giovedì 17 giugno 2010

Ciliegie spiritose, ma non troppo

Ciliegie

Avere un'amica con alcuni alberi di ciliegie e duroni in campagna non ha veramente prezzo. Considerato soprattutto che pochi giorni fa sono tornata a casa con un sacchetto della spesa pieno e oggi il mio super le metteva a cifre da gioielleria (6-8 euro al chilo?! Pronto?! E a Vignola i magnifici duroni grandi quattro volte tanto a solo 4 euro al chilo?! Vorrei che mi presentassero il demente che fissa i prezzi!). Per quanto in famiglia siamo dei veri golosi di duroni era impossibile spazzolarli via tutti e così ho attivato la premiata industria conserviera Alessia&Alessia (...non la conoscete?! Tsk!) per fare queste ciliegie spiritose, ma non troppo. La ricetta è banalissima.

Prendete 1 kg di amarene o di ciliegie che avrete lavate e snocciolate con l'apposita caccavella, mettetele in una ciotola e mescolatele con 500 gr di zucchero. Suddividetele in vasetti sterilizzati da mezzo kg o un kg, aggiungete 100 gr di alcool 95° in proporzione tra i vari vasetti (es. 4 vasetti, 25 gr di alcool l'uno), chiudeteli con il tappo e sbatteteli forsennatamente, come se foste in preda a una crisi isterico-convulsiva. Sbattacchiate di tanto in tanto, quando ve lo ricordate o avete bisogno di sfogarvi un attimino prima di arrivare a lanciare il vaso finto-Ming di vostra madre dalla finestra. Lo zucchero dovrebbe sciogliersi in un paio di giorni e formare un bel po' di succo. Al momento dell'utilizzo sgocciolate le ciliegie e usatele, ad esempio su una base di semplice frolla per fare una crostata. Io con mezza dose (500 gr di duroni snocciolati, 250 gr di zucchero e 50 gr di alcool) ho ottenuto due vasetti da mezzo kg.

Ciliegie spiritose, ma non troppo

29 commenti:

Virginia ha detto...

Mi piacciono queste ciliegie un po' più serie. Io detesto quando le violentano con quintalate d'alcol. E' raro che riesca ad assagiare delle ciliegie non devastate e ogni volta mi girano...

Alessia ha detto...

Virginia, concordo con te! Mi è capitato spesso di assaggiare e di leggere ricette dove le coprono completamente di alcool, diventano pesanterrime! Qui la quantità di "spirito" è davvero minima, all'inizio temevo rimanessero seccagne, invece lo zucchero e quel po' di alcool sono sufficienti a formare, in un paio di giorni, un bel succo con l'acquosità delle ciliegie, e quando apri il vasetto non rischi di svenire, cosa non da poco ;)

Mirtilla ha detto...

Buongiorno! Oggi ho un sonno... ce ne vorrebbe 100 di ciliegie così per tirarmi un pò su di morale oggi! ;-) Devono essere davvero buone... ma a me di solito dispiace mettere la frutta sotto spirito o fare la frutta sciroppata, sopratutto le ciliege che costano un occhio della testa!..però poi quando ci osno le divoro! Eh eh :-)

Lydia ha detto...

Mi piace moltissimo l'idea di sbatterle come se fossi in preda ad una crisi isterico-convulsiva

Tery ha detto...

Nuuuu io con una di queste mi ubriaco come se mi bevessi 1 litro di rum!
Però l'idea di usarle per i dolci mi piace proprio! :)

Gloria ha detto...

Anche a me piace molto questa preparazione con la giusta quantità di alcool, dovrò provarci! Anche io ho la fortuna di avere ciliegie direttamente dall'albero della campagna, ogni volta che nei banchi frutta vedo quanto costano spalanco gli occhi!buona giornata

Forchettina Irriverente ha detto...

Le ultime ciliegie che ha fatto mia mamma erano talmente alcoliche da anestetizzare la bocca, abbiamo impiegato degli anni per poterle mangiare .. che ci fosse troppo alcool ?? Quest'anno l'ho pregata di usare della grappa, che è meno potente. Ma in effetti anche usare meno alcool potrebbe essere una soluzione !!!!

lagaietta ha detto...

alessia, mi hai dato un'idea perfetta per usare le ciliegie che ho comprato! almeno le tengo da parte anche per l'inverno quando avrò voglia di portare il sole in tavola!!! e magari anche una ciucca! ahahaha = )

Alessia ha detto...

Mirtilla, buongiorno a te, qui pioggia e freddo e io devo andare in centro a consegnare la tesi in segreteria :( Guarda, quando le compriamo, mezzo kg alla volta, nemmeno io mi sognerei mai di usarle per altro che non mangiarmele una dietro l'altra :D però qui si parlava di quantità ben più consistenti, forse un 5 kg :D tra quelle regalate, mangiate e preparate così ;)

Lydia, rende l'idea vero? Sono un ottimo antistress naturale e potrebbe favorire anche l'assottigliamento del punto vita... :P

Tery, ma queste sono poco poco alcoliche ;) quelle troppo alcoliche non mi gustano, come dicevamo sopra con Virginia!

Gloria, mi farai sapere? La ricetta mi è stata data da Sabrina, la proprietaria degli alberi, se non ho capito male l'ha ricevuta dalla moglie di un anziano che coltiva l'orto in questo campo! :) Io solitamente non ho questa fortuna, ma lei è stata molto gentile a volermi invitare con lei a raccoglierne un po'!

Alessia ha detto...

Forchettina Irriverente, ahahah! Proprio quello che temo io! No, questa versione è molto delicata. Il succo si forma grazie al poco alcool, allo zucchero e alla succosità dei frutti. Non temere se all'inizio sembrano secche (io temevo, infatti!) Può darsi che tua mamma abbia usato dell'alcool 95° per ricoprirle interamente, magari in quel caso è meglio preferire dell'alcool puro con una gradazione minore o, appunto, della grappa un po' delicata. Con questa versione non dovrebbero esserci problemi!

Lagaietta, bene, sono proprio contenta! Io credo che i miei due vasetti non ci arriveranno all'inverno, presto ci farò una bella crostata :D

Blueberry ha detto...

Cara Alessia, posso dire che sei proprio fortunella??? :-) Beata...io adoro le ciliegie e queste sembrano squisite! A casa mia non sarei riuscita a farle sotto spirito, siamo troppo golosi!
Bacio

dolci a ...gogo!!! ha detto...

è un idea questa che ho in programma anch'io di fare.....sono deliziose!!bacioni imma

Saretta ha detto...

Che fortuna accidenti!!!!SOno troppo buoni i duroni, chissà sotto spirito!

Alice ha detto...

beh prepararle è decisamente un anti-stress onchè sfogo emotivo!!!
baci :)

Micaela ha detto...

è vero le ciliegie costano un sacco... ed io le adoro... non le ho mai mangiate sotto spirito... le provo anch'io!

MMM ha detto...

ingistizia! il mio ciliegio quest anno ha partorito ciliegie informi!

deliziose le tue comunque..


www.modemuffins.blogspot.com

Federica ha detto...

Bellissime!! Poi comode da tenere in casa anche in periodi in cui non si trovano più. dopo quanto s possono usare? e quanto si mantengono?

Alessia ha detto...

Blueberry, si che puoi dirlo, lo penso anche io! :) Guarda, ti assicuro che le avresti fatte anche tu: ne avevo una sporta enorme piena zeppa :)

Dolci a gogo, ti consiglio vivamente queste proporzioni, risultano molto delicate rispetto a quelle aggressive tutto alcool!

Saretta, mi state tutte invidiando eh? :P

Alice, decisamente! Uno di quei lavori metodici (lo snocciolamento è un po' una palla, diciamocelo!) che ti fanno restare concentrato e non pensare ad altro...e poi vai di shekeramento!

Alessia ha detto...

Micaela, ora immagino tu non possa assaggiarle, visto che c'è del liquore, vero? Però puoi sempre farle ora e rifarti quando il pargoletto sarà nato! :)

MMM, io ho un albicocco, ma fa le albicocche troppo in alto e mica ci arriviamo :D quando ero piccola era più bassino e ne produceva tantissime! Ricordo le marmellate e le albicocche sciroppate della nonna...

Federica, sì guarda, sono una furbata, solo un po' rognose da snocciolare...è facile, eh, per carità, solo un po' noiosetto! Le puoi usare anche subito, diciamo qundo lo zucchero si è tutto sciolto (un giorno o due) e dovrebbero durare un annetto, così almeno mi è stato detto, ma non credo nel mio caso ci arriveranno! :)

cavoliamerenda ha detto...

domanda: e se uno oltre ai 25 cl di alcol riempisse il vaso di acqua?
Anche a me piacciono delicate...

Alessia ha detto...

cavoliamerenda, quando le ho fatte ho chiesto a Sabrina come mai risultassero così secche e se non vi fosse bisogno di aggiungere dell'acqua. Mi ha detto che non era necessario, perchè il poco alcool, lo zucchero e il succo delle ciliegie avrebbero prodotto liquido a sufficienza, e così è stato. Se preferisci aggiungere dell'acqua vedi tu, ma io non la metterei :)

UnaZebrApois ha detto...

buonissime così...va bene che delle ciliegie mangerei anche il nocciolo, se si potesse, ma queste sono davvero super!!!

( parentesiculinaria ) ha detto...

ihihihih..!! Ottimo consiglio (non solo quello culinario...:)

Marbrit ha detto...

Come darti torto: un'amica così è davvero un tesoro inestimabile, specie in tempi di recessione...
Complimenti!

Lauradv ha detto...

Ma quanto sono buone??? Le ho fatte anche io l'anno scorso :) Buona domenica

Italian Cooking Adventures ha detto...

Grazie mille per l'idea!!A casa abbiam tre cassette di ciliege che non sappiam come smaltire,stiam facendo sciroppi e marmellate e questa è un 'altra ottima idea!

Genny G. ha detto...

è fantastico mettere in vaso e conservare l'estate vero?:D

sorbyy ha detto...

Buonissime!!!
Che bei ricordi mi hai fatto venire in mente!!
Mia madre ricordo le copriva con lo zucchero e poi metteva al sole e noi bimbi tutti i giorni ci divertivamo a sbatterle!!
Bisogna che cerchi fra le sue ricette, mi piacerebbe ritornare bambina!!

Alessia ha detto...

UnaZebrApois, grazie mille! (ma i noccioli lasciamoli lì dove sono, dai, eheh!)

(parentesiculinaria) ;)

Marbrit, così però sembra che la sfrutti ehehe! In verità è sempre molto generosa nei miei confronti! :D

Lauradv, grazie mille, ti auguro buona settimana!

Italian cooking adventures, e di che? Le hai per caso fatte poi, con quelle 3 cassette di ciliegie? ;)

Genny, sì, avendone il tempo farei tantissime conserve!

Sorbyy, che bel ricordo, grazie di averlo condiviso! E' bello coinvolgere i più piccoli in queste preparazioni, si sentono responsabilizzati e poi, come per te, sono dei bellissimi momenti da ricordare :)