venerdì 6 novembre 2009

Focaccine di ceci al rosmarino con pancetta coppata


"Impasta che ti passa". Ma dai, non ditemi che non conoscete questo celeberrimo motto ;-) E' anche vero che impastare non è certo la panacea, la soluzione ad ogni problema (ma magari fosse così!), però in mancanza d'altro è pur sempre un buon palliativo. Impastare sorridendo alla vita ancora di più, direi :-)

Ma veniamo alla ricetta (impastosa guardacaso) di oggi, cheèmmeglio!! come direbbe il Puffo Quattrocchi. Dopo aver utilizzato i ceci per la crema in bicchiere, ho sviluppato un interesse particolare per la farina di ceci, che non avevo mai acquistato nè tantomeno utilizzato, pur conoscendone - teoricamente - differenti usi, dalla farinata, alla cecina, alla frittelle di ceci. Nel corso di qualche passata ricerca in rete avevo annotato questa ricetta che mi ingolosiva parecchio e ho deciso che si erano fatti maturi i tempi per provarla. Mi sono dunque procurata la farina di ceci ma, all'atto di mettermi all'opera, c'era qualcosa che non mi tornava negli ingredienti e nel procedimento, in cui era previsto il lievito di birra, sì, ma senza il relativo riposo per la lievitazione. Non mi sono fatta scoraggiare dalla cosa e, complice quest'altra ricetta di Stella di Sale, me la sono, beh sì, un po' inventata io, in parte per intersezione delle due e in parte ex novo.

Il risultato è stato molto soddisfacente anche se, essendo questa farina ricavata da un legume e non da un cereale, ha conferito all'impasto una consistenza morbida ma sabbiosa e alle focaccine una piacevole croccantezza lontana dalla sofficità delle sorelle più glutinose. Questo comporta la necessità di consumarle appena sfornate o comunque entro la giornata; nel caso dovessero avanzarvi il mio consiglio è quello di conservarle ben chiuse in un sacchetto per alimenti e di riscaldarle un poco in forno per far loro riacquistare la fragranza originaria.

La ricetta a cui mi sono ispirata prevedeva di farcirle con fettine di pancetta coppata. Io ho accolto di buon grado il suggerimento e le ho trovate fantastiche, ma credo che, data la loro rusticità, si presterebbero benissimo anche ad essere riempite con una fetta di speck o di lardo di Colonnata, quest'ultimo magari associato a qualche scaglia di pecorino al pepe. Insomma: fate vobis!


FOCACCINE DI CECI AL ROSMARINO CON PANCETTA COPPATA


Ingredienti:
300-350 gr di farina 0
150 gr di farina di ceci
30 gr (circa 4 cucchiai) di olio
200 - 250 ml di acqua tiepida
1 cubetto di lievito di birra
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di miele

Per l'emulsione:
acqua (2/3) + olio extravergine (1/3)
sale + rosmarino tritato q.b.

Per farcire:
100 gr di pancetta coppata a fettine

Setacciare sulla spianatoia le due farine e formare la fontana. In un angolino depositare il sale. Sciogliere il lievito in un bicchiere di acqua tiepida, prelevata dalla quantità prevista. Mettere al centro della fontana il miele, l'olio, il lievito sciolto nell'acqua e iniziare ad impastare energicamente, unendo tanta altra acqua quanto serve ad ottenere un impasto sodo (a causa della farina di ceci) ma omogeneo e facilmente lavorabile. Mettere in una ciotola, coprire con pellicola alimentare e far riposare fino al raddoppio.

Intanto preparare un trito di rosmarino e miscelarlo con del sale. Formare dei paninetti rotondi, schiacciarli a dischetto e ricavare delle bugnette pigiando con i polpastrelli. Fare un'emulsione con l'acqua e l'olio e spennellarla abbondantemente sulle focaccine, quindi spolverizzarle con il trito di rosmarino e sale. Lasciar lievitare ancora mezz'oretta, quindi infornare a 180/200° per 15-25 minuti.Tagliare a metà e farcire con la pancetta coppata.

54 commenti:

Carolina ha detto...

Buongiorno Arietta!
sono soolutamente concorde con il motto "impasta che ti passa"! Fa troppo bene... ;)
Queste focaccine devono essere la fine del mondo. Anche io sto facendo alcune sperimentazioni con la farina di ceci, ceci & Co. Ti farò sapere, ok?!
Un abbraccio!

Federica ha detto...

wow che invitanti!

Benedetta ha detto...

beh a me piacciono molto, anche le fotografie cara ari! un abbraccio a presto!

Alem ha detto...

Impasta che ti passa è fondamentale! A volte funziona anche cucina-che-ti-passa, ma non sempre!!!

maia ha detto...

Davvero golosi!!! da provare!!!!!!!!!!!

kristel ha detto...

Non sono neanche le 10 ma io una focaccina cosi me l amangerei anche subito. Davvero deliziose, mi piace molto la farina di ceci. baci!

LaGolosastra ha detto...

telepatiaaaa... le focaccine di ceci Stella le aveva viste qui da me, e proprio in qs giorni stavo pensando di rifarle perché mi erano piaciute un sacco, e ora vorrei farle con la pm.
Secondo me la ricetta di coolkaround ha qualcosa che non va, come si fa a non lasciar lievitare un impasto con il lievito di birra??? Non diventa immangiabile???

Mary ha detto...

farei volentieri merenda con questa focaccina ripiena con la coppata , buono!

ele ha detto...

ieri ho visto, finalmente, la farina di ceci al supermercato, ma ho desistito dal prenderla perchè non avevo nessuna ricetta "portata di mano"...oggi la compro! baci

CorradoT ha detto...

Sono un tuo lettore silenzioso, adesso esco allo scoperto per segnalarti che ho lanciato il mio primo contest. Difficilotto, ma intrigante. Dacci un'occhiata, se credi.
Ciao, buona giornata

Questa era un sfacciata autopromozione :-)

Nicole ha detto...

Che carineee! Sono golosissime, una cosa perfetta per un aperitivo diverso dal solito o una cena a base di salumi magari!

Ely ha detto...

ahaaaaaaaaaaaaaaa che fame e che meravigliaaaaaaaaaaaaa devono essere squisite.... baci Ely

Arietta ha detto...

Carolina, buongiorno a te bella! Ma quanto è bello impastare a piene mani? Sono proprio curiosa di sapere le tue sperimentazioni...anche perchè ora ovviamente ho 2/3 di sacchetto di farina di ceci da usare! Buon weekend, un bacio!

Federica, :-)

Benedetta, grazie cara, un abbraccio!

Alem, almeno ci si prova vero? ;-) Non sempre funziona, è vero, ma meglio di niente!

Maia, ma certo! Mi raccomando che siano tiepidi o comunque sfornati da poco!

Arietta ha detto...

Kristel, sono uno spuntino salato perfetto, oltre che un gustoso aperitivo! Baci a te!

La Golosastra, ma dai!!! Ecco, mi era sfuggito vedi, non è facile risalire sempre all'origine! La ricetta di Stella mi è servita per capire un po' le quantità delle dosi, ma poi ho dovuto fare di testa mia avendo lei usato la pasta madre! Ora vengo a vedere la tua precisa versione e cerco di capire le differenze. Rispetto a quelle di Stella le mie mi sembrano meno focacciose e più scrocchiarelle, ecco! La ricetta di Cook...bella idea ma...dai, lievito di birra senza lievitazione? Mi sa che la ragazza intendeva il lievito istantaneo, tipo Pizzaiolo...oppure ha toppato :-(

Mary, anche io sai...altamente consolatoria e goduriosa!

Ele, io l'ho presa apposta per queste, in effetti! Se ti va di provarle fammi sapere, ricorda solo che van gustate tiepide e che non sono morbide ma croccantine: non si sa mai! :-D

CorradoT, ricordo il tuo nome, forse qualche volta, in passato, hai commentato? Verrò sicuramente a vedere il tuo contest anche se per queste cose sono molto disorganizzata e partecipo di rado. A parte la "sfacciata autopromozione" ti riaspetto qui, con qualche commento sulle ricette: non mordo, ihihihi! Ciao!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Ari sono deliziosamente buono queste focacce poi i ceci mi fanno impazzire quindi si devono provare al piu presto!!bacioni imma

Arietta ha detto...

Nicole, le ho servite esattamente come aperitivo mentre aspettavamo che si riscaldasse il secondo! Una tira l'altra! Le vedo benissimo anche nel cestino del pane associate ad un goloso tagliere di salumi, formaggi, marmellatine...

Ely, grazie! :-)

camalyca-la mucca pazza ha detto...

Si, si impasta che ti passa é anche il mio motto :)))
Non ho mai usato di ceci...da provare :)

CorradoT ha detto...

Beh, Alessia, sai, io non sono il tipo da "maddaaaiii, che bella ricettiiiinaaa!", semmai sto zitto o propongo varianti (come dice mia moglie: "che palloso!").
Per darti un'idea: io queste focaccine le avrei fatte senza rosmarino e avrei farcito con fettine di spianata calabrese, che e' profumata con i semi di finocchio. Di piu': all'uscita dal forno, ma dopo averle farcite io avrei spennellato con olio evo e avrei salato -solo allora- con sale grosso.
Ma lo vuoi davvero un commentatore cosi'?
Ciao :-))))

Arietta ha detto...

Dolci a gogo, fammi sapere Imma, spero ti piaceranno come sono piaciute a noi, per la loro diversa consistenza rispetto alla solita!

Camlyca, la mucca pazza: ehi, ma sei proprio tu? Quanto tempo! Oh, meno male che non lo conoscevo solo io, questo famoso motto ;-)

CorradoT, ecco, speravo proprio che questa non fosse l'immagine che passava del mio blog e di me. Sono sempre avida di commenti costruttivi, di nuove proposte, di varianti, di idee, e non ne ho mai fatto segreto. Il fatto che la stragrande maggioranza dei commenti siano esattamente come dici tu, non mi fa certo impazzire di gioia, preferisco dialogarci su di una ricetta, che non ringraziare dei complimenti ricevuti! ;-)Quindi sia chiaro che non mi aspetto questo da te, se vorrai commentare, ma proprio questo interagire cui hai poi dato espressione.
Venendo alla ricetta, la farina di ceci col rosmarino ci sta davvero molto bene, però non disdegnerei affatto la spianata, come farcitura. Quanto alla spennellata successiva,hai provato già questa tecnica? Che resa ti ha dato? Non risulta troppo untuosa al palato rispetto ad un previo passaggio in forno?

Edi ha detto...

Semplicemente squisite.. adoro l'aroma del rosmarino ed accompagnate con la pancetta coppata devono essere una delizia!!

Muccasbronza ha detto...

Ed io che per pranzo ho l'insata coi cetrioli...
Troppo invitanti!
baci

CorradoT ha detto...

Arietta: non sono stato chiaro: io non avrei spennellato di olio prima, ma dopo la cottura. L'idea viene dalla schiacciata alla fiorentina (io sono di Firenze). Se l'olio lo metti prima il risultato puo' sapere di fritto, comunque non di olio buono. Se lo metti dopo si sente di piu' il sapore di olio buono e ne devi usare di meno (meno grassi) con maggior risultato. Il sale grosso poi e' golosissimo quando mangi. Ma forse sara' che sono abituato ai sapori della schiacciata alla fiorentina.....

Arietta ha detto...

Edi, anche a me l'abbinamento rosmarino e pancetta coppata ha fatto morire!

Muccasbronza, mamma mia, non ti invidio nemmeno un po' :-P io e i cetrioli non siamo molto amici! Un bacione, bella!

CorradoT, ti sei spiegato benissimo e avevo capito altrettanto bene invece. Ti chiedevo, appunto, se spennellare successivamente (alla cottura) non desse troppa untuosità alle focaccine rispetto alla spennellatura previa (alla cottura): immaginavo un effetto colante di olio, ecco. Sulla questione dell'olio che prende l'odore di fritto non ci avevo mai pensato, mi hai dato davvero uno spunto di riflessione. La prossima volta proverò come dici.
Il sale grosso va benissimo, certo, io avevo pensato anche di farle con un intermedio quale il fleur de sel. Sicuramente sei abituato a degli ottimi sapori, anzi..se vuoi sganciare la ricetta ;-)

Simoncina ha detto...

Oggi avete deciso di farmi morire!! ma quante cose deliziose avete sfornato?? Questo sono bellissime, non oso immaginare che sapore che avranno... come sei brava!

Elena ha detto...

mmmm che goduria ho già l'acquolina in bocca, devono essere buonissimi!!!!

CorradoT ha detto...

ARIETTA: eccoti servita, la ricetta non e' mia, e' patrimonio comune di Firenze.


SCHIACCIATA ALLA FIORENTINA (versione salata)

In fiorentino "stiacciata". E per carita' non chiamarla focaccia o ti linciano....
Esistono mille versioni, questa e' la versione che va per la maggiore.
Teoricamente e' solo pasta di pane salata e unta, in pratica non si smetterebbe mai di mangiarla.

Ingredienti "Schiacciata"
1 kg di farina
35 g di lievito di birra
500-600 g di acqua
60 g di olio
10 di sale

Ingredienti "lievitino"
200 g di farina
200 di acqua
35 g di lievito di birra

Preparazione
Ore prima, meglio se la sera prima, si prepara il cosiddetto "lievitino", mescolando 200 gr farina e 200 di acqua con un 30-35 gr di lievito di birra. Far sciogliere bene il lievito e lasciar riposare fino al momento dell'utilizzo.
Al momento dell'inizio della preparazione si prendono gli ingredienti elencati sotto "schiacciata", ci si mescola il "lievitino" e si impasta ben bene. Lasciar lievitare per un paio d'ore.
Stendere la pasta lievitata, spessore 1-2 cm e lasciarla lievitare ulteriormente, coperta, per una mezz'ora.
Oliare un teglione, metterci la pasta stesa e con la punta delle dita premere fino a toccare il teglione sottostante. Non aver paura di forare la pasta, in cottura i fori si richiudono. Sbattere insieme 3 cucchiai di acqua, 3 di olio e una presina piccola di sale. Con questa emulsione spennellare la pasta. Spennellare poco, dev'essere giusto un velo, lo scopo e' di non far bruciare la superficie, non quello di condire.
Cuocere a 220-240 gradi, se la temperatura non e' abbastanza alta verra' fuori una cosa collosa. La migliore schiacciata e' quella cotta nel forno a legna, dove la temperatura e' altissima.
Cuocere finche' la superficie non e' di un bel colore tra il giallo scuro e il marrone chiarissimo. Se e' cotta bene deve risultare croccante.
Fuori dal forno spennellare con abbondante olio evo e salare con sale grosso. Magari rimettere in forno due-tre minuti per far entrare bene l'olio nella superficie della pasta.

Micaela ha detto...

ma sai che ho provato tutte le farine tranne quella di ceci? eppure li adoro! devono essere buonissimo queste focaccine, e tu sei stata bravissima a rimediare alla ricetta iniziale. un bacione e buon weekend!

Arietta ha detto...

Simoncina, andar per blog è un vero tormento...se si ha fame, se si è a dieta soprattutto! ;-) Grazie!

Elena, grazie!

CorradoT, oh bravo, stai sicuro che la faccio! Ti farò sapere! :-) Grazie della collaborazione!

Micaela, anche io sono una gran fan dei ceci, ma anche dei legumi in genere, eppure anche io non l'avevo mai provata prima, personalmente! Un bacio a te!

Gloria ha detto...

Devo provarle, devono essere buonissime!

stelladisale ha detto...

belle ste ricette che fanno dei giri e poi ritornano, grazie per aver messo il link, una variante da provare secondo me è coi ceci cotti e frullati, un po' come si fa col pane di patate... anzi quasi quasi metto a mollo i ceci

Onde99 ha detto...

Che belle, Arietta: sembrano fragranti e dorate, come le vere focaccine dovrebbero essere! L'anno scorso ho scoperto di non amare la farina di ceci, ma, magari, vedendo queste, potrei concederle un'altra possibilità, chissà... intanto che rifletto, mi dici che ne fai delle cotogne?

Arietta ha detto...

Gloria, provale pure, grazie!

Stella di Sale, grazie davvero dell'ispirazione: ho dovuto un po' stravolgere non avrendo la pasta madre ma mi sei stata molto utile per capire che si potevano fare...la ricetta di Cookaround era allettante ma, penso, sbagliata! Mi incuriosisci con la versione coi ceci cotti, sono curiosa di sapere come sarà!

Onde, essendo la prima volta che la usavo non so se sia proprio la farina di ceci, ma il risultato non è stato soffice ma croccante e compatto: calde erano molto buone, fredde non tanto! Proverò altre ricette, sperando di non ottenere un effetto "farina cotta". Per le cotogne, te lo direi tanto, tanto volentieri, perchè vorrebbe dire che lo so, che farne ;-) Mi sono state donate: intanto penso a della marmellata...poi vedo cosa trovo in giro, non le ho mai usate! Un bacione, buon weekend!

Virò ha detto...

L'idea delle focaccine con farina di ceci mi piace proprio molto ma aspetterò a rifarle quando mi darà l'idea che sia più convinta anche tu...
Il fatto che appena raffreddate siano meno appetitose mi convince ad aspettare le tue prossime varianti: non sempre è possibile mangiare le preparazioni appena sfornate, soprattutto per me che cucino sempre in anticipo.

manu e silvia ha detto...

Ciao! son davvero riuscite bene! sfizione al punto giusto!
un panetto croccante e saporito...semplice da preparare e ottimo così farcito!
bravissima!
bacioni

Fiordilatte ha detto...

E questa mi sembra proprio un'ottima ricetta per smaltire al farina di ceci!A casa mia finisce sempre per scadere...alla farinata ho rinunciato tempo fa, non mi riesce!si attacca sempre alla teglia mannaggia ^^

PS giuro che quando ho letto che né tu né carolina mangiate il rosso dell'uovo sodo mi sono sentita meglio. La maionese è un'altra tecnica efficace di camuffamento, se c'è il tonno ancora meglio ihihihi

Notte :)

silvia ha detto...

Avevo voglia di utilizzare la farina di ceci!
Queste focaccine fanno venire tanta fame.....slurp!

Marta ha detto...

sono veramente appetitose...ho appena finito di mangiare una brioches al cioccolato ma una di queste focaccine me la papperei volentieri!

NIGHTFAIRY ha detto...

A dir poco fantastiche..é anche ora di pranzo..Bravissima!Buon weekend!

Nada ha detto...

Wow , how tempting!!..Beautiful pictures..

Marti ha detto...

Oddio ma è bellissima!
Sdoro i ceci, adoro il pane, adoro questo paninoooooooo!!
Innamorata, sul colpo! Gnammmmm

Fra ha detto...

oh mamma che delizia, devono essere davvero saporite e in formato mignon perfette per un buffet!
L'adagio "impasta che ti passa" è diventato il mio mantra ;)
Un bacione
fra

Genny G. ha detto...

le ho viste su flickr...e mi è venuta l'acquolina....

Piccipotta ha detto...

ma lo sai che io la farina di ceci non la riesco a trovare...
volevo fare la farinata da un pò ma niente da fare... in zona è introvabile...
speriamo che arrivi come per magia...
bacio...notte
Giulia
amaradolcezza

Arietta ha detto...

Virò, io sono assolutamente convinta, ma sono dell'idea che questa sia la tipica ricetta che rende più da calda che non da fredda, quindi sempre meglio specificarlo, a scanso di equivoci ;-) Piacerebbe anche a me che tutto fosse sempre buono uguale anche se preparato in anticipo, sarebbe molto più facile, ma non sempre è così.Se troverò qualche altra versione non mancherò di provarla, ma sono molto incostante nel replicare le ricette...

Manu e Silvia, grazie ragazze, ciao!

Fiordilatte, ho sentito molte voci deluse sulla farinata, mi spaventa un po' l'idea di provarla ma dovrò pur trovare qualche modo :-) Il rosso dell'uovo...brrrrr!

Silvia, già, anche a me la fanno venire! Ciao!

Marta, anche la brioche non è affatto male, anzi...

Arietta ha detto...

Nightfairy, grazie cara, buona settimana!

Nada, thanks a lot!

Marti, grazie :-)

Fra, sono perfette da aperitivo, uno stuzzichino goloso! Io ci provo a convincermi che impastare serva davvero, ma non è poi che sia tanto vero...però intanto ho la scusa per farlo ihih! Baci!

Arietta ha detto...

Genny, :-)

Piccipotta, io la trovo nel reparto frutta secca, insieme a quella di castagne. Nel reparto farine non l'ho mai vista invece...non so se possa servirti questa dritta, al limite prova a chiedere al Punto Vendita, o sicuramente la trovi al Naturasì. Un bacione!

Maurina ha detto...

Dove ci sono ricette "che lievitano", io arrivo... che belle focaccine!! Da provare.

paoladany ha detto...

Che belle queste focaccine. Complimenti per il tuo blog mi piace. Adoro cucinare anche se ho poco tempo...

Moscerino ha detto...

impasta che ti passa dici??? ummm...bene, devo mettere in pratica il motto! in effetti rammento tempi d'oro del Moscerino in cui impastavo per rilassarmi, ma ultimamente ho un po' trascurato questa nobile arte! devo ricominciare, magari con queste focaccine!

cinzietta ha detto...

Io, che sono palermitana fino all'ultimo unghio del piede, uso la farina di ceci solo per farci le panelle (appropò le conosci vero?)
queste focacce mi ispirano parecchio....grazie.

Valery ha detto...

Ciao Arianna...stavo curiosando nel tuo blog quando vedo queste magnifiche focaccine...da provareee...e sul detto "impasta che ti passa..hai ragione!!! Valeria

Stella ha detto...

Fatte due volte nel giro di tre giorni. Sono FAVOLOSE!!

Sabry ha detto...

ciao seguo il tuo blog ... ho fatto le pizzette philadelphia buone davvero e quelle di ceci pero non sono come nella tua foto ovvero le tue sembrano molto croccanti cosa che invece la farina di ceci non produce sai darmi spiegazione GRAZIEEE le voglio rifare ....

Alessia ha detto...

Sabry, ciao! Le mie focaccine di ceci non erano "molto croccanti", erano più precisamente croccantine fuori e compatte dentro, molto gradevoli da calde, troppo pesanti da fredde, ma una volta riscaldate riacquisivano fragranza gradevolezza. Non ho capito come ti siano riuscite, però posso dirti che a me la farina di ceci ha dato questa resa croccantina all'esterno! Fammi sapere meglio cosa intendi! Ciao, A.