venerdì 30 gennaio 2009

Tortelloni di ricotta e spinaci conditi con burro fuso, salvia e parmigiano.


Tra i tanti piatti in cui la mia nonna paterna era veramente imbattibile c'erano i tortelloni di ricotta. In effetti, se la memoria non m'inganna, credo di essere stata cresciuta fondamentalmente a tortelloni di ricotta e formaggini Mio (non ditemi che non ve li ricordate?!) e poco, pochissimo altro. Non perchè mi tenessero a stecchetto, sia chiaro (al tempo non ve n'era d'altronde alcun bisogno, sigh!), semplicemente perchè non mangiavo: ricordo certi inseguimenti, piatto alla mano e cucchiaio sguainato come una minacciosa spada di Damocle sulla mia testolina...
Coi tortelloni non si correva questo pericolo, li adoravo letteralmente. E anche ora rimangono in assoluto uno dei miei piatti preferiti, a patto che siano fatti con tutti (o quasi) i crismi e che li si condisca in bianco (no sughi, no ragù for me).
Quando la nonna è mancata, io e mia mamma abbiamo fatto di necessità virtù e abbiamo imparato a farci i tortelloni da sole; certo, non sono eccezionali come quelli della nonna, ma sono davvero molto buoni. Per la ricetta, che prevede gli stessi ingredienti di nonna, usiamo, giusto per la comodità di avere delle dosi più precise, questa tratta da un opuscolo sulla cucina modenese scritto da Sandro Bellei, celebre giornalista mio concittadino che da sempre pubblica libri e partecipa a conferenze sul dialetto, la cultura e la gastronomia modenese.
Qui e qui potete comprare i suoi libri, tra cui "Cucina modenese": vi assicuro che sono veramente validi, specialmente se sbavate all'idea di gnocco fritto, tigelle, stria, borlenghi, tagliatelle al prosciutto e piselli, tortellini, tortelloni, maltagliati coi fagioli e così via.


(immagini tratte da www.spaghettitaliani.com e www.ibs.it)

TORTELLONI DI RICOTTA E SPINACIconditi con burro fuso, salvia e parmigiano
Ingredienti:

Per la pasta:
6 uova
600 grammi di farina 00 per pasta fresca
(alcuni mettono anche un pizzico di sale)

E' consigliabile comunque stare abbondanti con la pasta, poichè per fare tortelloni e tortellini avanzano molti scarti, comunque perfetti per realizzare dei maltagliati o dei quadretti da fare in brodo. Per questa dose di ripieno, infatti, io ho usato 9 uova.

Per il ripieno:
400 gr di spinaci
100 gr di parmigiano grattugiato
250 gr di ricotta
1 uovo
sale
noce moscata

Pulire gli spinaci e lavarli accuratamente fino a che avranno perso tutto il terriccio, quindi lessarli in poca acqua bollente. Lasciarli raffreddare, strizzarli bene e tritarli. Se li tritate grossolanamente (con la mezzaluna) il ripieno rimarrà più chiaro, se invece li tritate molto finemente (con il mixer) il ripieno risulterà più verde, come nel mio caso.
Unirli alla ricotta,al parmigiano e all'uovo, sale e una grattugiata di noce moscata a piacere, quindi mescolare con cura.

Per la sfoglia, versare nel mixer la farina e le uova, poi lavorare l'impasto velocemente a mano fino a che non sarà liscio ed omogeneo. E' consigliato fare poco impasto per volta e lasciarlo riposare una mezzoretta in una ciotola coperta da un canovaccio umido o da un piatto prima di tirarlo.

Prendere un pezzo di pasta alla volta, conservando il restante nella ciotola coperta, e tirarlo con la macchinetta dal primo fino all'ultimo buco, eventualmente cospargendolo di poca farina laddove fosse troppo umido e rischiasse di "stracciare". Qualora questo accadesse, raddoppiare la pasta e ricominciare dall'inizio.

Con la rotella tagliapasta apposita da tortellone ottenere tanti quadrati, porre su ciascuno di essi una nocciola di ripieno, chiudere a triangolo, sigillando bene intorno al ripieno, e poi a tortellone congiungendo i due lembi verso il basso intorno alla punta del dito indice, stando attenti a non raddoppiare la pasta.

Disporre su dei vassoi coperti di un canovaccio o spolverizzati di farina, lasciarli leggermente asciugare, quindi congelare i tortelloni. Quando sono congelati è possibile riporli in sacchetti per alimenti e conservarli in freezer.

Al momento di cuocerli vanno tuffati, ancora congelati, in abbondante acqua bollente salata, scolati con una schiumarola dopo un paio di minuti che sono a galla e conditi in una padella con burro fuso con foglioline di salvia e parmigiano grattugiato.





Mi scuso in anticipo se non sarò puntuale nelle risposte e mancherò dai vostri blog. Sono giorni molto intensi perchè ho iniziato a reperire, organizzare e leggere il materiale per la tesi, attività che mi sta assorbendo ogni energia vitale. Non a caso sto scrivendo questo post...in notturna (sbadiglio). Insomma...aspettatemi! Intanto auguro a tutti un buon fine settimana!

40 commenti:

furfecchia ha detto...

Ingredienti semplici che fanno un grande piatto e le foto non smentiscono!

un grosso in boca al lupo per tutto il lavoro della tesi... ricordo come ero presa quando ho scritto la mia!

Carolina ha detto...

Un piatto che è un intramontabile e allo stesso tempo un jolly da sfoderare in qualsiasi occasione. Grazie per avermi risposto ieri sera.
Buon weekend!

Maya ha detto...

Troppo buoni!!!! un classico di cui non mi stancherò mai... Buon W.e

manu e silvia ha detto...

ce lo ricordiamo anche noi il formaggino mio!!!!
brave ad aver imparato a fare i tortelloni....noi non ne siamo capaci..ma il modo in cui li proponi tu (ripieno e condimento)è come li preferiamo in assoluto!
verremo ad assaggiare i tuoi..così poi magari ci insegni pure ;)
un bacione

Denise ha detto...

Il gusto lo conosco bene...sono fantastici! Da noi in Alto Adige usiamo gli stessi ingredienti, ma invece di farli a forma di tortelli, li facciamo a forma di mezzaluna e li chiamiamo Schlutzkrapfen!

Onde99 ha detto...

Hai fatto dei tortelloni perfetti, sei proprio un'emiliana DOC! Anch'io li gradisco solo con burro e parmigiano, non amo i sughi rossi sulle paste ripiene. In bocca al lupo per la tesi... al ricordo del lavoro certosino che feci io rabbrividisco: all'epoca mi sembrò tutto molto naturale, ma non so se ora ne sarei più capace

Camomilla ha detto...

Io sono una di quelle che il tortellone lo mangia solo con il ragù... forse dipende dal fatto che in casa mia li abbiamo sempre conditi così!
Comunque come quasi tutti i piatti della nostra tradizione, sono sempre i miei preferiti!
Un bacio!!!

Claudia ha detto...

Ma siete bravissime tu e la tua maamma a saper fare anche i tortelloni! sapete li vedo più difficoltosi, data la forma, che i ravioli! complimentissimi.. baci baci

Papero ha detto...

a casa nostra si fa la gara di tortelloni, a chi li fa meglio! inoltre ognuno poi li condisce come vuole, chi con il ragù, chi con i finghi, ma burro e salvia per me resta il migliore modo per gustarseli.
ecco ora mi è venuta voglia di tortelloni :-D
baci

Maurina ha detto...

Tortelloni ricotta e spinaci : un classico intramontabile e sempre ottimo. Mi hai fatto venire voglia... In bocca al lupo per le tue ricerche.

Fra ha detto...

Io giravo attorno al tavolo col triciclo mentre mia nonna mi inseguiva con il cucchiaio in mano! Poverina!!! ma neanche io sapevo dire di no ai suoi tortelloni...stessa ricetta della tua nonna (d'altronde la mia è di Serramazzoni...modenese doc ;D)...e anche per me solo un filo di burro per condire! In assoluto la mia pasta preferita
Un bacione e buon fine settimana
fra

ines ha detto...

Che buoni questi tortelloni, qui da noi facciamo i fagottini che sono molto simili. con burro e salvia poi, diventano un piatto speciale. ciao ciao

Snooky doodle ha detto...

buoni questi!! non pottresti mandarmi questo piatto e'? lo divorerei subito :))) Bravissima come sempre

essenza di vaniglia ha detto...

Non mangio quasi mai parmigiano, quindi questi splendidi tortelloni li gradirei più che volentieri con un bel ragù!
buon lavoro con la tesi!
baci!

ღ Sara ღ ha detto...

li adoro!!! troppo troppo buoni!!i tuoi fanno venire una fameee!!

Fiordilatte ha detto...

un classico si, ma davvero invitante... sono solo le 11 ma l'appetito sale :)
in bocca al lupo per la tesi!

Mary ha detto...

li adoro i tortellini con spinaci e ricotta ...una meraviglia!

unika ha detto...

che piatto goloso che ci hai regalato...un bacio
Annamaria

Micaela ha detto...

Ciao carissima, quando ero piccola non ho avuto la fortuna di mangiare i tortelloni. Da noi ci sono altre tradizioni come il ragù di carne, le lasagne, i cannelloni e la pasta al forno che a me non piacciono un granchè perché preferisco i condimenti bianchi o di verdura! Devono essere buonissimi, sai che non ho mai provato a farli in casa? Di solito compro quelli già fatti ma devo ammettere che questi hanno tutto un altro aspetto!!! Mi hai fatto venir voglia di provarli!!!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

mamma che delizia che sono questi tortelloni!"!fantastici!!bacioni imma

muffin girl ha detto...

un classicone intramontabile! bravissima arietta!

Lo ha detto...

sei bravissima! sono praticamente perfetti...anche io come te li amo in bianco proprio per esaltare il tortellino..buon lavoro per la tesi...come ti capisco! un bacione

Pepe Rosa ha detto...

porca paletta, un bel Standing Ovation per i tuoi tortelloni!!
Buona tesi...
Ciao Pepe Rosa

Elga ha detto...

Bellissimi!! Li amo anche io in bianco, e i tuoi sono veramente ben riusciti, bacio econcentrati sulla tesi, io ti aspetto!

Anonimo ha detto...

Complimenti Arietta! Devono essere straordinari questi tortelloni! Li proverò al più presto!
In verità, ci sono tantissime tue ricette che mi incuriosiscono... e poi le presenti sempre in modo molto simpatico!
Un saluto
Maria

piccolacuoca ha detto...

Ciao!! Sono una 26enne anch'io..cuochetta per passione e da poco anche blogger..:-)))
Tanti complimenti x il blog, ti ho già messo tra i miei link..!
Ciaociao
Laura

GG ha detto...

Fantastici!!! Copio la ricetta!!!

Se passi da me, c'è un premio per te!! :-DD
GG

Clà ha detto...

ah che goduria! ho già ordinato la pizza mannaggia! sennò ci facevo più di un pensierino!

Cianfresca ha detto...

Non esagero dicendo che raramente vado matta per qualcosa come per i tortelloni ricotta e spinaci.. erbe e spinaci.. wow.. stasera si fanno anche da me, sono davvero ottimi e secondo me hanno profumo di casa

FairySkull ha detto...

Mamma che bontà, sono i miei preferiti in assoluto tra la pasta fresca !! Baciiiii

NIGHTFAIRY ha detto...

Deliziosi Ale!mi ci tufferei :-p
Buona domenica!

dario ha detto...

ricotta e spinaci: sono quelli che preferisco: semplici e buonissimi.
ciaoo e buona domenica

eleonora ha detto...

Elle est super sympa cette petite recette, j’adore. Bravo e complimenti alla tua ricetta...ciao, ciao di Francia

:: Anemone :: ha detto...

Ma Ari: vi siete messe d'accordo (tu e Camomilla)? Ho la salivazione a mille!! Sei bravissima come sempre!!

Un bacione!! ^______^

Arietta ha detto...

Vedo con piacere che i tortelloni di ricotta e spinaci sono un evergreen sempre apprezzato, anche se ci dividiamo tra chi li predilige come me, in bianco, e chi non può fare a meno di un bel ragù.
Chissà cosa ne penserebbe Sandro Bellei a riguardo :-)

Denise, mi hai molto incuriosita sugli Schlutzkrapfen, devo informarmi ;)

Claudia e Micaela,vi consiglio prima o poi di provare...magari i primi non verranno bellissimi ma via via ci si prende la mano e si acquisisce velocità. Il risultato, poi, dà grandi soddisfazioni!!

Maria, grazie di essere passata di qui e di aver lasciato un commento. Mi fa piacere che i miei piatti ti piacciano e li trovi ben presentati, a volte mi faccio assalire dai dubbi se davvero ne valga la pena...ma quando leggo commenti come il tuo penso che forse ne valga davvero. Grazie!

Grazie a tutti anche per gli in bocca al lupo per la tesi...sono solo all'inizio....e devo ancora preparare due esami. Mi viene male!!Un abbraccio!

Vanessa ha detto...

più sono classici e tramandati di famiglia in famiglia e più le ricette sono buone come questi tortelloni spettacolari!

Alessia ha detto...

Io il formaggio non sono mai riuscita a mangiarlo, ma i tortelli verdi assolutamente sì, solo che la mia di nonna li preparava con la ricotta presa direttamente dal caseificio dove fanno il Parmigiano Reggiano.
La fortuna di essere emiliane..
;-)

bei tempi

A.

cicci ha detto...

da brava modenese..seppure da poco trapiantata in rubiera e tu sai cosa vuol dire per noi modenesi...ho imparato da mia mamma i tortelloni le lasagne e i tortellini...attenzione e non cappelletti come si usa qui nella terra delle teste quadre..per me tradizione importante che sto già inculcando alla mie bimbe..perchè dopotutto per il 50% sono modenesi e anche noi abbiamo un buon mangiare!!!

Angie ha detto...

Ciao! mi sono segnata la tua ricetta, voglio provare a farli, ovviamente se deciderò di postarli non scrivo la ricetta, ma metterò il link al tuo post!!! Ciao!!

Raffaella ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.