martedì 20 dicembre 2011

Mini stollen al marzapane

Mini-stollen al marzapane


Oh beh. Pare sia arrivato di nuovo il periodo di Natale :) posso spolverare questa foto scattata lo scorso anno e mai pubblicata perchè, per mia negligenza, sono arrivata lunga coi tempi e il Natale era
già bello che passato. Sai che magia parlarvi dello Stollen quando ormai sta facendo capolino la primavera? (senz'altro sarei stata originale...!) :)

Tra l'altro mi piangeva anche il cuore, lasciarla lì a impolverarsi, sta foto perchè alla fine è una di quelle che mi è riuscita meglio in tutta la mia vita (non che ci voglia poi molto eh) e la ricetta, beh, la ricetta è quella di un dolce che incarna l'essenza del Natale, con le uvette, il marzapane, i canditi, le scorze di agrumi e tutta quell'altra roba dolcissimissima e speziatissima che lo caratterizza. Che poi a me il marzapane non piace mica, sapete, però che Stollen sarebbe senza marzapane? No dico, sarebbe come un tortellino senza ripieno (che poi ho scoperto da poco esistere pure. Pare si chiami tortellino matto...Quindi alla fine potrebbe esistere anche uno Stollen matto? Non ci sono più le mezze stagioni...si stava meglio quando si stava peggio....ok, la finisco).

E mò beccatevi la ricetta di questo dolce natalizio tedesco (c'è chi dice che sia bavarese, chi della zona di Dresda: per non scontentare nessuno...) che viene tradizionalmente preparato il 6 dicembre e lasciato "maturare" fino al 25 (ok, ok, amici teTeschi, sono un po' in ritardo, ne convengo!).
Ecco, circa questo particolare della maturazione, occhio perchè, per esperienza personale ed in barba alla tradizione, secondo il mio modesto parere tende un po' troppo a seccare se non consumato entro pochi giorni (anche se conservato in sacchetti da freezer ermeticamente sigillati e riposto in un luogo fresco e asciutto riuscirete a farlo mantenere un poco più a lungo!)
Mini Stollen al marzapane

ricetta di Sigrid Verbert - Regali Golosi, pag. 62


Ingedienti per 6 mini stollen:

200 gr di uvetta
50 gr di canditi all'arancia

la scorza grattugiata di un limone bio

2 cucchiaini di estratto di vaniglia
1 cucchiaino di cardamomo in polvere

una presa di pepe bianco in polvere
2 cucchiai di rhum


Per il lievitino:

150 ml di latte tiepido

12 gr (mezzo cubetto) di lievito di birra fresco
125 gr di farina

1 cucchiaino di zucchero semolato

Per l'impasto:

375 gr di farina

1/2 cucchiaino di sale
3 cucchiai di zucchero di canna

50 gr di burro morbido
2 uova

Inoltre:

300 gr di pasta di mandorle per il ripieno

burro fuso per spennellare gli stollen
abbondante zucchero a velo per spolverizzarli


In una ciotola, mescolate l'uvetta, i canditi, la buccia di limone, le spezie (estratto di vaniglia, cardamomo e pepe bianco) e il rhum: lasciate riposare per un'ora.

In una seconda ciotola, sciogliete il lievito sbriciolato nel latte tiepido, aggiungete la fartina e lo zucchero semolato, mescolate velocemente con un cucchiaio e fate riposare per un'ora.

Aggiungete poi al lievitino il resto della farina, il sale, lo zucchero di canna, il burro morbido, le uova e impastate il tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico. COprite e lasciate lievitare per un'ora. Aggiungete poi la frutta secca, reimpastate e dividete l'impasto in 6 pezzi.


Stendete ogni pezzo in un ovale di 1 cm di spessore. Dividete la pasta di mandorle in 6 pezzi e date a ognuna la forma di un salsicciotto largo quanto i dischi di pasta. Sistemate un pezzo di pasta di mandorle al centro di ogni pezzo di pasta, ripiegate i lembi sopra la pasta di mandorle e chiudete bene. Disponete gli stollen su una teglia rivestita di carta da forno e lasciate lievitare per 30 minuti. Infine, infornate a 180° per circa 30 minuti. Una volta estratti dal forno, spennellate gli stollen cotti con un po' di burro fuso e spolverateli abbondantemente di zucchero a velo.

23 commenti:

Simo ha detto...

Hai visto che comunque il momento giusto è arrivato?
Anche io ho tante cose in archivio...chissà se riuscirò a tirarle fuori prima o poi...
Questa ricetta favolosa non meritava certo di essere lasciata nel dimenticatoio...che bontà!
Auguroni e buone feste di cuore!

Manuela e Silvia ha detto...

Magnifico questo dolce tradizionale! ammettiamo ch elo assaggeremmo davvero volentieri..ancora meglio se in monoporzioni!
baci baci

Milen@ ha detto...

L'ho preparato quest'anno ed è stata una bella scoperta, ma concordo con te sul fatto che conservandolo a lungo tende a seccare (sei l'unica in rete ad essere di quest'opinone) ....

Chiara e Marco ha detto...

No no, non facciamo cose matte. Che nei dolci ci sia quello che ci vuole. Brava ad averla rispolverata questa ricetta.

Marco di Una cucina per Chiama

Al Cuoco! ha detto...

Hai fatto bene a pubblicarla, non avevo ancora trovato una ricetta con il marzapabe :)
Buone Feste :)

marifra79 ha detto...

Favoloso! Avrei voluto farlo prima di Natale ma casinara come sono non ci riuscirò:-(( Però segno la ricetta per il dopo Natale:-))) Un abbraccio

Letiziando ha detto...

Meno male che i giorni passano , le stagioni cambiano e siam di nuovo a Natale, perchè una ricetta così meritava proprio di essere ammirata e gustata :)

Memole ha detto...

Ma che bontà!!!

breakfast at lizzy's ha detto...

Hai fatto bene a tirare fuori questo stollen è stupendo! e anche la foto non è niente male! ;)

\ Lui e Lei in cucina \ ha detto...

hehhee, lo stollen è un gran classico, ma visto che neanche a me piace il marzapane aspetto la tua ricetta "matta!" ;)
ciao
Valeria

l'albero della carambola ha detto...

Ciao Alessia, ricetta supergradita!!!!
Mi piace molto lo stollen, che ho scoperto solo lo scorso anno, a Parigi, in una boulangerie trés chic...Un saluto affettuoso
simo

°Glo83° ha detto...

deliziosi!!! hai fatto proprio bene a rispolverare questa ricetta! ;)

Ely ha detto...

oh mi cara ma tu non sai quante ricette "vecchie" ho nel cassetto e che il tempo è quello che è e lascio passare, vedi che il tempo giusto è arrivato? ma buoni e sopratutto Natalizi questi dolcetti profumati! Un bacione e visto l'andazzo Buon Natale ma per quest'anno eh?
Ely

Patrizia ha detto...

Più lo vedo in giro nei blog e più mi dico che lo devo fare assolutamente!!! Direi che i tuoi sono perfetti e invitantissimi!! Un bacione!

Marta ha detto...

Mi piacciono un sacco...e colgo l'occasione per porgere anche a te e famiglia i migliori auguri di buone feste! Però mi raccomando...se "pasticci" qualcosa quest'anno, non aspettare il Natale 2012 per mostrarcelo! ;) *m*

Julie ha detto...

Fantastico il tuo stollen ^__^! Anch'io ho fatto un esperimento "Christstollen" domenica, non è perfetto (non è lievitato nei tempi previsti, quindi devo provare un'altra ricetta) ma si è rivelato comunque bello di forma e buono, già dopo due giorni :D...quindi, concordo quando dici che non c'è bisogno di aspettare settimane.

Federica ha detto...

meraviglioso!!!!!!!!!!!Auguri di buone Feste a te e a tutta la tua famiglia!!baci!

Amos Gitai ha detto...

Augurandoti buone feste, invito te e i tuoi visitatori a votare i migliori film e attori del 2011.

FILM 2011

Anto Incantesimo Culinario ha detto...

Mi sa tanto che la proverò quanto prima, anche se il Natale sarà ormai passato... Mi ricorderà questi giorni trascorsi in Alto Adige, dove, un po' diffidente, l'ho assaggiato per la prima volta!

Angela ha detto...

Mannaggina arrivo tardi. Sulle tavole a natale ci sarebbe stato un amore :\

Un bacino e buon anno nuovo

clamilla ha detto...

ciao, passo ad invitarti al mio contest a premi che ha come tema i legumi. Mi farebbe piacere la tua partecipazione se ti va. Ti lascio il regolamento e sono a tua disposizione per qualsiasi cosa:) Un abbraccio. Martina.
Legami e Legumi

Rosiana Monbon ha detto...

La ringrazio molto per tutti i vostri suggerimenti su questo sito. Le vostre azioni sono molto interessanti e molto arricchente. Congratulazioni a voi.

voyance gratuite serieuse ; voyance gratuite en ligne

Meera Saif ha detto...

Informazioni utili. Mi fortuna ho scoperto il vostro sito per caso, e sono scioccato perché questo scherzo del destino non ha avuto luogo in precedenza! I segnalibro esso.
voyance en ligne