giovedì 19 novembre 2009

Teglia di riso con pere, pancetta e gorgonzola

Teglia di riso con pere, pancetta e gorgonzola

C'è di bello, in Novembre, che si possono gustare piatti più sostanziosi e tanto saporiti. Pietanze come questa, che fungono perfettamente da piatto unico, magari anticipate soltanto da uno stuzzichino da aperitivo, e seguite da un dolcetto, quello è immancabile no?! Ho una predilezione per i sapori robusti, si sarà capito, ma l'accostamento di formaggi e salumi di struttura con il dolciastro della frutta, come qui le pere, è per me di sicura riuscita. E d'altronde qui nessuno si lamenta, specie davanti a una teglia di riso al forno. Non so come mi sia uscita la decorazioncina con le pere e le foglioline di alloro, ma mi piace e per una volta sono soddisfatta pienamente di qualcosa che ho fatto, il che ha del miracoloso...

...anche se sto facendo una fatica immane, non so se si percepisce, a buttare giù due parole per questo post, oggi è uno di quei famosi giorni in cui non ho molto da dire e ancor meno voglia di pensare a cosa dire. Anzi no, una cosa ci sarebbe: domenica sarò a Firenze, qualcuno ha qualche suggerimento enogastronomico da darmi (sperando ci sia qualche negozio aperto)? Per il pranzo sono già a posto, ho prenotato qui. A Firenze sono stata soltanto due volte, una ero troppo piccola per ricordarmi e l'altra troppo occupata a litigare per telefono con chi era a casa :-P, quindi spero vivamente che questa volta vada meglio ;-)

TEGLIA DI RISO CON PERE, PANCETTA E GORGONZOLA

ricetta tratta da Sale & Pepe - Novembre 2008

Ingredienti x 4 persone:
320 gr di riso Arborio
80 gr di pancetta dolce a dadini
160 gr di gorgonzola dolce
3 piccole pere
mezza cipolla bionda
40 gr di grana grattugiato
una foglia di alloro
un rametto di rosmarino
60 gr di burro
sale e pepe

Portate a ebollizione 2 litri di acqua, salatela, poi unite l'alloro e il riso. Intanto in una capiente padella antiaderente rosolate la pancetta con 20 gr di burro e la cipolla tritata finemente. Lavate 2 pere, sbucciatele, privatele del torsolo e tagliatele a dadini; unitele alla pancetta con qualche ago di rosmarino tagliuzzato con le forbici e cuocete il tutto per qualche minuto, mescolando con un cucchiaio di legno.

Scoltate il riso al dente e rovesciatelo nella padella; fatelo insaporire per qualche istante aggiungendo altri 20 gr di burro, poi toglietelo dal fuoco e cospargetelo col grana grattugiato. Trasferite il riso in una pirofila imburrata con 15 gr di burro, cospargete con il gorgonzola tagliato a tocchetti e infornate a 180° per 15 minuti.
Intanto lavate la pera rimasta, privatela del torsolo e tagliatela a fettine; rosolatela in padella con il burro rimasto e una presa di sale. Sfornate il riso, decorate con le fettine di pera, pepate e servite.

48 commenti:

Alem ha detto...

la decorazione (e la teglia di riso!) è venuta benissimo.
per Firenze non ti so aiutare, le ultime volte che ci sono andata non era di certo per piacere, ma mi ricordo di un piccolo chiosco in centro con il lampredotto....

Tina ha detto...

Per quanto riguarda Firenze purtroppo non posso aiutarti. I miei complimenti per la foto bellissima e naturalmente per la ricetta. Fa proprio gola!

Carolina ha detto...

Evviva Arietta a Firenze!
Guarda che la domenica a Firenze è tutto aperto! Qua i negozi del centro non chiudono praticamente mai. È una città per turisti questa...
Dunque... Suggerimenti per la cena... Immagino che debba essere nel centro storico il posto, giusto? Se mi dai qualche indicazione più precisa ci penso per bene e poi ti faccio sapere. Che ne dici?
Buona giornata!

manu e silvia ha detto...

Un trio che si utilizza spesso, ma è la prima volta che li troviamo combinati in un risotto! davvero particolare!! e molto bella la presentazione!
un bacione

CorradoT ha detto...

Ciao Arietta,
bella teglia, perdio! Copiata al volo!

Il Latini e' un po' scaduto e non e' economico. Se vuoi cucina toscana classica vai all'Osteria Pepo, Via Rosina, vicino al mercato centrale di San Lorenzo. Se vuoi mangiare la bistecca alla fiorentina (quella vera) vai da Perseus, in Viale Don Minzoni. Per del pesce puoi andare da Settimo in Via del Barco, o al ristor. Firenze Nova in Via Benedetto Dei.
Per un panino col lampredotto (e salsa verde: obbligatoria) vai al chisco fuori il mercato centrale di San Lorenzo.

Buona visita !!!!

valina ha detto...

bellissima teglia!!
Io ho vissuto a Firenze 10 mesi ( due anni fa ) ma purtroppo nn me la sono goduta x niente...l'ho scoperta solo alla fine..
Ma ho sentito parlare molto bene di http://ino-firenze.com/
e se hai bisogno di ingredienti etnici (verdura,frutta,riso compresi) c'è il vivi market vicino la stazione...

marta ha detto...

Che bella questa ricetta, secondo te si può preparare un pochino in anticipo e poi infornare all'ultimo? Sto pensando al buffet degli auguri di Natale..
Grazie!

Virò ha detto...

Ahhh...sono l'unica al mondo che deesta il gorgonzola e ultimamente lo vedo dappertutto!

Ma se lo sostituissi con la provola affumicata il piatto avrebbe comunque un senso? L'arborio regge bene la doppia cottura in forno? In questi casi mi trovo bene con il parboiled.

Buona gitarella, divertiti e rilassati...

essenzadivaniglia ha detto...

Fai bene ad essere soddisfatta per la decorazione, perché è davvero d'effetto!
E poi quest'autunno sono entrata in fissa con le pere, sia nel salato (abbinate con il gorgonzola sono davvero fantastiche!) che nel dolce!

Firenze, sarà superfluo dirlo, è magnifica! spero stavolta potrai godere in pieno la tua visita!
un bacione

Arietta ha detto...

Alem, purtroppo il lampredotto non fa per me, io e le interiora non andiamo affatto d'accordo :-( sono prevenuta, lo ammetto, ma non ce la posso fare!

Tina, grazie mille!

Carolina, no cara, non ci fermiamo per cena :-( siamo in treno e rientriamo verso le 19.30/20. Solo pranzo e un giro per la città, dato che lunedì è il mio compleanno e ci tenevo a passare una bella giornata di relax, ne ho bisogno! Però magari hai qualche dritta da lasciarmi per i negozi? :-) Un bacione!

Manu e Silvia, il risotto gorgonzola e pere lo faccio spesso ma è la prima volta che lo preparo...in teglia!

CorradoT, grazie sai! Non mi son scordata la tua schiacciata, aspetto solo il momento giusto per buttarmi! Ah sì, dici che Il Latini è scaduto? Le volte che son stata a Firenze e che ci son stati i miei e il mio ragazzo siam sempre andati lì, trovandoci più che bene, per questo ero andata a botta sicura...gulp...ho già prenotato... Gli altri posti li terrò sicuro a mente per una prossima volta, dato che mi fermo solo in giornata. Conosci qualche negozio alimentare interessante? Grazie mille dei suggerimenti, a presto.

Arietta ha detto...

Valina, ricordo che parlasti del tuo periodo a Firenze non proprio come di un bel periodo, mi spiace. Io ci abito relativamente vicino (1 ora e mezza di treno) ma sono stata davvero poche volte e non ricordo molto, spero questa volta di trascorrere una bella giornata! Grazie della segnalazione sul market etnico! Buona giornata!

Marta, io ho fatto proprio così perchè non avevo tempo di farla all'ultimo: il riso tende a diventare più "colloso" (passami il termine), ma in un riso al forno direi sia normale, e a me piace (non nel risotto ovviamente), quindi forse non faccio testo!

Virò, lo so che lo detesti, infatti immaginavo questa ricetta non sarebbe stata nelle tue corde. Sono dell'opinione che come le altre volte tu possa sostituirlo a tuo piacere, d'altronde non è una ricetta che è così e non può essere altrimenti: potresti provare con del brie, o del taleggio, con la scamorza, insomma, con formaggi robusti. Quanto all'arborio, io ho usato il riso comune che abbiamo sempre in casa oltre al Carnaroli, non so dirti la "razza": l'arborio veniva suggerito dalla rivista come il più adatto per questa preparazione. Devo dire che in genere il riso al forno è più morbido e colloso di quello che risulta da un risotto, ma come dicevo sopra a me piace che sia così! Grazie dell'augurio, spero sia proprio una bella e serena giornata!

Micaela ha detto...

carissima e chissenefrega se non hai niente da dire!!! i tuoi piatti parlano già tanto!!! c'è da ammirare le foto fino in fondo, immaginarne il sapore e le consistenze e leggere la ricetta! cosa vuoi di più? Spettacolare anche questo, ovviamente le foto sono stupendissime! un bacione.

Ely ha detto...

sai che l'ho vista anche io e volevo provarla? il risultato è splendido! ciao Ely

Gaijina ha detto...

wow wè ariettina! pensare che a me il gorgonzola non piace ma questa foto, tra ricetta e decorazione, ha fatto venire l'acquolina anche a me>!!!! dire che puoi davvero ritenerti soddisfatta!!! poi io adoro tutto ciò che è a base di riso, quindi... chissà che non riesca a mandar giù pure il formaggio con la muffa?

Saretta ha detto...

Cavolo, mi fa una gola sta pirofila di riso&delizie...consolazione pura!!!

lise.charmel ha detto...

questa ricetta la faccio spesso anch'io: il moroso ne va pazzo e me la fa fare anche quando ci sono gli ospiti

katty ha detto...

che risottino prelibato tutti i miei complimenti sei bravissima!! baci e buona giornata!!

Babs ha detto...

ci siamo messe d'accordo! oggi gorgonzola anche da me!

Arietta ha detto...

Essenzadivaniglia, in qualche post dicevo anche io che adoro le pere...ma solo nelle preparazioni (soprattutto salate, ma anche dolci!) perchè da sole non le mangio mai! Un bacio!

Micaela, grazie, sei sempre tanto carina con me :-) Un abbraccio carissima!

Ely, ti consiglio assolutamente di farlo allora, è molto buona!

Gajina, detto da chi non mangia questo formaggio è un gran complimento! Se ti va di provarla puoi provare sostituendo il gorgonzola con altri formaggi, come ho detto sopra a Virò.

Saretta, bella definizione azzeccata "riso&delizie" ;-)

Arietta ha detto...

Lise.charmel, credo la terrò anche io a mente per gli inviti nella mia futura casetta :-) ovviamente tralasciando nel caso ci sia qualche timorato del formaggio!!

Katty, è un po' diverso da un risottino (il riso qui viene lessato e unito agli altri ingredienti, quindi messo al forno), anche se con questi ingredienti credo uscirebbe anche un risotto coi baffi! :-)

Babs, qui non si fatica a trovare il gorgonzola, nelle preparazioni mi piace moltissimo! ;-)

Lady Cocca ha detto...

Come era quel detto...non far sapere al contadino quant'è buono il formaggio con le pere??'....ahhhhhh e allora immagino il tuo risottino che spettacolo deve essere....sigh ne prenderei un po'..ciaoooo

Gloria ha detto...

Questa teglia è senza dubbio ottima! E poi è anche molto bella da vedere, insomma, in fondo è vero che anche l'occhio vuole la sua parte!

Dolcetto ha detto...

Non so perchè non riesco a vedere le foto però la ricetta mi ha entusiasmara, dev'essere buonissimo questo riso!

Dida70 ha detto...

è vero, appena ho visto il titolo del post ho pensato cha a te debba proprio piacere questo accostamento, ho già provato qualcosa di tuo con questi ingredienti e ricordo un sapore...da riprovare al più presto!!! questa teglia di riso è fantastica poi!
grazie di tute le meraviglie che ci proponi! anche a me capita di...'non avere voglia' ma poi passa!
diveriti a Firenze e buonissimo compleanno!
un abbraccio
dida

Onde99 ha detto...

Se quest'uomo ti porta a pranzo dal Latini devi sposarlo e basta, chiuso il discorso! Per i negozi, temo che le (pochissime) mete gourmandes della mia città di domenica siano chiuse, abbigliamento e profumerie quante ne vuoi, ma le nostre delicatessen sono essenzialmente drogherie o spezierie, che di domenica fanno riposo, come i vecchi bottegai. Però ti consiglio di visitare il reparto cucina della libreria Edison, in piazza della Repubblica, che è bello e ben fornito, e anche quelli delle librerie in via Panzani, vicino alla stazione, di cui non ricordo il nome, perché l'hanno cambiato da poco.
Passiamo al piatto: ma sai che mi hai rubato l'idea? Volevo fare una roba così domenica... fa niente, in cambio mi hai dato un suggerimento folgorante per la decorazione!

Carolina ha detto...

Dunque, ho visto che Corrado ti ha dato varie dritte che per un pranzo sono più che sufficienti...
Per quanto riguarda Latini devi sapere che la popolazione fiorentina è suddivisa (mica guelfi e ghibellini per niente!) tra quelli a cui piace molto e quelli che lo snobbano perché troppo turistico... Io ad essere sincera non ci vado da una vita, per cui non saprei darti un consiglio preciso.


Io trovo molto buono questo posto qua:

http://www.4leoni.com/


Per quanto riguarda lo shopping perverso da foodblogger, non devi assolutamente perdere:

http://semplicementepeperosa.blogspot.com/2009/03/i-mercanti-di-spezie.html

http://www.dinobartolini.it/lanostraofferta.html

http://www.peters-teahouse.com/ita/start.html

Soprattutto i primi 2 link di questa lista (Bizzarri e Bartolini) sono 2 paradisi (di generi diversi)...
Spero di esserti stata d'aiuto, se hai bisogno di qualcosa non esitare a contattarmi!
Se mi viene in mente qualche altro posticino ti scrivo.
A presto!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

semplicemente delizioso questo risotto rustico e delicato!!buonisimo davvero,baci imma

Simona la golosa ha detto...

Wow.. io lo faccio spesso (ma non viene bello come il tuo) mettendoci però il riso venere!
:-)
Quasi quasi... sabato.... se non farà caldissimo (come nell'ultima settimana a Roma) sarà il caso ri riproporlo!

Arietta ha detto...

Ladycocca, il contadino era un gran saggio! :-)

Gloria, per me il lato estetico è fondamentale, se mi escon delle cose inguardabili, anche se buone, mi arrabbio moltissimo e rimango parecchio delusa ;-)

Dolcetto, sei al lavoro? Non è che hai qualche blocco su Flickr? Chiedo perchè una mia amica non le vede per questo motivo! Il riso è molto valido, provalo se ti va!

Dida70, sono un po' ripetitiva dici? :-P Ma niente, figurati, sono io che devo ringraziare voi per il vostro apprezzamento :-) Grazie, quindi!

Onde99, ci siamo già sentite per mail per i posti fiorentini, quindi qui mi limito alla parte mangereccia: davvero volevi fare una teglia simile? con gli stessi ingredienti? Prova, prova, è ottima! Mi fa piacere la decorazione ti sia piaciuta ^_^ Baci!

Arietta ha detto...

Carolina, ormai ho prenotato, spero di trovarmi bene come le altre volte di cui ho memoria, anche se CorradoT mi ha fatto un po' preoccupare e anche il parere di voi fiorentini d.o.c. D'altronde io sono "turista" domenica, quindi di uscire dalla città non c'è modo...ma terrò sicuro in considerazione anche le altre location per volte future. Mi segno tutti i tuoi indirizzi sperando di trovare qualcosa aperto domenica, anche se va detto che sono in braghe di tela e non potrò comunque spendere granchè ;-) Grazie dei consigli e se ti viene in mente altro è solo benaccetto! Un bacio!

Dolci a gogo, Imma, non è proprio un risotto nel vero senso della parola però confermo che è delizioso! Ciao!

Simona la golosa, ma magari il tuo è molto più buono del mio! Mi ispira un sacco l'idea del riso ven ere: con questi medesimi ingredienti? Deve essere bellissimo da presentare! La prossima volta lo provo come dici tu. Qui è sempre grigio e freddino, anche se non si gela, ma mi ha impressionato vedeere la gente a Catania in costume a prendere il sole e a fare il bagno :-/ è un mese che ho su il piumino, io....

stefi ha detto...

Che bella!!! anche io qualche tempo fa ho fatto un risotto simile a questo.
Bellissima anche la decorazione!!!

Edi ha detto...

Oggi la temperatura è più gradevole, ma sapere che a casa ci aspettano piatti sostanziosi ed incredibilmente saporiti è davvero piacevole!! Se avete voglia di spostarvi di una trentina di chilometri fino a Terranuova Bracciolini, patria di Bigazzi, vi consiglio questa locanda a conduzione famigliare..
http://www.cantodelmaggio.com/
Luogo molto particolare, pietanze genuine e squisite!!

Federica ha detto...

magnifica la foto..e straordinaria questa ricetta!! la segno!

Morena ha detto...

wow..che splendida visione!..chissà che meraviglia questo riso con il gorgonzola e le pere!!!!Brava!!

Arietta ha detto...

Stefi, se ne hai provato uno simile sono sicura ti sarà molto piaciuto e che anche questa versione potrebbe aggradarti! Grazie!

Federica, ti ringrazio!

Edi, non sai che voglia avrei, ogni tanto, di trovare una coccola come questa già pronta ad aspettarmi ^_^ Purtroppo, nel caso, verremo in treno, quindi non possiamo spostarci a Terranova Bracciolini, ma mi segno senz'altro questo posto per un futuro giretto fuori porta :-) Grazie, anzi, se conoscessi anche qualche agriturismo/b&b.....

Morena, grazie anche a te!

La Gaia Celiaca ha detto...

il tuo riso mi piace moltissimo.

per quanto riguarda firenze:

ristoranti di pesce:
- "Il povero pesce" zona stadio, abbastanza economico e il pesce di solito è buono.
- lo "skipper" in centro, è in via de pucci dove c'è il circolo nautico, c'è un cuoco siciliano i gestori non sono simpatici ma la cucina è buona.


per comprare roba eno-gastronomica c'è il pegna http://www.pegna.it/, proprio dietro piazza duomo, che è la drogheria più fornita di firenze. e poi ha il vantaggio che accanto c'è la gelateria grom.

per i gelati anche il classicissimo vivoli, vicino a piazza santa croce, carabé vicino via ricasoli con ottime granite, "perché no" vicino a piazza della repubblica.
di gelaterie ce ne sono anche altre ma meno centrali.

per un panino al volo amon in via del palazzuolo, o la rosticceria indiana in via dell'agnolo, oppure il classico nerbone dentro il mercato di san lorenzo.

cavoliamerenda ha detto...

apparteche... la teglia è sfiziosa davvero e non l'ora di assaggiarla (cosa che ragionevolmente avverrà presto) a Firenze non devi assolutamente perdere la sede storica dell' "officina profumo farmaceutica" di Santa Maria Novella in via della Scala al numero 16 (ma avessi mai tempo di farci un post su queste cose!)e anche Bizzarri vicino a piazza San Firenze di cui ha già parlato Carolina! Per uno spuntino il lampredotto migliore lo trovi in una piazzetta nascosta del centro vicino a piazza della signoria, chiedi e ti sarà detto, mentre vale la pena di prendere un caffè da Gilly, per una volta...

Un consiglio: se vuoi veramente godere la città autentica, una volta arrivata alla stazione non andare subito in piazza Duomo, ma arrivaci dal fiume: arriva in Piazza Santa Maria Novella (con sosta nella citata officina) poi da via dei Fossi o via delle Belle Donne raggiungi il fiume, segui il lungarno Cellini oppure via della Vigna fino al ponte Santa Trinita e trovi via Tornabuoni e le sue scintillanti vetrine, via porta Rossa, passando davanti a palazzo Davanzati (da pochi anni di nuovo visitabile) e al mercato del porcellino, piazza Strozzi, piazza della Repubblica, via Roma e finalmente piazza Duomo... Se poi hai ancora gambe via Calzaioli, Piazza della Signoria (qui vicino trovi Bizzarri) ponte Vecchio e... non perderti di là d'Arno gli antiquari di borgo San Jacopo! Ecco, questo è un itinerario condensed "massima vista minima camminata" c'è quello che non puoi assoluamente perdere, se hai tempo ci sarebbe anche la zona di Santa Croce e il fascino di san Fediano ma tutto in un giorno non si può fare...
Buona visita e se hai qualche domanda specifica mandami una mail!

Elisa ha detto...

Questa ricetta l'avevo puntata anche io su sale&pepe, deve essere veramente una delizia!

GuyaB ha detto...

Arietta a Firenze???
Che bello!

Ti do un consiglio per lo shopping! Vai al negozio I FALSI GIOIELLI!

(è il negozio di mio zio, ma non gli faccio pubblicità per parentela! Sono cose meravigliose!)

Ne trovi uno in via Gionori e uno in via dei tavolini!

http://www.falsigioielli.it/

CorradoT ha detto...

ARIETTA: Carolina e Onde99 hanno riportato benissimo la situazione di Firenze, dove siamo sempre divisi e polemici.

Al riguardo ti riporto un detto sui Fiorentini, creato da loro medesimi:

DUE FIORENTINI SI INCONTRANO AL BAR, DISCUTONO E FONDANO TRE PARTITI

Ciao, buona visita :-)

Piccipotta ha detto...

ari sicuramente sarà buonissimo...
anche a me piace molto l'accostamento dolce salato.. lo trovo squisito..
ti mando un abbraccio e divertiti questo fine settimana.
Giulia

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Non ho mai fatto degli sformati di riso, preferisco risotti o insalate di riso. Ma questo tuo sformato così ricco (e senza pomodoro - odio il riso col pomodoro) mi intriga molto e già mi immagino una bella crosticina se riscaldato il giorno dopo. E mi hai fatto venire un'idea per dei supplì bianchi con gorgonzola e pere.
Baci
Alex

tartina ha detto...

vedendo la fotografia della tua splendida ricetta così, prima di pranzo, provo l'irrefrenabile desiderio di farci un tuffo, dentro quella teglia :P eheh
*

Olivia ha detto...

Ciao!
È da un pò che leggo il tuo blog ma non avevo ancora lasciato commenti, ma questa teglia di riso merita i complimenti.Avevo provato il riso con pere e formaggio, ma non al forno e mi piace molto anche l'aggiunta della pancetta!
Non ho consigli enogastronomici per Firenze, ma è una città talmente bella e con tanti ristoranti deliziosi che non passare delle belle giornate è , quasi, impossibile!
Buona domenica!

cavoliamerenda ha detto...

facci sapere com'è andata poi eh? =)
Buona domenica!

Daphne ha detto...

Contest in arrivo :)
Che dici ci sei?

Anna ha detto...

Squisito!!!! Complimenti e grazie!!!

Anonimo ha detto...

...mmm che super bontà! L'ho fatto ieri sera e mio marito non smetteva di farmi i complimenti e ti garantisco che è "roba non da poco". Ho usato i 5 cereali al posto del riso, la dose x 4 persone l'abbiamo spazzolata in due! Grazie e complimenti per il blog, ho già realizzato diverse ricette tutte eccezionali, sei proprio sulla mia lunghezza d'onda, mi raccomando continua così! Grazie Michela