti ringrazio tantissimo!
PS Sai, ho poi rifatto i biscottini crinkles e sono venuti decisamente meglio della prima volta, sono stati un vero successo, apprezzati e divorati da tutti! Ero così contenta (ahimè è passato quasi un mese oramai) che volevo mandarti una foto via email, ma mi dispiaceva disturbarti ulteriormente.
Ti ringrazio ancora,
un bacione
Maria

Alessia ha detto...

Ciao Maria, ma guarda che potevi mandarmela la foto dei biscotti, mi avrebbe fatto piacere vederli, figurati! Dai, la prossima volta...:)
Venendo alle tue domande: per le dimensioni della teglia, credo fosse la classica teglia rettangolare (a casa ne ho tre di diverse dimensioni), dovrebbe essere 26x22 all'incirca. Per il ripieno io ho utilizzato delle amarene non sciroppate, ma anche quelle della Fabbri dovrebbero andare bene (non le ho mai assaggiate!!!, basta che non si tratti di amarene sotto spirito altrimenti vi ubriacate tutti :D
Ti specifico che lo streusel in questione esce abbastanza farinoso, con briciole più grosse e altro briciolame fine: a me non è dispiaciuto anche così, ma nel caso preferissi un crumble più consistente, è meglio aggiungere un altro po' di burro (a occhio, quanto ne richiede la farina direi!). Tienimi aggiornata, speriamo vada tutto per il meglio :) Un abbraccio!

Taty ha detto...

Complimenti per il tuo blog, sono andata a guardare qua e là e le tue ricette sono veramente buone e le foto davvero belle!!!Anche io sono un'appassionata di cucina e soprattutto di dolci quelli decorati in particolare!!!Anche se essendo mamma di due bimbi di 7 e 5anni e mezzo ed essendo impiegata a tempo pieno non ho molto tempo e quindi cucino di notte!!!Anch'io ho un piccolo blog se ti va vieni a dare un'occhiata!!!>Ciao Taty

susane ha detto...

Il tuo lavoro è stato molto sorpreso perché è stato che non ho trovato in questo modo bellissimo condivisione.

voyance par mail gratuite