domenica 20 marzo 2011

Crescente al gorgonzola: bocconcini crea-dipendenza


VisualizzaAltre fotoTagCommentiCondividiInviaFavoritoTwitterFacebook
Crescente al gorgonzola

Attenti! Il primo (ma anche il secondo, il terzo, il quarto...) che mi chiede se questo weekend ho fatto ponte se ne pentirà amaramente ;) Uomo/donna avvisato/a, mezzo/a salvato/a!
Scherzi a parte, mi rendo conto che il tempo mi sfugge inesorabilmente dalle mani: in settimana lavoro tanto e sodo, con la speranza che questo impegno porti prima o poi a qualche frutto... D'altronde penso che sia così per molti di noi, dato il periodo storico non particolarmente semplice: si tira avanti, anche se con parecchi sacrifici e pensieri ogni giorno, ma nella convinzione di stare facendo del proprio meglio e cercando di mantenere quanto più possibile un atteggiamento deciso e ottimista.

Sotto il fronte culinario, inevitabilmente, il tempo che avevo in passato di sfogliare riviste e libri, spulciare blog, pensare a menù e stilare liste di piatti da fare as-so-lu-ta-men-te è di molto diminuito, addirittura azzerato in certe settimane...però ho riscoperto il piacere di scegliere una ricetta tanto-perchè-mi-va e se ci scappa una foto, beh, tanto meglio, altrimenti chissene :) E' un grosso sollievo aver ritrovato, volente o nolente, questa spensieratezza in cucina!
Poi, vabbè, devo dire a mio favore che nemmeno in passato mi è mai fregato minimamente di postare ricette scontate, o già viste in rete, o già fatte da uno, cento, mille foodblogger: non sono mai stata per l'innovazione a qualunque costo, anche perchè credo che ogni ricetta passando di mano in mano trovi una sua personalizzazione. E poi alla fine cos'è il blog se non un alter ego di ciò che passa nelle nostre menti (prima), nelle nostre cucine (poi), per giungere (infine) nelle nostre pance? ;)

Tutto sto panegirico per presentarvi la sublime crescente al gorgonzola delle Simili. Ho provato tutte e tre le versioni (quella alla pancetta o al prosciutto, versione reloaded del gnocco ingrassato del nonno, qui; quella al rosmarino mai postata, ma i summenzionati colleghi hanno avuto modo di assaggiarla in occasione del mio compleanno poichè l'ho portata in ufficio ;)) e devo dire che - pur essendo tutte e tre ottime- ho una spiccata predilezione per quella di oggi. Profumatissima, incredibilmente delicata, ideale con salumi e formaggi per quella che reputo la perfetta cena della domenica sera. Della serie taglia a metà il quadrotto ancora tiepido, farcisci, gusta sul divano: niente di più rilassante, non credete?!

Crescente al gorgonzola
ricetta tratta da "Pane e Roba dolce" - Sorelle Simili

Ingredienti:
500 gr di farina 00
200 gr di gorgonzola dolce
30 gr di lievito di birra
150 gr circa di acqua
50 gr di strutto
50 gr di burro morbido
8 gr di sale (un cucchiaino colmo)

Inoltre:
1 uovo sbattuto per spennellare

Impasto a mano: sulla spianatoia, fate la fontana con la farina, riunite al centro lo strutto, il burro e il gorgonzola (a pezzi grossolani: non è necessario tagliare il formaggio poichè si amalgamerà durante la lavorazione dell’impasto), unite poco alla volta l'acqua tiepida in cui avrete sciolto il lievito e iniziate a impastare, senza battere, aggiungendo da ultimo il sale. Una volta che l'impasto sarà ben amalgamato, morbido ed elastico, formate una palla.

Nell'impastatrice: mettete nella ciotola la farina, lo strutto, il burro morbido e il gorgonzola e azionate l'impastatrice con il gancio a uncino. Unite poco alla volta l'acqua tiepida in cui avrete sciolto il lievito e fate andare fintanto che risulterà un impasto ben amalgamato; verso la fine della lavorazione, aggiungete il sale. Prelevate l'impasto dalla ciotola, lavoratelo brevemente a mano sulla spianatoia leggermente infarinata e formate una palla.

Riponete l'impasto in una ciotola coperta con pellicola trasparente e lasciatelo lievitare per 50-60 minuti (nel forno spento andrà benissimo). Trascorso il tempo di lievitazione, rovesciate la pasta sul tagliere infarinato e, senza lavorarla, stendetelacon il matterello, formando un rettangolo di circa 1,5 cm di spessore. Tagliate dei quadrati di 5 cm, disponeteli su una teglia rivestita di carta da forno, tenendoli un poco distanziati poichè cresceranno ancora e spennellateli con un l'uovo sbattuto. Lasciate lievitare le crescenti ancora per 30-40 minuti. Non arrivano al raddoppio, ma assumono un aspetto più arrotondato e al tatto risultano più morbide perché piene d’aria. Cuocete in forno statico e preriscaldato a 180° per 20-30 minuti. Devono risultare appena dorate: prestate attenzione a non farle colorire troppo, altrimenti il formaggio gli conferirà un retrogusto un po' amaro.

42 commenti:

Simo ha detto...

Mi piace davvero tanto il tuo blog ultimamente e la tua nuova filosofia!
E che dire di queste crescenti???
Le conosco... ed essendo a dieta evito di farle, altrimenti sarei capace di mangiarmele tutte insieme!
Felice domenica

arabafelice ha detto...

Come gia' detto da Simo, anche io conosco questa ricetta ed evito accuratamente di farla troppo spesso per non ingozzarmene!!!
Pero' ora rivederla qui, cosi' ben presentata, fa vacillare non poco i miei proponimenti :-)

rosa ha detto...

Forse sarò una eccezione ma questa non la conoscevo e quindi provvederò quanto prima a sperimentarla:mi sembra proprio golosissima!!
Complimenti!
rosa

http://13atavola.blogspot.com

Aurore ha detto...

si, effettivamente uno tira l'altro, è inevitabile!!

Giuky ha detto...

Uno tira l'altro!!:)mamma mia che cosa buona da mangiare e vedere!:)
complimenti!:)

GG ha detto...

Ciao!
é da tantissimo tempo che non passo sul tuo blog, ora devo recuperare!
Complimenti per questi meravigliosi bocconcini, segno la ricetta!!!
Un bacione, GG

Mari e Fiorella ha detto...

Una meraviglia da provare!!!!!!!Buona domenica....

Federica ha detto...

mette l'acquolina solo a guardare!!complimenti!

Jennyfer ha detto...

Già di suo la crescente crea dipendenza...presentata così ancora di più! :)
Io delle Simili ho provato solo quella al prosciutto...mi sa proprio che proverò anche questa! Mi devo accertare solo di non essere in casa da sola...almeno non la finisco tutta io! :)

Francesca ha detto...

Cucinare è volere e volersi bene, qualche volta anche infischiandosene della dieta... Brava!

mariangela ha detto...

ANCH'IO SONO A DIETA,MA LI PROVERO' DI SICURO,SONO INGRASSATA SOLO A GUARDARE LA FOTO, ANCHE A ME E' VENUTA L'ACQUOLINA IN BOCCA

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao, tranquilla pure noi siamo tra quelle che non hanno fatto ponte...ma quasi quasi con così pochi lavoratori in circolazione si è lavorato perfino meglio ;)
Buonissime e sfiziose queste crescentine, poi con il gorgo sono irresistibili.
un bacione

Valeria ha detto...

anche io conosco bene questa ricetta!! è fantastica e aimè, ne sono già dipendente!!

EliFla ha detto...

Adoro le Simili, adoro il gorgonzola...e la devo provare...lo so ...lo so...mi hai avvisata!!
BAcioni, Flavia

Aiuolik ha detto...

Sulla questione tempo ti capisco benissimo, però è anche vero che quando trovo il tempo, per esempio per dei lievitati come questi, allora viene veramente voglia di pensare solo alla cucina e lasciar perdere tutto il resto!!!

Mau ha detto...

Io non conoscevo questa ricetta! E poichè contiene il gorgonzola la voglio provare prestissimo!!! Le ricette scopiazzate da te sono sempre un successo garantito!

Erica ha detto...

porca miseria!!!
Posso assicurarti che creano dipendenza anche solo a vederli!!! ;)

Angela ha detto...

Li voglio !!!!

caris ha detto...

Ciao Alessia!
io il tuo blog lo seguo da tanto..e mi piace molto il tuo "modo di prenderlo" ultimamente...mi rilasso anche io a leggerlo!
bellissima questa ricetta,, anche perchè tutto mi sembra tranne che banale o conosciuta! Appena posso la rifaccio!

Alessia ha detto...

se dici che creano dipendenza allora li guardo da lontano..ma potrei ugualmente innamorarmene..

Giulietta @Alterkitchen ha detto...

Seguo sempre nell'ombra, ma qui non posso proprio esimermi: porcaccia di una miseria, NON DEVO FARLI!!! Altrimenti rischio di scofanarmi anche il cestino! ;)
Complimentissimi, hanno una facciotta proprio succulenta!

Letiziando ha detto...

Visto che adoro le dipendenze culinarie, specie se salate mi ci piazzo davanti e così me le imprimo bene nella zucca e poi... passerò alla prova pratica :)

Silvia ha detto...

oddio, mi sa che "crescente" è un pronostico che descrive ciò che accade al numerino(one) sulla bilancia quando si mangiano queste bontà... ma chissenefrega! Penso proprio che domenica saranno la mia ricetta del giorno :)

More ha detto...

Non è difficile credere che questi bocconcini creino dipendenza! Già il fatto che contengano il gorgonzola mi fa sciogliere dal desiderio di assaggiarli!

Elisa ha detto...

Io questa ricetta non la conoscevo e ora la voglio provare assolutamente!
Sono d'accordo con te, anche io sono contraria all'innovazione a qualunque costo. E ogni tanto mi godo anche io il preparare un piatto senza dover scattare la foto. Altre volte invece interdico alla famigliola porzioni di ciò che ho cucinato perchè non ho la luce giusta. Dipende dalla voglia che ho!

Kiara ha detto...

Non amo il gorgonzola, proprio per niente, ma questi deliziosi bocconcini sono così invitanti che sarebbe proprio un peccato non assaggiarli... un bacione!

Serena ha detto...

gnam ... che acquolina ....
volevo dirti che da me c'è un premio x te!!
http://lemienuvoledipanna.blogspot.com/2011/03/il-mio-primo-premio-versatile-blogger.html

ti aspetto

Dida70 ha detto...

ciao!
sai che 'corteggio' questa ricetta da un pò di tempo ma...ora che mi hai detto che crea dipendenza è deciso...la proverò:-)
un caro saluto
dida

eli ha detto...

mi sembrava strano il gorgonzola nell'impasto ma dopo aver letto i commenti di chi ha assaggiato questi bocconcini, sono convinta!

lise.charmel ha detto...

quel libro delle Simili me lo sono regalato l'anno scorso e da un po' vorrei provare a fare le crescente. ora che le vedo da te con quella bella luce e l'aria così appetitosa non so proprio resistere!
mi piacerebbe provare a farle con la pasta madre, ti saprò dire
ps: mi piace il tuo nuovo spirito di cucinare perché ti va, di fotografare se ti va e di postare quando ti va!

giovanna burroealici ha detto...

ho tanta paura di provarli... tutto ciò che ha il gorgonzola mi crea dipendenza! ti sono venuti benissimo, sono davvero incantevoli!

Anto Incantesimo Culinario ha detto...

Mmmh... Sai che a me il gorgonzola proprio non piace ma...credo che potrei fare un'eccezione per queste piccole delizie!
Ciao Ciao!!!

Ilaria ha detto...

ottimi! Mi sa che se inizio a mangiarne uno li mangio tutti! :-) Complimenti!

federica ha detto...

che buoni!!! mi stuzzicano molto! li proverò! ;-)

Lis ha detto...

Ciao ! il tuo è in assoluto il blog di cucina che preferisco ! ! !


http://myfluffyplace.blogspot.com/

dibuongusto ha detto...

Questa foto fa venire l'acquolina in bocca, chissà a vederli veramente, allungherei volentieri la mano....
Ciao

Rosalba ha detto...

Alessia ma che bontà questi bocconcini!!! Il gorgonzola poi io lo adoro!!! Complimenti.
Buon fine settimana

Alessandra ha detto...

ho preparato l'impasto oggi nella pausa e stasera inforno il tutto, non vedo l'ora di essere gia' a casa dal lavoro per vederli fatti!!!poi ti sapro' dire.
complimenti per il blog!!

Alessandra ha detto...

buonissimissimi!!! divorati subito! cotti benissimo li abbiamo mangiati con prosciutto e formaggio spalmabile. una bonta'.
buona giornata.ciaooooo

Cucina Di Casa da Lu ha detto...

E'un piacere conoscere il tuo blog eppure mi è piaciuto il tuo pensiero di scrivere secondo te. Brava!!!
Un bacione
LU

Sovania ha detto...

Grande articolo, come al solito. Un grande grazie per tutto quello che noi condividiamo.
voyance par mail gratuite

Jordie Nilla ha detto...

Grazie per il consiglio. E 'incredibile che ci sia tali opzioni e libero sviluppo! Ci si chiede come si possa rimanere sul Web un sacco di siti e traballante fatto male.
voyance gratuite en ligne par mail